Il Gigante delle grandi pianure

Quando verso la fine del 1700 i bisonti, questi enormi mammiferi cavalcavano le praterie del nord america, nessuno poteva immaginare che l’uomo in meno di un secolo lo avrebbe portato sulla soglia dell’estinzione, i milioni di capi si sono tramutati migliaia poi in centinaia, sino al quasi azzeramento della specie. Oggi nelle praterie si scorgono mandrie di Bisonti che vivono liberamente, tra gli Stati del Nord Ovest Americano e quello canadese, la più alta concentrazione la si trova nei parchi di Yellowstone e Grand teton, tra Wyoming e Montana, ma ormai se ne trovano molti in tutta la zona delle grandi praterie dal Nebraska al South e al North Dakota. Oggi il numero è in crescita, questi animali sono giganteschi e seppur appaiano tranquilli, meglio non farli innervosire e stare lontani, potrebbero diventare veramente pericolosi. Il mio primo incontro con questo animale, risale al 1999 nella mia prima avventura al parco di Yellowstone, fu incredibile. Io ho un entusiasmo decisamente “pronunciato” e vedere da vicino questo gigante mi ha regalato emozioni meravigliose quella volta ne vidi solo un paio, ma poi ho imparato a viaggiare… Buona giornata e Buon Viaggio

Un animale potente

Il bisonte, uno degli animali simbolo del nord america, uno degli animali più possenti del nostro pianeta, ha rischiato l’estinzione per mano del bipede peggiore di tutti: l’uomo. Se amate questi animali poderosi potete trovarli anche in Europa, in Polonia per esempio, vive il bisonte europeo, poco più piccolo di quello americano che ha ripreso da qualche decennio a fare le sue scorribande nelle grandi pianure. In questo video breve, un giovane adulto ci da il suo benvenuto nel parco nazionale di Yellowstone, uno dei santuari di questa magnifica creatura. I bisonti sono animali maestosi e quando ne incontrate uno da solo o con una bella mandria, ammirateli, stando al sicuro del vostro mezzo, scendere potrebbe risultare letale. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Stay Polite , everytime , every where !

Spesso non ci rendiamo conto che gli animali sono imprevedibili, spesso cerchiamo di approciarli come facciamo con i gatti e i cani di casa, ma la natura selvaggia è un’altra cosa e bisogna stare molto attenti. Prendiamo i bisonti per fare un esempio, sono animali meravigliosi, ma sono animali che potrebbero rivelarsi fatali per la vita di un uomo, se imparassimo tutti( io per primo, visto che mi avvicino solo per rubare uno scatto) a rispettare le regole di convivenza, certe cose non accadrebbero, invece spesso, almeno nei parchi americani, capita che i turisti si avvicinino troppo a Bisonti, Cervi, alci e Orsi, nella maggioranza dei casi non accade nulla, ma basta niente a spaventare questi grossi animali e le conseguenze possono essere imprevedibili oltrechè letali. Il Bisonte può arrivare a pesare anche una tonnellata ed è stato veramente un caso fortunato che la bimba non abbia riportato danni gravi . Buona giornata e Buon Viaggio

CSC_0378

I momenti migliori per vedere gli animali

Entrando in un parco nazionale, in un’area protetta a orari decisamente inconsueti si hanno maggiori possibilità di vedere gli animali, specialmente quelli più riservati. Infatti gli animali che non amano la confusione, sono solito essere in gruppo, alle prime luci dell’alba e al tramonto. Al mattino all’interno dei parchi nazionali, ci sono veramente pochissime persone, mentre alla sera, quando gli animali si recano vicino ai corsi d’acqua per bere, ci sono moltissime presenze. Qui siamo all’interno di Yellowstone molto presto e la mandria di bisonti ci ha fatto un bellissimo regalo…Buona giornata e Buon Viaggio