Una foto dall’Argentina

Un’amica mi manda questa foto bellissima da Buenos Aires, un viale con un tappeto di fiori color lilla, il Flor de Jacaranda, tipico del sud america e di altre aree tropicali. Mi ha rasserenato un po questa immagine, forse perchè c’è solo la natura e nessun altra cosa a deturpare il paesaggio, il tappeto di fiori poi, invita ad una pennichella. Anche l’Argentina non deve essere affatto male come meta, lo dico sempre e mi ripeto, ci vorrebbe una vita solo per viaggiare e altre due o tre per fare il resto o forse due o tre per viaggiare e una per tutto il resto, non so, fate voi. Buona serata e Buon Viaggio

El Ateneo a Buenos Aires

Nessuno avrebbe mai immaginato nel 1919 anno dell’apertura del Teatro, che quasi un secolo dopo, alle porte del terzo millennio il Teatro El Ateneo della bella città di Buenos Aires,capitale Argentina venisse converito in una Libreria, anzi in una delle più belle librerie del mondo. Suggestiva e classica, del vecchio teatro sono rimasti il tendone rosso del sipario e le belle ed eleganti balconate, dove oggi sono ospitati migliaia di volumi, questa libreria la più bella del sud america o tra le più affascinanti è anche considerata una delle tre più belle al mondo. Ancora una volta pare che il vairus come lo chiama il grande poeta, ci impedisce di muoverci come vorremmo, ma un viaggio nella terra del tango tra musiche sensuali e libri è una cosa da prendere in considerazione prima o poi. Buona giornata e Buon Viaggio.

Un Viaggio tra Lima e La Paz

Uno dei viaggi più belli che si possano fare da queste parti, un viaggio strepitoso che copre i circa millecinquecento chilometri che separano da Lima in Perù da La Paz in Bolivia, attraverso la carrettera Panamericana o se vi affascina di più l’Inca Trail come viene anche chiamata la strade che collega le due capitali. Qui tra paesaggi desertici e paesini coloratissimi, attraverso la storia degli Inca e delle popolazioni andine che vivono al di sopra delle nuvole. A Lima, non si può perdere assolutamente la Cattedrale del XVI secolo e i resti del  Tempio di Pachacàmac, scendendo si incontrano due meraviglie che varrebbero il viaggio da sole, il mitico sito archeologico di Machu Picchu la città per eccellenza degli Inca, patrimonio dell’Unesco e uno dei siti più visitati del pianeta, una sorta di luogo mistico spirituale e poi la splendida città di Cuzco, che ha la particolarità di trovarsi a 3550 metri sopra il livello del mare e che oltre agli splendidi resti della civiltà Inca, vanta meravigliosi edifici di epoca coloniale come la sua cattedrale del XVII secolo. Poco distante da Cuzco si trova un pezzo di paradiso, il Parque National Manù, che dalle Ande scende sino alla foresta amazzonica, inutile dire che questo è un luogo dove spendere almeno due o tre giorni, per l’enorme patrimonio naturale, il fratello Andino del Pantanal per intenderci. Un altro mito che ci arriva da questa splendida terra è il lago Titicaca, un vero e proprio sparti acque tra i due paesi, il lago abitato dagli Uros, che vivono su isole di canne nel bel mezzo del lago, qui ci troviamo a quasi quattromila metri di altezza, quindi attenzione, troppo ossigeno può far male e anche se in questo momento l’ossigeno vuol dire vita più che in altri momenti, qui è meglio stare attenti. Da qui tutto è sopraelevato o quasi come il percorso che da Lima arriva sino a La Paz, la capitale più alta del mondo qui siamo a quattromila metri e non si scherza mica. Insomma tra siti archeologici delle civiltà Inca e precolombiane, gli splendidi parchi naturalistici c’è da perdersi, in una delle zone più entusismanti del pianeta, ma sono solo alcune delle eccezionali meraviglie di quest’area e se ci fosse più tempo di potrebbe proseguire verso sud e farsi tutto il Cile sino alla tierra del fuego, ma questo è un’altra viaggio….Buona serata e Buon Viaggio

Meraviglioso Sian Ka’an Yucatàn

Chi non vorrebbe trovarsi immerso tra queste acque trasparenti del caribe?

Sembrerebbe un nome Arabo, ma invece siamo nella parte caraibica del Messico, qualche centinaio di chilometri a sud di Cancun, nello splendido scenario dello Yucatàn. Sian Ka’an è una riserva naturale che, dalla fine degli anni ottanta è divenuta patrimonio dell’umanità, siamo non lontano dalla città Maya di Tulum, dove la fauna si intreccia e vive tra le splendide acque cristalline e il verde lussureggiante delle foreste pluviali, tra le mangrovie e le paludi, tra i coralli e i suoi pesci variopinti è una miriade di uccelli multicolore, qui tra le sue acque spettacolari potreste incontrare qualche delfino o nuotare con le iguane, questi rettili infatti, amano passare del tempo in acqua e sono grandi nuotatori. Ci si arriva attraversando la foresta sino al villaggio di pescatori di Punta Allen, non lontano dalle rovine Maya di Cobá, insomma un tesoro sotto ogni punto di vista ….Buon Sabato e Buon Viaggio

Il meraviglioso Pantanal

Proprio stanotte si è giocata in Brasile la finale della Coppa America di calcio, vinta dall’Argentina per uno a zero con golasso di Di Maria, pare che ci fossero alcuni tifosi brasiliani che per protestare contro il simpatico (manco sott’olio) Bolsonaro, hanno tifato per gli eterni rivali dell’albiceleste. Intanto nella regione amazzonica è sparita una fetta di area protetta grande quattro volte l’area di New york. Nonostante tutto il Brasile ha degli angoli che sono di una bellezza impressionante. Il Pantanal è certamente uno di questi luoghi, una delle pianure più belle di tutto il pianeta, si estende per 150000 chilometri quadrati e abbraccia gli stati del Brasile, del Paraguay e della Bolivia. La ricca presenza di fauna e flora ne fanno un santuario per i naturalisti, oltre che un sito patrimonio mondiale, sotto la tutela dell’Unesco, un viaggioper chi ama il viaggio di scoperta e per chi ama vedere gli animali dal vivo, nel loro ambiente naturale. Tra le cose più belle di questa regione c’è il Giaguaro, il grosso felino sudamericano è oggetto di avvistamenti sempre più frequenti, qui lungo i fiumi  è possibile ammirare questo possente animale, il Pantanal è una riserva protetta, quindi gli animali non hanno paura dell’uomo e difficilmente scappan , Il periodo migliore  per visitare questo paradiso è durante la stagione secca da Luglio a Settembre, qui si può fare anche self drive, ma il consiglio è di affidarvi a qualche agenzia in loco. Ricordate che questo è un santuario della natura quindi la precedenza ce l’hanno i residenti, Capibara, Pappagalli di ogni genere e colore, giaguari, caimani, cervi, e le impressionanti spire delle anaconda, noi in quanto ospiti possiamo ammirare, senza toccare e soprattutto tenendo ben presente le regole di comportamento con gli animali selvatici …..questo è uno dei viaggi che metto nella mia Bucket List e voi cosa ne pensate…..Buona Domenica e Buon Viaggio

A casa di capo Kukulkan

Questa parte di Messico, si presta a un viaggio “on the road” che può finire con qualche giorno di relax sulla parte Caraibica del golfo affacciato sul mar dei caraibi , da sempre meta di turisti, specialmente americani. Qui tra Mexcal e Tequila, tra una pietanza messicana e l’altra sorgono molti dei più bei siti Maya, per esempio a circa ducento chilometri dalla capitale dello stato dello Yucatan, Merida, si trova una delle meraviglie del nostro pianeta, il sito Maya più conosciuto al  mondo: Chichen Itza. La grande Piramide simbolo di questo sito archeologico, dedicata al grande capo Kukulkan, rappresentato dalla forma di un lunghissimo serpente, che durante il solstizio di primavera, tra la luce e le ombre pomeridiane sembra in movimento e in circa trenta minuti scende sino alla base della piramide, uno spettacolo molto particolare dato dall’allineamento della Piramide. Il Sito di Chichen Itza  è sotto la protezione dell’Unesco è stato dichiarato patrimonio dell’umanità nell’ormai lontano 1988……come in tutti i siti culturali di epoche passate, questo luogo ha qualcosa di mistico e di surreale, un luogo incantevolmente e incantato……Buona giornata e Buon Viaggio.

Il Tren de las Nubes

Nello splendido scenario della cordigliera delle Ande, non lontano dal confine cileno, si trova questa spettacolare area ricca di deserti laghi dalle acque turchesi e distese di sale come il Salar del Hobre muerto. Siamo in Argentina nella regione di Catamarca una delle più interessanti del continente sudamericano in un paese, quello del tango che ha moltissimo da offrire ai viaggiatori. Qui nella zona di laguna verde, sopra i quttromila metri in alcuni mesi si possono ammirare i fenicotteri, ma sono le distese di sale e gli specchi d’acqua turchesi i veri mattatori di questa zona. Il Salar de Arizaro è tra i più imponenti del pianeta con i suoi duemila chilometri quadrati è la distesa di sale più grossa del paese. Questo tra Argentina e Cile è certamente uno dei viaggi più affascinanti che si possano fare nel nostro pianeta, tra piccoli paesini, deserti dai nomi che rievocano leggende e colori che solo la natura può offrire. Buona giornata e Buon Viaggio

Palya Tamarindo, Costarica

Ci troviamo nella zona a nord est del Costarica, lungo la costa di playa Tamarindo. Qui tra le spiagge bianche di questi luoghi, tra i mesi di Ottobre e Marzo le tartarughe dermocheliche coriacea, le tartarughe più grandi del mondo ( possono raggiungere i due metri), vengono a depositare le uova, la loro osservazione è gestita dal Tamarindo Wildlife Refugee ed è una bellissima esperienza. Questa zona di mare, fa parte di un’estesa area protetta, nelle foreste di mangrovie della zona trovano rifugio scimmie urlatrici e coccodrilli, non lontano da qui so trovano i parchi nazionali di Manuel Antonio e quello bellissimo del Corcovado. Una vacanza in Costarica è sempre una meraviglia, in uno dei pochi veri paradisi terrestri rimasti. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Photo by Jolo Diaz on Pexels.com

In Cile , un rosso meraviglioso

In Sud America tra le Asperità Andine e i Ghiacciai di Torre del Paine  non tutti sanno , che si producevino di grande qualità , il Cile infatti è il  paese dei rossi di passione come il Cabernet , il Merlot lo Syrah e il Malbec (vino di origini francesi) . paese è il quinto produttore al mondo di vino e da molti anni regala bottiglie di grande qualità , ci sono bellissimi vitigni da nord a Sud , nel Paese che va dal Pacifico a Nord  sino all’Antartide a sud . Qui tra la Malleco Valley e la Bio Bio valley , sono quasi tutti vitigni di vini bianchi , nella zona centrale del paese dai paesaggi mozzafiato e  deserti aridi , mentre a Nord del paese ci sono le eccellenze di rosso , sempre a Nord (la parte più produttiva del paese) si produce il Pisco , il liquore tipico del paese . il Cile offre meravigliose opportunità per un viaggio On the Road , magari abbinato a qualche altro paese confinante come l’Argentina (altro grande produttore di vino di qualità) ….insomma tra meraviglie naturali ed enogastronomiche questo è un viaggio da sogno, magari dopo tutto questo marasma dovuto al Virus …..Buona giornata e Buon Viaggio –

Photo by Roberto Nickson on Pexels.com

Un tramonto messicano

Un sacco di anni fa , quando amavo veramente girovagare , arrivammo , dopo una decina di giorni di on the road sulla costa est degli States , a Cancun , ridente località della riviera Maya , nello stato dello Yucatan in Messico . Arrivammo a Cancun senza aver prenotato pernottamenti , avevamo in tasca solo il biglietto di ritorno , ma in aeroporto , trovammo una bella combinazione , la senorita , mi dice , questo è un bell’affare , un piccolo Hotel che ha appena aperto sulla spiaggia di Playa del Carmen , si chiama ……40 dollari a notte per la camera per due adulti , più colazione , meraviglioso pensiamo noi , prenotiamo un paio di notti allora . Arrivammo in taxi da Cancun , ci lascò al capolinea degli auotbus e ci facemmo tutta la Avenida 10 Norte a piedi , quasi sino a Playacar , ad ogni calla , si vedeva il colore del mare , uno spettacolo incredibili di azzurro e blu intensi , quando arrivammo al piccolo Hotel , decidemmo di estendere sino alla fine della vacanza la nostra permanenza , Palya del Carmen era un bellissimo centro , fatto di piccoli hotel e di posade (alberghetti a conduzione familiare) , con ristoranti e negozietti tipici ovunque , un bel posto decisamente , un po come questo tramonto messicano …..Buon pomeriggio e Buon Viaggio