Archive for ‘Italia’

Buongiorno dal Petit St Bernard

Il passo è stato da poco riaperto, il motivo è la tanta neve caduta fino a Maggio per uno spettacolare panorama sul piccolo San Bernardo , un saluto dai 2188 metri e d’ago splendidi didici gradi. Buona giornata e Buon Viaggio

A Fontanellato inseguendo il Parmigianino

Lungo la strada che da Piacenza porta a Parma, si trovano alcuni castelli medievali molto ben tenuti, alcuni con delle peculiarità che lasciano il visitatore a bocca aperta, come accade per la rocca Sanvitale di Fontanellato, uno splendido maniero medievale con un fossato ricolmo d’acqua. In questo luogo si intrecciano le storie di alcune delle famiglie storiche italiane come i Visconti, i Sanvitale che hanno dai signori milanesi ereditato questa splendida dimora e i Farnese, ma il vero gioiello si trova all’interno ed è la Stufetta di Diana e Attone, qui vi sono alcuni affreschi del cinquecento eseguiti dal Parmigianino, al secolo Francesco Girolamo Maria Mazzola, pittore Parmense famoso in tutto il pianeta, che è stato uno dei grandi pittori del rinascimento italiano. Di rocche e castelli il nostro paese è ricco, in questa zona ve ne sono alcuni veramente splendidi, quello di Fontanellato è decisamente uno di questi. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Il Maestoso Castello di Torrechiara

La nostra giornata è partita presto questa mattina e dopo la splendida infiorata, ci siamo diretti verso la val di Tacca lungo la strada del prosciutto, per goderci lo splendido castello medievale di Torrechiara e il suo borgo. Uno dei manieri quattrocenteschi più grandi e meglio conservati del nostro paese, nonché una delle locations del film Lady Hawke.

Prenotando la prima domenica del mese è gratuito e quindi ancora più bello. Buona giornata e buon viaggio!

Infiorata 2021

Non lontano da Fiorenzuola si trova una splendida Abbazia cistercense dedicata a San Bernardo, siamo Chiaravalle della Colomba, nel piccolo comune Emiliano di Alseno. L’abbazia da sola meriterebbe una visita, un edificio di quasi mille anni, conservato meravigliosamente, ma oggi la visita vale di più . Infatti da oggi fino al 20 del mese di Giugno, all’interno della bellissima basilica troverete l’infiorata, quest’anno il tema è l’annunciazione. Il lavoro viene interamente eseguito dalla comunità monastica cistercense e vede la collaborazione degli artisti Vittoria Grazioli e Franco Finetti e dei volontari delle parrocchie limitrofe. La grande composizione floreale, ripercorre dall’annunciazione sino all’Eucarestia di San Giuseppe , passando per la natività, i Magi e la fuga in Egitto. Un bellissimo luogo e una splendida iniziativa, il chiostro esterno è semplicemente meraviglioso. Buona domenica e Buon Viaggio

La cappella del Barolo

Nel bel mezzo dei vigneti, tra La Morra e Barolo, nell’Elba langhe Cuneesi , si arriva con una camminata di circa mezz’ora dal bel centro medievale di La Morra, alla cappella della Madonna delle grazie, conosciuta anche come Capella del Barolo. Qui per volontà della famiglia Ceretto, proprietaria di quest’area, gli artisti Sol LeWitt, americano e David Tremlett inglese, nel 1999, hanno restaurato la facciata esterna di questa cappella, rendendola, la più colorata d’Italia, il ritorno è allenante e tutto in salita, ma è tutto molto bello. Buona giornata e Buon viaggio

Il bosco incantato

Se volete una meta per una mezza giornata fuori porta, allora il bosco incantato è una buona soluzione. Sulle splendide colline dell’Oltrepo Pavese, nel bellissimo borgo di Zavattarello. Dalla piazza principale, prendete la strada che vi porterà con una bella camminata in cima, dove si trova il bel Castello Dal Verme. Poco prima si trova una deviazione che vi porterà su un sentiero in mezzo ai boschi inoltrandovi nel quale arriverete nel cuore di questo bosco, chiamato appunto, Bosco incantato . Una passeggiata in sali scendi di una trentina di minuti immersi nel verde in un bel sentiero tra alberi secolari che vi riporterà al punto di partenza è cioè la bella piazza del piccolo centro. Una bella gita, da fare magari, aggiungendo qualche altra bella tappa e nella zona di cose belle non ne mancano . Buona serata e Buon Viaggio

Un borgo Meraviglioso: Cefalù

Inutile elencare i nomi di Cefalù in Fenicio, in Greco, In Latino o in Arabo, per dire che questo splendido borgo Marinaro, inserito nel parco delle Madonie è uno dei borghi più antichi e più belli d’Italia. A circa settanta chilometri da Palermo, Cefalù è un centro balneare che durante il periodo estivo quadruplica la sua popolazione, con turisti che arrivano da tutto Italia, ma anche dall’estero, che vengono certamente per il bel mare e la buona tavola, ma anche e soprattutto per quello che rappresenta questo centro che ha origini antichissime, la cinta muraria e il tempio di Diana sono esempi di costruzione megalitica risalenti al quinto secolo AC, si susseguono nel tempo  invasioni romane, Bizantine ed Arabe e Normanne, che modellarono la città secondo i canoni di queste civiltà. La Bellissima chiesa medioevale di S.Giorgio si deve al Re Normanno Ruggiero VII e la cattedrale Arabo Normanna è stata inserita da poco nel Patrimonio mondiale Unesco. Tutto questo rende questo piccolo Borgo una metà ideale per una vacanza all’insegna della cultura e del relax, buona anche come base per escursioni, nel vicinissimo parco delle Madonie e per la vicinanza con Palermo, altro luogo, come tutta la Sicilia del resto, di immenso valore Storico. Preparatevi a degustare anche le numerose opere d’arte culinarie, Arancine e Granite su tutti. Buon Viaggio e Buona Domenica

Il Castello di Masino

Una residenza millenaria quella del Castello di Masino, nel Canavese a Caravino in provincia di Torino. Qui hanno abitato per oltre dieci secoli i Conti Valperga di Masino. Oggi il FAI, di cui ci onoriamo di essere soci, per la giornata del FAI, ha organizzato un’apertura straordinaria di questo luogo, con visite guidate. Noi avevamo prenotato per tre, ma Lella è stata messa KO dalla seconda dose del vaccino, quindi siamo andati solo io e la “Contessina” Rebecca, inutile dire quanto siano educative e istruttive queste giornate per lei e per me, l’importante è sapere che si sia divertita e che le sia piaciuto quello che ha visto. Il Castello al suo interno ha delle stanze con degli affreschi bellissimi, biblioteche, sale da conversazione, camini e stufe ovunque, letti a baldacchino ed altri arredi della fine del settecento sono tutti ben conservati, ma è all’esterno che regale le cose migliori con un parco immenso con vista a trecentosessanta gradi sulle montagne e le valli sottostanti. C’è anche un labirinto della lunghezza di oltre un chilometro, dal quale se non si sta attenti non si esce più, un bel roseto e piante meravigliose, prati verdissimi e sentieri in mezzo ai vigneti molto interessanti, ci si può andare con i nostri amici a quattro zampe, insomma una bella metà . Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Finalmente ci si muove

Siamo partiti per una destinazione precisa, dimenticando che siamo ancora in piena pandemia e alcuni luoghi durante il week end sono chiusi. Quindi visto che eravamo ormai fuori porta, ci siamo avventurati per l’alto Monferrato, tra i piccoli centri di Gavi e Ovada, come prima tappa ci siamo fermati a visitare il castello di San Cristoforo il castello degli spinola del XIV secolo, il cortile è aperto eravamo solo noi e ci siamo gustati il silenzio, la grande torre e il ronzio delle api. Poi ci siamo spostati a Gavi dove da lontano abbiamo ammirato il forte di Gavi, una fortezza di origine medievale che meriterebbe una visita mirata. Poi tornando indietro da Ovada, nel piccolo centro di Mornese a ridosso dell’appennino ligure, ci siamo imbattuti in una giant bench, una bella camminata di circa cinque chilometri per arrivare alla panchina(tra andata e ritorno) , in un bellissimo sentiero in mezzo al bosco, splendida la vista sulla valle sottostante. Poi a Castenuovo Scrivia ci siamo imbattutti in un coloratissimo tappeto giallo, penso fosse un campo di colza, ma non ne sono certo, però meraviglioso. Siamo tornati stremati, ma felici come sempre. Buona serata e Buon Viaggio

Alberi meravigliosi

Chissà come era bella Palermo verso la metà del mille ottocento, quando ancora l’Italia non era neanche una nazione, il giardino inglese  nacque proprio nel 1851, un bel parco cittadino, non molto grande per la verità, incastonato, tra via Duca della verdura, via Carlo Alberto Dalla Chiesa e via libertà, in quella che una volta era la Palermo liberty assolutamente meravigliosa. Dopo anni di incuria, oggi il giardino inglese è tornato un bel luogo, un po’ come tutta Palermo una città meraviglioso, ecco per oggi lasciatemi qui, tra questi alberi secolari che ispirano fiducia, così ne ho visti solo ad Hing Kong, che in quanto a British ne sa qualcosa Buona giornata e Buon Viaggio

Le foci dell'Eufrate

ovvero le frasi che urlo di notte

Serenità interiore

il mio mondo fra le ombre

La Custode della Luna

Segreti e misteri di una strega "lunatica"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: