Tag Archive for ‘National Parks’

Signals from the planet ” Bill Peyto” Banff Canada

Il ritratto dell’uomo che campeggia nel grande cartello di benvenuto nel parco nazionale di Banff tra le montagne rocciose canadesi, nello splendido stato dell’Alberta, è Bill Peyto . Mister Peyto, al quale è stato dedicato anche uno dei laghi più belli della zona, il Peyto Lake appunto, è stato una delle prime guide dell’area, era un trapper, un esploratore e cacciatore che viveno per lo più lungo il versante canadese delle Rockies, sia la splendida cittadina di Banff, che il parco sono due gemme da non perdere assolutamente se fate un giro da queste parti del pianeta….Buon pomeriggio e Buon Viaggio

IMG_0431

In The Wood

Un bello scatto non c’è che dire, il bosco con i colori caldi dell’autunno è semplicemente imbattibile. Qui siamo nel cuore dell’ Olympic National Park nello stato di Washington, l’estrema punta Nord Occidentale degli States, uno dei luoghi più piovosi sulla terra, ricchissimo di foreste pluviali come quella di Quinault, che prende il nome appunto dai Quinault una antico popolo che viveva queste foreste centinaia di anni fa. I colori sono semplicemente spettacolari ….Buona giornata e Buon Viaggio

La Strada per la libertà

Il modo migliore per vedere la Monument Valley in Arizona è certamente quello di affidarsi ad una guida Navajo. Gli Indiani sono proprietari di questi luoghi dove i panorami mozzafiato e le strade tra la terra rossa sono semplicemente meravigliose. Venendo giù dallo Utah, prima di arrivare al Monument Valley Tribal Park, si attraversa la Valley of God, in un delirio di colori che vanno dall’Ocra al rosso fuoco, qui si entra poi nella Navajo indian Reservation, un’area molto vasta a nord dello stato dell’Arizona, i sentieri sterrati della valle sono bellissimi e si possono attraversare anche senza auto quattro per quattro, ma in alcuni punti ci si può arrivare solo con una guida indiana, infatti i Navajo si sono, giustamente aggiungo io, tenuti la possibilità di accompagnarvi nei luoghi più suggestivi e teatri delle storie lontane della tribù….Io ci sono stato qualche volta, la discesa della Valley of the god verso la Monument è veramente una cosa meravigliosa e vi sembrerà di essere a cavallo protagonisti di una pellicola di John Ford .Buon Sabato e Buon Viaggio

Il Kilauea e le leggende Hawaiane

Nel bellissimo scenario della più grande delle isole Hawaii, dal nome Hawaii, conosciuta anche come Big Island . Qui si trova uno degli spettacoli naturali più belli del pianeta, il volcanoes national park, lo spettacolo offerto dai vulcani Manua Loa, il più grande del mondo e il di lui fratello più piccolo Kilauea, rimane una delle cose più belle da vedere, la continua fuoriuscita di lava, quando non mette in pericolo gli abitanti e finisce in mare continua ad ingrandire la superficie dell’isola. Sono spettacolari e il fatto che ci sia un parco nazionale gestito come tutti gli altri dalla NPS la dice lunga sull’esperienza che potrete fare. Si dice che sotto il Kilauea viva la Dea Pele, dal carattere capriccioso e che le colate laviche siano frutto delle sue arrabbiature. Il bello di questi luoghi sta, non solo nelle meraviglie naturali, ma anche nelle storie tramandate da secoli dai popoli polinesiani. Mi raccomando, non fate arrabbiare la Dea Pele , non si sa mai. Buona serata e Buon Viaggio

Photo by Brent Keane on Pexels.com

Il Taman Negara, il cuore verde Malaysia

Il Cuore verde della Malesia, si trova a nord est della capitale Kuala Lumpur, non lontano dalla costa meravigliosa del Terranganu, lo stato a nord est del paese è qui che si trova il Taman Negara, un parco meraviglioso, un area enorme interamente protetta. Una volta qui ci si veniva per avvistare le tigri che sono animali difficili da individuare, ma qui vi poteva capitare di vederne qualcuna, l’incontro con questo splendido felino è certamente l’esperienza più bella che vi possa capitare all’interno del parco, ma molti difficile. Siamo nel centro esatto del paese asiatico, qui tra la giungla e gli animali che la popolano, tutto sembra vivere in torale armonia, i rumori nel cuore del parco sono solo quelli della natura, versi, ruggiti e barriti in un luogo molto bello, anche se chi ci è stato di recente mi dice che non è più come una volta, ma questa è la più grande foresta pluviale della Malesia ed è comunque un luogo meraviglioso …Buon pomeriggio e Viaggio

Photo by Jacob Colvin on Pexels.com


North America National Parks Part 17

Se lungo uno dei vostri viaggi, vi capiterà di arrivare da queste parti nel New Mexico, allora non fate come me, che nonostante il richiamo fortissimo, mi sono fatto convincere a non andare. Siamo nella zona sud del nuovo messico, qui scendendo da Roswell, altra chicca per chi ama gli Ufo, si arriva percorrendo la 285 south a Carlsbad non lontano dalla Lincoln national forest, qui ad una trentina di chilometri da questa tranquilla cittadina si trova il Carlsbad Caverns National Park . Un insieme di caverne sotterranee che arrivano quasi a trecento metri di profondità, dove si trova il palazzo dei Re, che è la caverna più profonda a oltre duecento cinquanta metri sotto il suolo terrestre. Questo immenso spettacolo è dal 1930 un parco nazionale e dalla metà degli anni novanta del novecento patrimonio dell’umanità, un escursione da non perdere assolutamente, una delle più belle dell’ovest americano. Buona giornata e Buon Viaggio

Attraverso la musica di Bob Dylan a Gooseberry Falls State Park

Qui tra gole profonde e loop decisamente per tutti, nello splendido scenario del Gooseberry State Park, sulla splendida highway 61, resa famosa dall’album di Bob Dylan Highway 61 Revisited del 1965.Una delle strade meno conosciute d’america (ma anche una delle più lunghe, visto che parte da St Louis nel  Missouri )  in quella zona conosciuta come regione dei grandi laghi, che dal Minnesota vi porterà sino in Canada, lungo la costa ovest del Lake Superior sino alla splendida Thunder Bay. Poco dopo lo splendido faro di Two Harbors, l’unico funzionante del Minnesota (vale una sosta), troverete il Gooseberry State Park, qui vi aspettano cinque cascate spettacolari, con alcuni sentieri che vi consentiranno di guadare il fiume per non perderne nemmeno una, se siete amanti della natura vi consiglierei di dedicare almeno due o tre giorni a questa zona, in modo da poter vivere appieno i boschi e le cascate, insomma ci siamo quasi è ormai ora di partire , Buona Giornata e Buon Viaggio .

Un bel viaggio on the road

l’anno scorso, in tempi non sospetti avevamo ancora prima di partire per Seul (poi non siamo partiti ovviamente), avevo già messo giù un lungo on the road per il 2021(che ovviamente non faremo), però una traccia che potrà tornare utile speriamo quanto prima. Il viaggio in questione è uno splendido coast to coast del Canada, partendo dallo splendido spettacolo della Niagara Falls, per arrivare alla spettacolare natura di Vancouver Island, percorrendo i circa cinquemila chilometri con un piccolo camper o un’auto. l’Idea è quella di arrivare a Toronto, stare un paio di giorni e poi dare il via a questo lungo viaggio, con una piccola deviazione alle cascate del Niagara( visto che siamo qui). la prima tappa ci porta verso nord costeggiando il grande lago Huron,la seconda tappa ci porta a Thunder bay lungo le coste del lago Superior, in una delle zone più belle del Nord america, quella dei grandi laghi. Poi due o tre giorni per raggiungere la parte centrale del grande paese e visitare le città di Winnipeg e Saskaton, che in inverno raggiungono anche i quaranti gradi sotto zero, ma che in estate per un breve periodo sono uno splendore di colori. Poi si va verso il mio luogo preferito al mondo, le Rockies e i parchi nazionali canadesi dell’Alberta e qui ci vogliono un po di giorni per visitare i parchi, ma anche le città di Calgary e Edmonton che sono due gioielli di organizzazione e efficienza, in queste zone sono assolutamente da non perdere le cittadine di Jasper e Banff con i loro famosi parchi nazionali proprio sulle Rockies, qui tra giugno e luglio vi imbatterete in moltissimi animali, Orsi, lupi , alci e altri grandi mammiferi che arricchiscono questo ambiente montano meraviglioso. Poi si viaggia verso Vancouver e Vancouver Island, passando per Kamloops, dove io passo perchè qui in un viaggio particolare della vita mia e di mia moglie abbiamo raggiunto il punto più alto di felicità. Vancouver merita qualche giorno assolutamente, Stanley Park , North Vancouver il Lions Gate , la città “vecchia” di Gastown e la splendida Water Street meritano assolutamente, una delle città più vivivbili al mondo con un età media dei suoi abitanti tra le più basse del pianeta. Ultima tappa, traghettiamo per la splendida isola di Vancouver , dove ci aspetta una bellissima natura nella parte centrale e una splendida cittadina, Victoria che è anche la capitale dello stato del British Columbia e ha un aria molto molto British, con pub e librerie speciali. Ultima tappa il ritorno a Vancouver da dove si ripartirà per tornare a casa. I avrei già anche stimato i costi e i tempi , quindi in teoria sarei anche pronto per partire, ma mi sa che dovremmo aspettare ancora, l’importante è farlo comunque. Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Adi kavazovic on Pexels.com
Photo by James Wheeler on Pexels.com

Lo Spettacolo del Zhangjiajie National Park

Un parco estremamente meraviglioso , mi ricorda molto le montagne volanti in Avatar per chi lo ha visto , ma queste non sono frutto della fantasia di Cameron , ma sono reali , esistono e sono un vero spettacolo della natura . Il parco Nazionale di Zhangjiajie , conosciuto anche come Tianzi Mountains che sono nella parte nordest del parco ,  si trova a nord della città di Zhangjiajie dalla quale prende il nome , la stessa città è patrimonio dell’Unesco dal 1992 . All’Interno del parco ci sono più punti di osservazione , alcuni sono per i più temerari , i fotografi qui trovano il loro paradiso , ma anche i viaggiatori non possono lamentarsi , tra le attrazioni (ma non dovete soffrire di vertigini) , il già famoso ponte di vetro lungo circa quattrocento metri e ancorato a due scarpate a circa trecento metri di altezza , inaugurato nell’estate dello scorso anno , una chicca per chi non ha paura (in realtà è una struttura molto solida) , ma uno spettacolo decisamente meraviglioso se solo avrete il coraggio di attraversarlo . La zona più conosciuta e frequentata e quella di Yuanjiajie nella parte sudest del parco , qui tra passeggiate , paesaggi mozzafiato non avrete tempo per annoiarvi , un luogo che in alcuni punti vi proietterà nel bel mezzo di un avventura Fantasy , un luogo estremamente affascinante , una Cina che ha molte meraviglie naturali ancora tutte da scoprire per i Viaggiatori di tutto il mondo , se conoscete qualcuno che ci è stato , fatevi raccontare questa esperienza e mentre lo fa,  guarderete i suoi occhi brillare …..Buona e Buon Viaggio

In volo su Salt Lake City

La città dei mormoni nonchè capitale dello stato dello Utah, tra le sue immagini più conosciute al mondo ha certamente quella degli Utah Jazz, franchigia del basket a stelle e strisce, specialmente quella a cavallo tragli anni ottanta e novanta, con John Stockton e Karl Malone, guidati da uno dei più grandi coach di sempre, quel Jerry Sloan che aveva un’eleganza e un modo di fare da vero gentiluomo. Poi di certo c’è la chiesa dei santi dell’ultimo giorno e tutto il complesso che le ruota attorno, simbolo di questa religione fondata da Joseph Smith nel 1830 . Poi c’è la Eagle gate, una porta con vista sullo Utah State Capitol, tra South Temple Street e State Street, eretta nel 1859 la struttura supporta un enorme aquila del peso di oltre due tonnellate, davvero simpatica. Lo Utah è uno dei più spettacolari stati di tutto il nord america, con alcuni dei parchi più famosi e affascinanti, se siete da queste parti non perdetelo. Buona giornata e Buon Viaggio

La Custode della Luna

Segreti e misteri di una strega "lunatica"

HIC SUNT LEONES

Sintesi del Tavellismo in piena libertà...o quasi

It’s raining cats and dogs

Self-deprecating everyday casualties

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: