Monastero di Santa Caterina in Sinai Egitto

Siamo nell’Egitto dei Faraoni , nella zona desertica del Sinai , da queste parti sorge uno dei più interessanti Monasteri del paese Musulmano , dal 527 anni della sua fondazione da parte dell’Imperatore Giustiniano , ci vive una congregazione di monaci greci ortodossi . Solo tra il IX e il X secolo questo monastero fu dedicato a Santa Caterina , visto che i monaci raccontarono di aver trovato il corpo della Santa proprio vicino alle pendici del monte Caterina . Questo monastero vanta oltre duemila Icone religiose , e una biblioteca contenente una collezione di manoscritti del cristianesimo seconda solo a quella del Vaticano , ma non finisce qui , secondo quanto si dice , al suo interno si troverebbe parte del roveto dal quale Mosè udì la voce di Dio , insomma mica male per un luogo di culto . Bellissima anche la Basilica della trasfigurazione e il pozzo di Mosè , dove si dice , che lo stesso  abbia conosciuto la sua futura moglie la figlia di Jethro . Un bellissimo viaggio quello nell’antico Egitto , anche se oggi non è particolarmente consigliato , rimane una delle mete più affascinanti in assoluto …..buona giornata e Buon Viaggio

Safaga :Best colors underwater

Qualche chilometro a sud di Hurgada , si trova questa cittadina egiziana famosa , come del resto tutto il mar rosso per i meravigliosi fondali . Safaga è una delle località dell’Egitto più in voga in questo momento , i suoi fondali marini sono ricchissimi di grandi pesci e i colori della barriera corallina sono ancora meravigliosamente sgargianti , qui ci si può affidare a espertissimi centri per il Diving , ma anche soltanto con lo snorkeling , si può godere del meraviglioso mondo sottomarino . Safaga risulta essere una delle migliori mete al mondo per lo snorkeling , quindi , visto che qui sembra non arrivare la primavera , perché non trasferirci da quelle parti ? …..Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Abu Simbel l’Egitto Indimenticabile

Un sito storico a circa 500 chilometri a sud di Luxor , che deve il suo passato glorioso a uno dei faraoni più longevi e più potenti dell’antico Egitto , Ramses II che per celebrare il trentaquattresimo anniversario del suo regno fece costruire le statue che lo rappresentano seduto sopra il Tempio del sole . Ma se ancora oggi sono visitabili , lo si deve esclusivamente alla ferma volontà dell ‘ Unesco che nel 1964 durante la costruzione della diga di Assuan fece in modo che il sito fosse spostato in una zona più elevata , senza questo intervento forse oggi non sapremmo dell’esistenza di questo splendido sito luogo . Oggi si può visitare Abu Simbel con un bella crociera sul Nilo (per chi ama il genere ) visitare il Suk di Abu Simbel è un’esperienza quasi mistica e comunque da fare …..Buon Viaggio

download (1)

download