Archive for ‘Books for Travelers’

Books For Travelers “ Mio padre votava Berlinguer “ P. Roveredo

Un libro che potrebbe essere il ritratto di molti ragazzi della mia generazione , io non ho fatto in tempo a votare Berlinguer , ma mio padre si . in questo periodo dove la politica è fatta di poca qualità e di pessime parole , Pino Roveredo ci racconta la sua storia di figlio e di uomo , in un mondo dove la solidarietà aveva un valore e dove la politica usava parole diverse per arrivare al cuore della gente, oggi, proprio oggi i Fascisti citano Brecth o Pertini e parlano di dittature, oggi che ci vorrebbe una politica diversa, ma che invece sembra tutta uguale, una bella storia da leggere con passione ….Buona serata e Buon Viaggio

Books For Travelers ” Big Sur ” J.Kerouac

Così , anche il grande poeta Lawrance Ferlinghetti ci ha lasciati , io voglio ricordarlo in uno dei racconti autobiografici del suo amico Jack Kerouac , che nel libro Big Sure , cita e soprattutto racconta il periodo Californiano , ospite di Ferlinghetti , tra San Francisco e Big Sur appunto . Lorenzo Monsanto , lo pseudonimo utilizzato da Kerouac per l’amico Ferlinghetti , si mette a disposizione del famoso scrittore , come solo un vero amico potrebbe fare . Chissà se si ritroveranno in un’altra dimensione , sarebbe belle e non solo per loro …..Buona serata e Buon Viaggio

Books for Travelers “Verdi colline d’Africa “E.Hemingway

Pur non condividendo assolutamente la caccia che ritengo una porcheria assoluta e che nulla ha a che fare con lo sport (mia personalissima opinione ) , ho trovato questo racconto dell’Hemingway cacciatore , affascinante , soprattutto nel raccontare l’ambientazione e le meraviglie che solo gli occhi possono catturare in un safari , per il resto le battute di caccia mi ricordano le battaglie tra uomini di qualsiasi romanzo storico ambientato nell’antica Roma , giusto per fare un esempio . Hemingway si legge sempre con piacere , anche quando non si condivide ….Buona serata e Buon Viaggio

Books For Travelers ” Frankestein ” M.Shelley

Uno dei classici dell’orrore che poi tanto orrore non è , una storia fantastica tra le più conosciute e viste al cinema . Che abbiate visto il Frankestein Jr meraviglioso di Mel Brooks o la trasposizione cinematografica di Francis Ford Coppola , con un Frankestein interpretato da Branagh e con Robert De Niro , poco importa , la storia dello scenziato che mette insieme i pezzi di molti uomini per creare il suo umanoide è conosciuta ovunque e quando eravamo piccoli ci faceva veramente paura , anche se per me la paura voleva dire Belfagor . Il Libro della Shelley è molto bello e con un finale commovente , uno di quei libri che bisogna leggere almeno una volta nella vita ….ma anche due, buona serata e Buon viaggio

Books For Travelers ” Festa Mobile ” H.Hemingway

Romanzo postumo del grande scrittore americano , editato dalla quarta moglie , racconta il periodo parigino nel quale Hemingway visse alcune delle situazione più gioiose della sua esistenza , forse la gioventù , aveva vent’anni all’epoca di questi racconti , alcuni esilaranti . altri intensi , i venti capitoli di questo libro sono uno spasso . Un libro di incontri e socialità , bello il capitolo “I Falchi non fanno a metà con nessuno ” dove Heminghway racconta del suo inconto parigino con un altro grande della letteratura americana , Scott Fitzgerald , nel di lui appartamento sito al 14 di Rue de Tilsitt . Insomma un gran bel romanzo , scorrevole come tutti quelli di mister Ernest …..Buona serata e Buon Viaggio

Books For Travelers “ La gita a Tindari” A.Camilleri

Un’altra bella storia dello scrittore siciliano , che ci manca tantissimo , un’avventura in uno dei luoghi più affascinanti della Sicilia , una storia che vede il commissario Montalbano impegnato lontano da Marinella , da Vigatà e dal suo ambiente abituale . Se vi capita di andare in Sicilia , ricordatevi di fare una visita al santuario della madonna nera di Tindari , una meraviglia , esattamente come la racconta il maestro siciliano …Buona serata e Buon Viaggio

Book for Travelers ” Il Cabalista di Praga” M.Halter

Una splendida Storia ambientata nel ghetto ebraico di Praga , qui dove si studia la Cabala che si trasmette di generazione in generazione , qui il protagonista David Gans , l’allievo prediletto del MaHaRal e lui che ci narra questa storia del 1600 dove l’odio per gli ebrei da parte dei cristiani è sempre più forte , tanto che il ghetto riuscirà a salvarsi solo grazie appunto al Grande Rabbino (il MaHaRal) , Anche qui in una storia di sofferenza , fa capolino una storia d’amore , quella tra David e Eva , la nipote prediletta del MaHaRal…..un bellissimo romanzo , una bella storia…Buona serata e Buon Viaggio

download (90)

Book for Travelers “l’isola dei monaci senza nome “ M.Simoni

Un bel libro questo di Marcello Simoni , romanzo storico ovviamente . lo scrittore ferrarese , già famoso per la trilogia del Mercante di libri Maledetti , e vincitore del premio bancarella proprio con il primo libro di quella trilogia , ci trasporta in un’altra avventura , una storia che spero abbia un seguito , un buon libro , che vi trasporterà nel medioevo , in mezzo a sotterfugi e battaglie, Buona serata e Buon Viaggio

Books For Travelers ” Narcisio e Boccadoro ” H.Hesse

Un altro capolavoro dello scrittore di Calw , una splendida storia che nasce nel convento di Mariabronn e prosegue nel mondo , in un periodo storico bellissimo , dove i viaggi erano pura avventura . La storia della forte amicizia tra Boccadoro e Narciso , due personalità distanti all’apparenza , ma in concreto affini . Narciso insegnerà a Boccadoro l’amore e lo aiuterà ad esprimere i suoi talenti , il giovane , dal carattere turbolento , dopo qualche anno passato in convento , divenuto un artista di buon livello, lascia il convento per seguiro Maestro Nicola , da li in poi la sua vita non ha un momento di pausa , sempre alla ricerca della figura materna . Uno splendido racconto del maestro tedesco , uno dei più bei libri che ho letto da ragazzo , sarebbe il caso di riprenderlo …..Buona serata e Buon Viaggio

Books For Travelers “ Finché il caffè è caldo “ T.Kawaguchi

Un libro che mia moglie ha ricevuto in regalo , era lì che mi guardava , avevo appena finito di leggere un libro sulla storia degli U2 e non avevo idea di cosa leggere , quindi ci siamo guardati e abbiamo detto : “perché no ? Conosciamo questo scrittore giapponese” . Devo dire che mi sta intrigando , una storia che si svolge all’interno di un caffè , dove in un determinato posto , si possono rivivere alcune delle cose del passato , una sorta di macchina del tempo , ma con delle rigide regole , una cosa intrigante assolutamente … Buona serata e Buon Viaggio

Il volo di una Pårpalla

Perfectly imperfect!

UROBORUS

Ogni fine è anche un principio.

Yolanda - "Det här är mitt privata krig"

Att vara annorlunda/att inte passa in i samhällets ramar

My experience

#Rehana's 🔥🔥🔥🦋🦋motivational thoughts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: