Scatto d’annata C come Clive Street

Come non parlare bene di Singapore, impossibile, anche perché questa città è veramente una delle più cosmopolite al mondo, una delle città (molte per la verità) dove mi sono sentito sempre al sicuro e mai in pericolo, una di quelle città con un centro così pulito da fare invidia al bagno di casa, una città con alcuni quartieri etnici particolarmente caotici e colorati, come quello di little india, tagliato in due proprio da Clive street. In questo scatto un lupo abbastanza giovane e soprattutto magro, così da portare una camicia in una città dove di giorno si raggiungevano tranquillamente i trentotto/quaranta gradi, cosa impossibile da fare oggi. Arrivammo a Singapore da Gangga island, splendida località indonesiana, al largo delle coste del Sulawasi, volevamo vedere Singapore, anche solo per fare un aperitivo al mitico Raffles Hotel, siamo stati tre giorni in questa città stato, tre giorni intensi a camminare ovunque, mi piacerebbe tornarci, un giorno non molto lontano. Buona serata e Buon Viaggio