Different point of view

Forse il punto panoramico più bello e suggestivo di Ottawa, la splendida capitale canadese, qui abbiamo sostituito la statua di un nativo Irochese con un semisconosciuto che si trovava proprio nel mezzo. Questa verdissima città lungo il fiume Rideau, vi ammalierà con le sue aree pulitissime e verdissime e la sua meravigliosa viabilità, qui tutto è tranquillo e nonostante questa sia la capitale di uno degli stati più grandi del mondo sembra di essere in un tranquillo paese di frontiera Qui Sul Nepean Point, si può godere di un panorama a 360 gradi sulla città, specialmente sul centro di Ottawa, difficilmente troverete il tipo seduto sulla ringhiera ( sono più bello di undici anni fa), ma di certo troverete la statua del nativo sotto il monumento di Samuel de Champlain, un esploratore Francese che ha fondato la città di Quebec City, altro gioiello della costa est del Canada..Buon Sabato e Buon Viaggio

DSC_0375

Il Canada delle montagne rocciose

Scendendo verso sud, lungo una delle strade più belle del mondo, la Icefield Parkway, nel cuore delle montagne rocciose canadesi. Lungo questa strada ad un certo punto incontrerete la bellissima area dove si trova l’Athabasca Glacier, uno dei luoghi simbolo delle Rockies, qui potete arrivare sul ghiacciaio anche con un paio di scarpe da tennis come ho fatto io, ma a vostro rischio e pericolo.

Il ghiacciaio, che in questo scatto si vede sullo sfondo, sino a qualche decennio fa arrivava dove si scorge la lingua ghiacciata un po più a valle, i cambiamenti climatici hanno ridotto notevolmente il volume di questo, come di altri ghiacciai. Le temperature roventi del 2021 in questa area, hanno avuto e avranno un impatto disastroso. Correndo lungo la 93, da Jasper a Banff, ci sono almeno altri cinque parchi nazionali che meritano una visita e nel periodo che va da Aprile a fine luglio, questa strada è il modo migliore per godere della splendida fauna della zona, alci, orsi, lupi, cervi e tanto altro potrebbero attraversarvi la strada in ogni momento, quindi guidate con prudenza e godetevi lo spettacolo. Sarebbe stata la nostra destinazione quest’anno, ma ormai tutti sanno che il viaggio è solo rimandato. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

See you next year North America

Forse non vi avevo ancora detto che il viaggio in Canada previsto per la fine di questo mese è stato definitivamente spostato al 2023, la cosa che mi premeva di più era non perdere i biglietti ( biglietti premio), ci abbiamo messo qualche anno per avere questo premio grazie alle miglia accumulate, sarebbe stato un bel dispiacere. Allora vi parlerò di uno dei miei luoghi del cuore, una delle città, forse l’unica dove mi trasferirei se dovessi lasciare l’Italia, Vancouver e il British Columbia un luogo pazzesco. Sempre in cima alle classifiche delle città più vivibili del pianeta, con una delle età medie più basse del mondo, la giovane città della costa ovest del Canada è una delle città più belle e armoniose del globo senza contare la bellezza della parte nord, dove i boschi sono impenetrabili e il foliage è tra i più belli a queste latitudini. il mio primo ricordo legato a Vancouver, sono stati i bagagli persi (all’arrivo a Seattle) e lo spaghettino accompagnato da un ottimo Campofiorin del Masi 2009. Il ricordo di questa cena in un ristorante italiano di Robson Street, di Vancouver ho una miriade di ricordi, anche se la seconda volta è stata bagnatissima e non abbiamo potuto visitare molto, ma chi si dimentica Stanley Park ? Uno dei parchi cittadini tra i più puliti e belli che abbia mai visto, ma anche Water Street e il vecchio Steamed Clock nel cuore di Gastown, la città “vecchia” dove locali di ogni genere si susseguono tra balconi in ferro battuto ricchi di fiori coloratissimi. Musei, Teatri e tantissime altre attività a Vancouver si vive bene e si sta altrettanto bene anche da viaggiatore. consigliatissima, in ogni stagione. Buona Giornata e Buon Viaggio

Photo by James Wheeler on Pexels.com

Il Viaggio

Un viaggio super tra le montagne rocciose del Canada e la zona più a ovest degli Stati Uniti d’america. Una parte del continente nord americano che prima del giugno del 2013 non avevo nemmeno sfiorato. Per noi questo è il viaggio senza alcuna esitazione, se ci fosse un viaggio che ripeterei all’infinito per godere di ogni singolo luogo è questo, questo è il viaggio che ci ha fatto innamorare definitavemente del Canada, che in questa parte è selvaggia e strepitosa, ma ha anche città speciali, come Vancouver, Calgary e quel piccolo gioiello che è Edmonton. Poi lungo il nostro tragitto abbiamo attraversato lo stretto di Juan de Fuca, per approdare in una delle isole più belle del pianeta: Vancouver Island, una natura incontaminata che vi sorprenderà, dal mare alle foreste troverete una natura ricca e rigogliosa, habitat naturale di orsi e Lupi. Per la parte degli States, gli Stati di Washington e sopratutto l’Oregon vi lasceranno a bocca aperta, specialmente tutto quello che troverete lungo la mitica 101. In questo scatto il parlamento del British Columbia a Victoria, splendida cittadina che ha molto di British sull’ isola di Vancouver…Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Un Viaggio on the road Part 1

Il 2011 è l’anno di un grande on the road, il primo tra Stati Uniti e Canada, il secondo nella parte est del paese americano, il primo vero viaggio in Canada. In realtà in Canada ci eravamo stati già nel 1995, ma solo alle cascate del Niagara e come nostro costume abbiamo aggiunto luoghi e città non viste in precedenza, come per esempio Portland e il Maine, luoghi fantastici. Il Canada è stata una sorpresa, abbiamo visitato le cascate del Niagara, Toronto, la bellissima Niagara on the lake, Montreal e le bellissime Thousand Islands, la capitale Ottawa, una splendida città e quel gioiello che è Quebec City. Il Canada ci è entrato dritto al cuore e non avevamo ancora visto nulla. Nella parte degli States a parte New York dove siamo stati un paio di notti, abbiamo soggiornato a Philadelfia, che ci è piaciuta molto, se c’è una città che riporta alla storia degli Stati Uniti è proprio questa, Washington la capitale è un luogo dove si respirava il potere emanato dalle sue costruzioni e dai suoi simboli, prima che Capitol Hill venisse assaltata, ma è un’altra storia. Anche Boston ce la siamo goduta alla grande, ma come sempre, quello che mi affascina e ci affascina di più sono i piccoli centri, quei paesini, così organizzati, pieni di angoli verdi puliti e all’apparenza usciti dalle favole, in Canada mi vengono in mente Niagara on the Lake e Prescott, negli States, Warwich nella valle dell’Hudson uno splendido paesino che sembra essere uscito dritto dritto dalla penna di Paul Auster. Buona Giornata e Buon Viaggio

Thoughts…

Sarebbe bello avere il tempo di fare un viaggio dove la destinazione non è prestabilita, con la possibilità di arrivare ad ogni bivio e scegliere in quel momento da che parte andare. Certo ci vorrebbe molto tempo, bisognerebbe avere a disposizione quel tempo che in realtà ci sfugge di mano tutti i giorni, quindi che fare, niente prendiamo la 401 east e ce ne andiamo a Ottawa, che è una splendida città e che sicuramente ci accoglierebbe a braccia aperte. Intanto io è meglio che vado a fare le mie commissioni, altro che Ottawa. Però, la bellezza di un viaggio nel tempo o senza tempo deve essere qualcosa di straordinario…sogno, Buon Pomeriggio e Buon Viaggio

Signals from The Planet ” Revelstoke City Centre”

Vi posso assicurare che tutta questa area è tra le più belle aree naturalistiche, non solo del Canada, ma del pianeta. Siamo nella piccola cittadina di Revelstoke, non lontano dai grandi parchi canadesi delle montagne rocciose e dalla parte canadese del Glacier National Park, qui le escursioni per vedere lupi, orsi, alci e altri grandi animali delle foreste e dei bellissimi boschi dell’ovest, sono molteplici, ma anche senza pagare un’escursione, se andate piano potreste imbattervi in uno dei meravigliosi animali, che durante il periodo giugno luglio affollano le strade attorno ai grandi parchi del Canada. Revelstoke può essere usato come base per visitare, Banff, il Jasper National Park, Yoho e gli splendidi laghi di Peyto e Lake Louise, il cartello vi rimanda al centro del pittoresco paese del British Columbia. Una bella meta. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

217d4fdf520931f2fc47c0496337040e

No Canada no Party

Oggi potremmo dare l’addio al nostro viaggio in Canada, anche se tecnicamente non abbiamo ancora disdetto nulla, abbiamo ancora qualche cosa da valutare, ma l’esito sembra ormai scontato. Da qualche parte andremmo, non sappiamo ancora quando, ma le idee non mancano, quindi stay tuned. Vero che con la guerra alle porte di casa, questo dovrebbe essere l’ultimo dei nostri pensieri, ma dopo due anni buttati, non ce la sentiamo di buttarne un terzo, non solo perchè il biennio che sta passando non ce lo restituirà nessuno, ma anche perchè non è nelle nostre corde. Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Donovan Kelly on Pexels.com

Vancouver e Gussy Jack

Come è difficile in questi giorni parlare di viaggi e di altro, mi sento pesante come un macigno, anche se tento di scuotermi e di scuotere la mia mente che mi sembra stia diventando sempre più fragile, ma forse è solo un momento. Intanto vi racconto di John Deighton, meglio conosciuto come Gussy Jack” un uomo che veniva da Hull, dalla lontana Inghilterra, per chi non conoscesse Hull, vi invito intanto ad ascoltare il leggendario album degli Housemartins che si intitolava proprio : London 0 Hull 4, che è un bel modo per aprire la giornata. Ma torrniamo al vecchio GJ, proprietario di un bar in questa zona della vecchia Vancouver, proprio a lui si deve il nome di Gastown, la piccola, ma interessante Old Town della bella città della Columbia Britannica, la statua si trova proprio in fondo a Water Street, nella piccola e raccolta Marple Tree Square, un omaggio a Gussy, raffigurato in piedi sopra un barile. In estate e in primavera, questa splendida zona è piena di fiori coloratissimi e soprattutto è presa d’assalto dai visitatori di tutto il mondo…un bel posticino per passare qualche ora a Vancouver ….Buona giornata e Buon Viaggio

DSC_0112

Le Strade più belle Del Nord America Part 14 ( The Cariboo & John Hart Highways)

Siamo nel cuore della Columbia Britannica, da kamloops, non lontano dai grandi parchi delle montagne rocciose del versante canadese, si prende la 97north, in direzione di Dawson Creek, nello stato selvaggio dello Yukon. Arrivati a Prince George, in alcuni tratti la vecchia provinciale diventa uno sterrato dritto che più dirtto non si può, qui si incrociano lupi, orsi, alci e altri splendidi animali che vivono nella zona, ci sono moltissimi parchi nazionali di notevole bellezza, tutti molto selvaggi e soprattutto meno affollati di quelli famosi dell’Alberta, ma estremamente belli, tantissimi laghi, come il Green Lake o il Lake McLeod, fanno di questa zona del Canada, una delle più belle nel periodo che va dalla primavera all’autunno. Noi per esempio, abbiamo incluso una tappa a Prince George, proprio per attraversare un pezzo della Cariboo, in cerca di cose che nel nostro paese è difficile vedere. Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Pixabay on Pexels.com