Il Museo dell’Oro a Bogotà Colombia

Ovunque vi troviate in questo pianeta, statene certi che troverete un museo da visitare, un museo che narra la storia del luogo dove vi trovate o un museo pieno di reperti storici o opere d’arte patrimonio dell’umanità. Comunque sia, ogni giorno è una bella  giornata per passarla a contemplare il mondo sotto altri punti di vista. Per esempio, se oggi fossimo in Colombia e precisamente a Bogotà, la sua splendida capitale, vi  inviterei a seguirmi tra le sale del Museo de l’oro, uno dei più belli al mondo per i reperti precolombiani e non solo, anche se fare una classifica è difficile, ogni Museo vive grazie alle sue peculiarità e soprattutto alle grandi donazioni di governi e privati.  Il Museo del’oro nasce nel 1939, il primo pezzo esposto fù il Popolo Quimbaya, un recipiente adibito al contenimento della calce in polvere che veniva masticata con le foglie di coca. Dopo mille vicissitudini nel 2008 il museo è stato ingrandito e adesso ospita circa 34000 pezzi in oro, la più importante collezione di manufatti  preispanici del mondo. Un buon motivo per visitare la Colombia e soprattutto la sua capitale. Buona giornata e Buon Viaggio

World Famous Streets “Stephen Avenue Walk” Calgary Alberta

Lo stato dell’Alberta ha nelle due città di Edmonton e Calgary due veri gioielli, sempre tra le città più vivibili del mondo, qui a Calgary a parte il grande freddo invernale, si sta proprio bene. La città dista un paio di ore di auto dalla capitale dello stato Edmonton (altro bellissimo luogo dove vivere) ed è praticamente alle porte dei bellissimi parchi sulla splendida Icefield Parkway, Banff, Yoho e Waterton giusto per citarne alcuni,una città giovane, molto bella e soprattutto all’avanguardia. Stephen Avenue Walk è una delle isole pedonali più belle del centro della città, non lontano dal lento, ma talvolta tumultuoso Bow River. Qui è un susseguirsi di locali e negozi di ogni genere, molti viaggiatori sono attratti dalle pulizia e dai fiori appesi sui lampioni, una costante delle città dell’ovest canadese e che ricordano un’altra bellissima città del Canada: Vancouver. Insomma se volete farvi una bella passeggiata tra i grattacieli dell’Alberta, qui siete nel posto giusto e fra qualche mese ve la proporrò dal vivo, magari con un video che ne dite ? ….Buon Sabato e Buon Viaggio

download (6)

Il giorno della memoria…perduta

La giornata volge al termine, una giornata cupa e freddina, oggi come ormai accade dal 2005 è la giornata della memoria, istituita dalle Nazione Unite con la risoluzione 60/7 del 1 Novembre 2005, la gioranta per commemorare tutte le vittime dell’olocausto. Non ne ho parlato mai, per noi lo hanno fatto le centinaia di libri scritti dai sopravvissuti e le decine di pellicole cinematografiche di artisti noti e meno noti, ne parlo oggi, perchè nel mondo la radicalizzazione di alcune brutte idee che portarono a quella tragedia, stanno nuovamente riemergendo, non solo nei confronti degli Ebrei, ma soprattutto in tutta l’Europa occidentale, verso gli immigrati che arrivano di continuo specialemnte sulle nostre coste, ma questo vale un po ovunque, negli Stati Uniti lungo il confine con il Messico e anche in altre zone del nostro mondo. Oggi e non solo oggi bisogna ricordare quanto accaduto, perchè ci sono ancora troppi uomini e donne che hanno atteggiamenti aggressivi e spesso xenofobi, nei confronti degli altri. In Germania hanno arrestato qualche settimana fa, decine di persone che erano pronte ad un colpo di stato per restaurare il reich, negli Stati Uniti dopo la sconfitta di trump, alcuni nazionalisti e primatisti ( starà per primati?) hanno assaltato Capitol Hill devastando alcune aree del congresso americano e per ultimo il Brasile, dove uomini della destra vicini all’ex presidente bolsonaro hanno attaccato e tentato di devastare il palazzo presidenziale a Brasilia dopo la sconfitta dello stesso. La memoria perduta, soprattutto per tutte le guerre che si combattono sul pianeta, non solo l’ultima in ordine cronologico, ma soprattutto quesi paesi dillaniati da guerre ultradecennali, come avviene in Iraq o nello Yemen o in Siria, oppure come l’Afghanistan e l’Iran dove regimi totalitari negano i diritti fondamentali non solo alle donne, insomma un mondo non proprio bellissimo e non un modello di pianeta che ci piacerebbe avere per il futuro dei nostri figli e delle generazioni future. Viva tutt le persoen che ogni giono nel nostro mondo fanno qualcosa per gli altri. Buon pomeiggio e Buon Viaggio

Photo by Pixabay on Pexels.com

World Famous Streets “Khaosan Road” Bangkok

La Thailandia rimane ancora oggi una tra le mete preferite dai viaggiatori di tutto il mondo, non più solo hippie in cerca di una vacanza tropicale a basso costo, ma ormai sono in molti a recarsi nel paese del sud-est asiatico. Bangkok la capitale dello stato è anche una delle più popolari città del mondo, qui tra le sue vie principali troviamo Khaosan Road, se vogliamo parlare di cibo di strada allora siamo nella parte giusta del pianeta. Khaosan è un susseguirsi di bancarelle negozi di ogni genere di articolo, proprio ogni genere e abbondano i carretti che cucinano ogni genere di “prelibatezza”, qui c’è un via vai che va avanti per tutte le ore del giorno e della notte, non lontano dallo splendido palazzo reale e di altri tra i templi più importanti della capitale thailandese. Se arrivate a Bangkok quasi certamente arrivirete a Khaosan e magari anche voi assaggerete il kaprao grob o Pla pao o una delle altre deliziose pietanze del cibo thailandese di strada…Buon Venerdì e Buon Viaggio

Photo by suzukii xingfu on Pexels.com

Scatto d’annata G come Grand Canyon

La felicità è spesso dietro l’angolo, non c’è ne accorgiamo sempre e quindi tiriamo dritto sbagliando strada per anni, ma quando c’è ne accorgiamo allora eccola lì che ci aspetta da tempo è non è mai andata via. La mia quarta volta al Grand Canyon profuma di vita e di libertà, ero ad un bivio e non lo sapevo, imboccai la strada giusta ? Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Signals from the Planet ” Wyoming Forever West “

Se pensate alla grande frontiera americana, allora non potete che pensare al Wyoming, lo stato del parco nazionale di Yellowstone e del Grand Teton, qui lo yellostone river e lo snake river hanno plasmato inesorabilmente le valli, tra le montagne rocciose e le grandi pianure americane, dove una volta vivevano grandi mandrie di bisonti e soprattutto alcune delle tribù indiane. La parte più interessante dello stato è quella che si trova a nord est, al confine con un altro stato splendido: L’Idaho, qui infatti si trova Jackson Hole che è la porta dei due grandi parchi nazionali. Uno stato non molto più piccolo della nostra Italia, dove vivono poco più di 500000 persone, altro che sovraffollamento. Questo è uno dei cartelli che troverete tra le strade dello stato del nord america. Buona giornata e Buon Viaggio

IMG_0724.JPG

Intervallo ( Wolf in New York )

Il Campo da golf del Diavolo Death Valley

Dicono che nei prossimi anni le temperature della pianura padana assomiglieranno molto a quelle del Texas, anche se a me le ultime stagioni estive mi sembravano più vicino alla fornace della Death Valley in California, uno dei punti più caldi della terra in assoluto. Però anche al caldo tremendo di un deserto come quello californiano si possono trovare luoghi particolarmenti affascinanti come quello nella foto che sembra una buca da golf ma che è in realtà una delle tante buche che si trovano in questa salina nella Valle della morte, nel pieno del deserto del Mojave in California appunto. Siamo tra Furnace Creek e il badwater basin, il sole a picco e le alte temperature si riflettono sul sale e diventano anche pericolose se non siete adeguatamente attrezzati, quindi scorta d’acqua, cappellino e occhiali da sole, mi raccomando. Forse proprio le caratteristiche di questo luogo, gli hanno regalato il nome: Devil’s Golf course, il campo da golf del Diavolo, un campo da golf per noi principianti, anche se forse con il Diavolo meglio non scherzarci troppo…Buona giornata e Buon Viaggio

IMG_2333

Quindi pensiamo al 2025

Mentre ancora non siamo andati in Canada, io come le grandi nazioni che si candidano per i mondiali e/o le olimpiadi del 2040, inizio a studiare il viaggio dei viaggi, quello che mi porterà nella terra dei Maori e soprattutto alle isole Yasawa, l’arcipelago a nord est delle Fiji che è il mio sogno da quando ho iniziato a volare. Sono fatto così, ho necessità di programmare, vivere il presente con un occhio al futuro soprattutto in termini di viaggi, avevo già fatto un viaggio in Australia in camper, perchè non ripetere l’esperienza in Nuova Zelanda. In realtà avremmo già stabilito i prossimi tre viaggi, dopo il Canada ci sta benissimo Seul, che avremmo dovuto visitare nel 2020, ma questa è storia e non si può cancellare… Quindi piano piano, iniziamo ad informarci e come al solito sono aperto a consigli e suggerimenti su quella o altre destinazioni. Le Yasawa…Buona serata e Buon Viaggio

Photo by Liam Spicer on Pexels.com

Books For Travelers “ Memorie delle mie puttane tristi “ G. García Marquez

Si può essere eccentrici anche a novant’anni ? Secondo questo splendido capolavoro di Marquez sembra di sì, indubbiamente uno dei libri dell’autore sudamericano più Bellini. Assoluto, con un bel finale neanche troppo scontato, ma con una storia tra l’esilarante e il sentimentale, comunque anche l’autore sostiene che siamo vecchi solo quando lo siamo dentro o no? Bello bello, da leggere più volte…Buon pomeriggio e Buon Viaggio