Tag Archive for ‘Italy’

Il Castello di Masino

Una residenza millenaria quella del Castello di Masino, nel Canavese a Caravino in provincia di Torino. Qui hanno abitato per oltre dieci secoli i Conti Valperga di Masino. Oggi il FAI, di cui ci onoriamo di essere soci, per la giornata del FAI, ha organizzato un’apertura straordinaria di questo luogo, con visite guidate. Noi avevamo prenotato per tre, ma Lella è stata messa KO dalla seconda dose del vaccino, quindi siamo andati solo io e la “Contessina” Rebecca, inutile dire quanto siano educative e istruttive queste giornate per lei e per me, l’importante è sapere che si sia divertita e che le sia piaciuto quello che ha visto. Il Castello al suo interno ha delle stanze con degli affreschi bellissimi, biblioteche, sale da conversazione, camini e stufe ovunque, letti a baldacchino ed altri arredi della fine del settecento sono tutti ben conservati, ma è all’esterno che regale le cose migliori con un parco immenso con vista a trecentosessanta gradi sulle montagne e le valli sottostanti. C’è anche un labirinto della lunghezza di oltre un chilometro, dal quale se non si sta attenti non si esce più, un bel roseto e piante meravigliose, prati verdissimi e sentieri in mezzo ai vigneti molto interessanti, ci si può andare con i nostri amici a quattro zampe, insomma una bella metà . Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Alberi meravigliosi

Chissà come era bella Palermo verso la metà del mille ottocento, quando ancora l’Italia non era neanche una nazione, il giardino inglese  nacque proprio nel 1851, un bel parco cittadino, non molto grande per la verità, incastonato, tra via Duca della verdura, via Carlo Alberto Dalla Chiesa e via libertà, in quella che una volta era la Palermo liberty assolutamente meravigliosa. Dopo anni di incuria, oggi il giardino inglese è tornato un bel luogo, un po’ come tutta Palermo una città meraviglioso, ecco per oggi lasciatemi qui, tra questi alberi secolari che ispirano fiducia, così ne ho visti solo ad Hing Kong, che in quanto a British ne sa qualcosa Buona giornata e Buon Viaggio

La Strega del Verziere

Questa via , nel pieno centro del capoluogo lombardo  è famosa per essere stata la casa della Strega del Verziere, qui infatti secondo alcune leggende meneghine ha abitato nel periodo della peste, la più potente strega della città, questo perché durante l’ultima epidemia di peste, questa zona è stata risparmiata dal virus, da qui nacquero tutte le storie sulla strega del verziere. In realtà i motivi, furono altri, nel palazzo al numero due di via laghetto, allora una zona meno nobile rispetto ad oggi, ci abitavano le famiglie dei Carbonai, fu forse la fuliggine che gravava in questa zona a far si che nessuno rimase colpito dalla peste o forse no? Nella facciata di questo palazzo signorile, trova posto uno splendido ed enorme quadro che rappresenta appunto al Madonna dei Carbonai, ritratta insieme a San Rocco, San Sebastiano e San Carlo Borromeo, questo splendido lascito è qui da quattrocento anni circa, una cosa spettacolare, se vi trovate in zona città studi, non lontano da piazza del Duomo, fate un salto in via laghetto , chissà cosa potrebbe riservarvi la strega del Verziere, magari vi renderà immuni anche al Covid19 …..Buon pomeriggio e Buon Viaggio

download (51)

La Baronessa di Carini

La Sicilia offre veramente molto, non solo mare, ma soprattutto cultura millenaria, qui i greci avevano già portato la loro civiltà già duemila cinquecento anni fa e infatti ci sono molti edifici a testimonianze del passaggio ellenico da queste parti. Ma noi oggi andiamo a visitare un Castello, che con la Grecia non ha nulla a che spartire, ma che è il luogo di una tragedia famosa non solo in Sicilia, il Castello la Grua, il castello della Baronessa di Carini. Se avete visto la trasposizione televisiva di questa storia, sia quella con Ugo Pagliai degli anni settanta che quella con Lando Buzzanca e Luca Argentero dei giorni nostri, allora sapete del grave delitto che si perpretò ai danni della Baronessa della Grua, rea secondo il di lei marito di tradimento. La storia di Laura Lanza ancora oggi affascina, uan leggenda popolare dice che all’interno delle mura del castello, ancora si aggiri il suo fantasma, vero o non vero, questo maniero recentemente ristrutturato merita una visita, come anche il vecchio borgo di Carini. Il castello ospita anche il Mops, il museo dei pupi di Angelo Sicilia, famoso per il suo impegno con i suoi pupi antimafia, un bel connubbio senza dubbio, l’alone di mistero che pervade questo sito lo si avverte girando tra i saloni e le camere dove visse il Barone La Grua con sua moglie Laura, sino al delitto. Buona giornata e Buon Viaggio

Nelle Marche più belle

Quando arrivate in questo bellissimo paese tra le Valli dei Fiumi Tesino da una parte e Tronto dall’altra, vi immergerete da subito in uno dei più affascinanti borghi medioevali della regione, Offida infatti è un paese tra i più belli della regione e anche il capoluogo Ascoli Piceno ne è una bella testimonianza. Questa era la patria di due grandi Generali dell’Impero Romano Pompeo Magno e Tito Labieno e nel territorio sono presenti ancora molte testimonianze dell’impero romano. Tra i vicoli stretti della città si trovano alcuni delle meravigliose costruzioni storiche di cui è ricco il territorio del nostro bel paese, come la bellissima chiesa di Santa Maria della Rocca e il palazzo del municipio di Offida, anche le chiese di Sant’Agostino e la Collegiata sono delle chiese storiche è di indiscusso valore artistico. Un periodo interessante per arrivare da queste parti è certamente quello che coincide con il Carnevale Storico Offidano che risale al 1500 con rappresentazioni storiche in costume molto molto belle. La regione offre tra i prodotti tipici alcune delle eccellenze del nostro paese il Rosso Piceno che è un ottimo vino e Il pecorino Offidano DOP. Insomma per la ripartenza le Marche non hannp certo bisogno della mia pubblicità e sono una bella meta assolutamente .Buon pomeriggio e Buon Viaggio

La Fontana di Pinocchio a Milano

Questa è veramente una chicca , una statua di Pinocchio bambino che guarda il burattino inanimato ai suoi piedi , si trova  nei giardinetti di via indipendenza a Milano . Una statua che per anni è statua oggetto delle “cure” becere dei vandali , che l’hanno resa irriconoscibile ; Oggi è nuovamente attiva dopo il restauro e la nuova inaugurazione avvenuta nel 2013 , speriamo rimanga intatta per molti anni , sperando che cresca in popolarità e magari l’educazione dei cittadini cresca di pari passo …Buon pomeriggio e Buon Viaggio

fontana-a-pinocchio-vandalizza

A Milano Santa Maria presso San Satiro

Siamo nel cuore del capoluogo meneghino a pochi passi da Santa Maria Nascente (il Duomo di Milano) , in una delle chiese meno conosciute, ma più belle di Milano: Santa Maria presso San Satiro, una meravigliosa costruzione del millequattrocento, con capolavori meravigliosi del Bramante . La costruzione che oggi si vede, voluta da Giangaleazzo Sforza , è costruita dove si trova il Sacello di San Satiro, l’unica cappella dedicata al Santo, San Satiro, nato a Triviri e fratello di Sant’Ambrogio. La Basilica odierna finita nel quindicesimo secolo è un capolavoro tra i meno visitati, quindi quando passeggiate per le vie del centro dedicate una mezz’ora alla visita di questa spettacolare chiesa, ne vale a pena assolutamente . Buona serata e Buon Viaggio

A Bionaz per una bella passeggiata

Uno dei luoghi più belli della Valle D’Aosta, si trova sopra la Valpelleine, siamo a Bionaz , che offre moltissimi itinerari escursionistici, alcuni partono dal lago di Place Moulin, un lago dalle acque turchesi formatosi dalle acque del torrente Buthier, che è bloccato da una diga tra le più grandi del continente europeo . Arrivati al parcheggio , camminando sul sentiero che costeggia il lago , troverete poco prima del rifugio prarayer alcuni sentieri di varie difficoltà, qui si arriva sino ai 3440 metri di Chateau des Dames , da dove si gode di una splendida vista sul Cervino e sulla Val Tournenche, ma per arrivare qui bisogna avere tanta passione e soprattutto tanto fiato , però il paesaggio è veramente incredibile, appena si potrà ci proveremo. Qui si produce anche un ottimo miele. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Italian Waterfalls

instagram.com/stories/massitosto/2522135964464824685

Una bellissima scenografia che non ha nulla da invidiare ad altri luoghi simili in giro per il globo, le cascate o la cascata di Isollaz come meglio preferite ad una mezz’ora da Aosta sulla strada per Champoluc , si scende nel Canyon, con una passeggiata di una ventina di minuti e voilà lo spettacolo è assicurato …..Buona giornata e Buon Viaggio

Destination Lost

Che meravigli quando parti per una destinazione che non raggiungerai mai , ma torni a casa felice . Stamattina abbastanza presto , siamo partiti con la convinzione di andare a visitare gli orridi di Sant’Antonino , ma una volta arrivati a Ponte Nizza , dove siamo soliti fare rifornimento di cibo (focacce e salumi di gran qualità) , mente facevamo uno spuntino ci siamo detti , ma perchè anzichè , non facciamo così . Quindi cambio di destinazione e via per la montagna di Pietra Corva , una splendida area naturalistica da qualche anno sito di interesse comunitario , con al centro uno splendido giardino Botanico . Siamo saliti sino al grande spiazzo da dove partono tutti i sentieri , abbiamo trovato tutto chiuso , ma i sentieri sono aperti e abbiamo trovato anche un po di neve , Rebecca si è divertita , abbiamo mangiato le nostre buonissime focacce e poi abbiamo deciso di andare sul passo Penice , dove per colpa mia ci stavano ribaltando con l’auto e solo grazie alla gentilezza di una coppia siamo riusciti a rimetterci in strada . A parte questa disavventura , nella discesa verso casa , mentre gli altri occupanti erano impegnati a schiscciare un pisolino , arrivati a Godiasco , il paese della scrittrice Nadia Mogni , ho deciso di fare una deviazione , prima appena sopra il bel centro dell’oltrepo , per vedere da fuori la Rocca di Montalfeo , un bellissimo maniero che viene però usato solo per Eventi e Matrimoni , ma molto molto bello e poi la sorpresa più grande : La Fattoria Cabanon , dove oltre alla produzione di ottimi vini si possono ammirare i campi di lavanda , in un bellissimo e spettacolare panorama , ve ne accorgerete perchè i campi di lavanda sono delimitati da staccionate color lilla , insomma a metà Giugno verremo a comprare qualche ottima bottiglia di vino e a godere dello spettacolo della lavanda in fiore e magari acquisteremo anche qualche olio essenziale prodotto dalla fattoria . Insomma nonostante la nostra prima destinazione non l’abbiamo neanche vista , la giornata (ventilata) con una splendida luce è stata molto divertente e ci ha regalato qualche spunto per il futuro …….Buona serata e Buon Viaggio

1

La Custode della Luna

Segreti e misteri di una strega "lunatica"

HIC SUNT LEONES

Sintesi del Tavellismo in piena libertà...o quasi

It’s raining cats and dogs

Self-deprecating everyday casualties

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: