Il mare tra Mondello e Capo Gallo


Da un po di tempo non vado in Sicilia, l’ultima volta nel gennaio del 2020, prima che il mondo venisse scosso nuovamente in modo irreversibile. Inutile dire quanto mi manchino gli affetti, posso raccontarvi quanto questa terra mi è cara, per tanti motivi, quando ero giovane, ricordo spesso le mie camminate in solitaria per raggiungere le vie alle spalle di Via Libertà, dove era pieno di negozi di dischi, che erano la mia meta finale di quelle lunghe passeggiate sotto il sole palermitano. Negli ultimi anni invece ho preferito, fare camminate sia al santuario di Santa Rosalia, percorrendo la strada vecchia che si inerpica su per Monte Pellegrino, quest’ultimo amato da Goethe, che lo definì il più bel promontorio del mondo (per quel poco che aveva visto lui probabilmente), ma anche passeggiate che partono dalla spiaggia più famosa di Palermo, quella di Mondello, da dove camminando si può raggiungere a piedi il faro di Capo Gallo, nella riserva naturale omonima. Qui il mare è uno spettacolo, come in tanti altri luoghi del palermitano, ma al mattino quando il sole inizia a fare capolino, passeggiare in questo stretto sentiero sopra le scogliere regala pace e serenità. Buona giornata e Buon Viaggio

Pubblicato da

Massi Tosto

Il fumo svanisce come i sogni che non si avverano mai Mwt

5 pensieri su “Il mare tra Mondello e Capo Gallo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.