Playa del Carmen

Ci credete se vi dico che questa foto ha ventisette anni ? Mamma mia che crudeltà il tempo, non ti da neanche il tempo di assaporare le cose che ti volti e ti ritrovi in un altro mondo. Si decisamente quello del 1995 era comunque un mondo diverso, non so se migliore, forse per qualcuno certamente, qui a Playa del Carmen nello scenario caraibico dello yucatan messicano il tempo trascorreva lento, molto lento, tra una tequila e il soffio leggero del vento. Qui sulla spiaggia di Playa, nonostante i nuvoli facessero presagire qualcosa di importante, in realtà si godeva di temperature piacevoli soprattutto in acqua. Buona giornata e Buon Viaggio

img604.jpg

Le Ande e Torres del Paine

Il Cile è senza ombra di dubbio il paese sudamericano che mi attrae e affascina di più, da sempre da quel lontanto 11 settembre del 1963, quando il presidente Salvator Allende fu ribaltato da un colpo di stato guidato da quel coso che si chiamava Pinochet. Oggi c’è una strada meravigliosa che vi porterà da nord a sud nel cuore delle ande e dei suoi splendidi scenari sino alla Patagonia, al confine con l’Argentina in uno dei viaggi on the road più avventurosi di sempre. Torres del Paine e il suo parco nazionale.

Letteralmente Torri del Blu e nel Blu (da Paine, blu in lingua locale) assomigliano vagamente all tre cime di Lavaredo sulle nostre splendide Dolomiti, ma qui siamo all’altro capo del mondo, in Sud America, nello splendido paesaggio andino dove il tempo sembra essersi fermato e dove i colori tenui delle montagne mettono in imbarazzo i “piccoli” turisti che si trovano al cospetto di questi giganti di roccia. Tra laghi e ghiacciai in un paesaggio veramente spettacolare, reso talvolta impervio dalle folate di vento fortissimo che rendera le vostre “arrampicate” un pò meno tranquille, il periodo migliore và da Novembre a Febbraio, nel periodo dell’estate Australe, anche se il tempo tra questi gigante è spesso impossibile da prevedere. Tra Condor e Aquile, dalla parte orientale del parco c’è un bel sentiero a “W” che vi porterà in una splendida valle di faggi, mentre attraversando la splendida valle del Francès nella parte un pò più ad occidente, avrete la possibilità di ammirare i “Corni” di Torres Del Paine, come la natara li ha fatti. l’ALba da queste parti è un qualcosa di indescrivibile, le rocce diventano quasi viola, al risveglio del Sole da qui è possibile avvistare la Banchisa della Tierra del Fuego, dove il Ghiacciaio Grey rilasci enormi blocchi di Ghiaccio in acqua. Questa è una vacanza di pura avventura, dove potreste ritrovare voi stessi sempre che vi siate persi . Gli autobus per il parco nacional Torres del Paine partono dalla città di Puerto Natales , solitamente intorno alle 7 alle 8 e alle 14 30 ..Buon Viaggio

Un mare colorato

Certo che il Messico è cambiato moltissimo, da questo scatto, sono passati circa trent’anni, forse qualcosina meno, ma allora ero uno spasso fare una vacanza a Puerto Vallarta o Puerto Escondido o come in questo angolo meraviglioso che è Playa del Carmen. La Quintana Roo, la strada costiera dello stato dello Yucatan è uno dei luoghi più belli sia per quanto riguarda il mare (sono molte le località famose di questa lunga striscia sul caribe), che per la splendida natura in mezzo alla foresta non lontano dal mare. Qui a sud della famosa Cancun, non c’è posto dove non potete crogiolarvi al sole e nello stesso tempo ammirare le rovine Maya dell’unica città antica sul mare, quella che si trova lungo le spiagge di Tulum. Sarà passato anche tanto tempo, ma il mare sembra disegnato oggi, come allora. Buona serata e Buon Viaggio

Quito una bella città

Forse non tutti sanno che il popolare copricapo, panama, a dispetto del nome è originario dell’Ecuador. La capitale dello stato sudamericano ha molte attrazioni, una delle più importanti è certamente la chiesa del Voto Nacional, la più grande cattedrale neogotica dei continenti americani, si trova proprio nel centro storico di Quito ed è un vero spettacolo. Riparati da un bel panama, si può invece visitare con una delle teleferiche più alte del mondo, la cima del vulcano Pinchincha e ammirare lo splendido panorama dal belvedere appena sotto i quattromila metri, oppure visitare il monomento che divide i due emisferi sulla linea dell’equatore, insomma Quito è tra le capitali più affascinanti del sud america, una base sicura per fare anche un viaggio alle isole Galapagos in mezzo al pacifico o esplorando la parte di foresta amazzonica nella parte orientale del paese, impossibile annoiarsi…Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Photo by Stephanie Frias on Pexels.com

Il Museo dell’Oro a Bogotà Colombia

Ovunque vi troviate in questo pianeta, statene certi che troverete un museo da visitare, un museo che narra la storia del luogo dove vi trovate o un museo pieno di reperti storici o opere d’arte patrimonio dell’umanità. Comunque sia, ogni giorno è una bella  giornata per passarla a contemplare il mondo sotto altri punti di vista. Per esempio, se oggi fossimo in Colombia e precisamente a Bogotà, la sua splendida capitale, vi  inviteremo al Museo de l’oro, uno dei più belli al mondo, anche se fare una classifica è difficile, ogni Museo vive grazie alle sue peculiarità.  Il Museo del’oro nasce nel 1939, il primo pezzo esposto fù il Popolo Quimbaya, un recipiente adibito al contenimento della calce in polvere che veniva masticata con le foglie di coca. Dopo mille vicissitudini nel 2008 il museo è stato ingrandito e adesso ospita circa 34000 pezzi in oro, la più importante collezione di manufatti  preispanici del mondo. Un buon motivo per visitare la Colombia e soprattutto la sua capitale.Buona giornata e Buon Viaggio

Una foto dall’Argentina

Un’amica mi manda questa foto bellissima da Buenos Aires, un viale con un tappeto di fiori color lilla, il Flor de Jacaranda, tipico del sud america e di altre aree tropicali. Mi ha rasserenato un po questa immagine, forse perchè c’è solo la natura e nessun altra cosa a deturpare il paesaggio, il tappeto di fiori poi, invita ad una pennichella. Anche l’Argentina non deve essere affatto male come meta, lo dico sempre e mi ripeto, ci vorrebbe una vita solo per viaggiare e altre due o tre per fare il resto o forse due o tre per viaggiare e una per tutto il resto, non so, fate voi. Buona serata e Buon Viaggio

El Ateneo a Buenos Aires

Nessuno avrebbe mai immaginato nel 1919 anno dell’apertura del Teatro, che quasi un secolo dopo, alle porte del terzo millennio il Teatro El Ateneo della bella città di Buenos Aires,capitale Argentina venisse converito in una Libreria, anzi in una delle più belle librerie del mondo. Suggestiva e classica, del vecchio teatro sono rimasti il tendone rosso del sipario e le belle ed eleganti balconate, dove oggi sono ospitati migliaia di volumi, questa libreria la più bella del sud america o tra le più affascinanti è anche considerata una delle tre più belle al mondo. Ancora una volta pare che il vairus come lo chiama il grande poeta, ci impedisce di muoverci come vorremmo, ma un viaggio nella terra del tango tra musiche sensuali e libri è una cosa da prendere in considerazione prima o poi. Buona giornata e Buon Viaggio.

Un Viaggio tra Lima e La Paz

Uno dei viaggi più belli che si possano fare da queste parti, un viaggio strepitoso che copre i circa millecinquecento chilometri che separano da Lima in Perù da La Paz in Bolivia, attraverso la carrettera Panamericana o se vi affascina di più l’Inca Trail come viene anche chiamata la strade che collega le due capitali. Qui tra paesaggi desertici e paesini coloratissimi, attraverso la storia degli Inca e delle popolazioni andine che vivono al di sopra delle nuvole. A Lima, non si può perdere assolutamente la Cattedrale del XVI secolo e i resti del  Tempio di Pachacàmac, scendendo si incontrano due meraviglie che varrebbero il viaggio da sole, il mitico sito archeologico di Machu Picchu la città per eccellenza degli Inca, patrimonio dell’Unesco e uno dei siti più visitati del pianeta, una sorta di luogo mistico spirituale e poi la splendida città di Cuzco, che ha la particolarità di trovarsi a 3550 metri sopra il livello del mare e che oltre agli splendidi resti della civiltà Inca, vanta meravigliosi edifici di epoca coloniale come la sua cattedrale del XVII secolo. Poco distante da Cuzco si trova un pezzo di paradiso, il Parque National Manù, che dalle Ande scende sino alla foresta amazzonica, inutile dire che questo è un luogo dove spendere almeno due o tre giorni, per l’enorme patrimonio naturale, il fratello Andino del Pantanal per intenderci. Un altro mito che ci arriva da questa splendida terra è il lago Titicaca, un vero e proprio sparti acque tra i due paesi, il lago abitato dagli Uros, che vivono su isole di canne nel bel mezzo del lago, qui ci troviamo a quasi quattromila metri di altezza, quindi attenzione, troppo ossigeno può far male e anche se in questo momento l’ossigeno vuol dire vita più che in altri momenti, qui è meglio stare attenti. Da qui tutto è sopraelevato o quasi come il percorso che da Lima arriva sino a La Paz, la capitale più alta del mondo qui siamo a quattromila metri e non si scherza mica. Insomma tra siti archeologici delle civiltà Inca e precolombiane, gli splendidi parchi naturalistici c’è da perdersi, in una delle zone più entusismanti del pianeta, ma sono solo alcune delle eccezionali meraviglie di quest’area e se ci fosse più tempo di potrebbe proseguire verso sud e farsi tutto il Cile sino alla tierra del fuego, ma questo è un’altra viaggio….Buona serata e Buon Viaggio

Meraviglioso Sian Ka’an Yucatàn

Chi non vorrebbe trovarsi immerso tra queste acque trasparenti del caribe?

Sembrerebbe un nome Arabo, ma invece siamo nella parte caraibica del Messico, qualche centinaio di chilometri a sud di Cancun, nello splendido scenario dello Yucatàn. Sian Ka’an è una riserva naturale che, dalla fine degli anni ottanta è divenuta patrimonio dell’umanità, siamo non lontano dalla città Maya di Tulum, dove la fauna si intreccia e vive tra le splendide acque cristalline e il verde lussureggiante delle foreste pluviali, tra le mangrovie e le paludi, tra i coralli e i suoi pesci variopinti è una miriade di uccelli multicolore, qui tra le sue acque spettacolari potreste incontrare qualche delfino o nuotare con le iguane, questi rettili infatti, amano passare del tempo in acqua e sono grandi nuotatori. Ci si arriva attraversando la foresta sino al villaggio di pescatori di Punta Allen, non lontano dalle rovine Maya di Cobá, insomma un tesoro sotto ogni punto di vista ….Buon Sabato e Buon Viaggio

Il meraviglioso Pantanal

Proprio stanotte si è giocata in Brasile la finale della Coppa America di calcio, vinta dall’Argentina per uno a zero con golasso di Di Maria, pare che ci fossero alcuni tifosi brasiliani che per protestare contro il simpatico (manco sott’olio) Bolsonaro, hanno tifato per gli eterni rivali dell’albiceleste. Intanto nella regione amazzonica è sparita una fetta di area protetta grande quattro volte l’area di New york. Nonostante tutto il Brasile ha degli angoli che sono di una bellezza impressionante. Il Pantanal è certamente uno di questi luoghi, una delle pianure più belle di tutto il pianeta, si estende per 150000 chilometri quadrati e abbraccia gli stati del Brasile, del Paraguay e della Bolivia. La ricca presenza di fauna e flora ne fanno un santuario per i naturalisti, oltre che un sito patrimonio mondiale, sotto la tutela dell’Unesco, un viaggioper chi ama il viaggio di scoperta e per chi ama vedere gli animali dal vivo, nel loro ambiente naturale. Tra le cose più belle di questa regione c’è il Giaguaro, il grosso felino sudamericano è oggetto di avvistamenti sempre più frequenti, qui lungo i fiumi  è possibile ammirare questo possente animale, il Pantanal è una riserva protetta, quindi gli animali non hanno paura dell’uomo e difficilmente scappan , Il periodo migliore  per visitare questo paradiso è durante la stagione secca da Luglio a Settembre, qui si può fare anche self drive, ma il consiglio è di affidarvi a qualche agenzia in loco. Ricordate che questo è un santuario della natura quindi la precedenza ce l’hanno i residenti, Capibara, Pappagalli di ogni genere e colore, giaguari, caimani, cervi, e le impressionanti spire delle anaconda, noi in quanto ospiti possiamo ammirare, senza toccare e soprattutto tenendo ben presente le regole di comportamento con gli animali selvatici …..questo è uno dei viaggi che metto nella mia Bucket List e voi cosa ne pensate…..Buona Domenica e Buon Viaggio