My Top Five Hotels

Nei miei primi viaggi, il budget era quasi tutto a favore degli acquisti e dei divertimenti in viaggio, ci si accontentava di dormire in luoghi che avevano un unica richiesta da parte nostra: la pulizia. Poi abbiamo iniziato ad avere pretese diverse e aumentando anche il budget, si è alzato anche il livello delle strutture che abbiamo utilizzato anche nei nostri viaggi on the road. Negli ultimi anni, complice anche il nostro modo di viaggiare abbiamo alzato ulteriormente il livello, specialmente nei viaggi a unica destinazione, anche se devo essere sincero gli Hotels devono avere un buon rapporto qualità prezzo, ma soprattutto devono essere puliti, se siete in giro tutto il giorno, non ha molto senso spendere un patrimonio per dormire qualche ora, un letto comodo e una stanza pulita sono da privilegiare sopra ogni cosa, però ho dei bei ricordi di alcune nostre mete particolari. Nella mia Top five, metto i cinque Hotels che ci sono piaciuti di più sotto vari punti di vista, indipendentemente dalle stelle, l’atmosfera, la cortesia, la pulizia e lo charme e i servizi  sono tra queste.

Al primo posto senza alcun dubbio, Hilton Canary Wharf,  a Londra, complice un grosso affare tramite booking, siamo riusciti a spendere poco e a godere di una serie di servizi eccezionali, camere pulitissime, cordialità ed una spettacolare colazione inclusa nel prezzo hanno fatto tutta la differenza di questo mondo. Al Secondo posto un bellissimo posto, molto di charme, il Beverly Plaza Hotel a Los Angeles, meraviglioso giardino e servizio impeccabile, abbiamo dormito solo una notte qui, ma ci è rimasta nel cuore. Al terzo posto Il Marriott Hotel city centre, siamo a Shanghai, una splendida suite e profumi floreali stupefacenti, siamo a due passi da People Square e dalle splendide luci di Nanjing Road, qui a differenza dei primi due eravamo con Rebecca, dovrebbe essere al primo posto, per un sacco di motivi. Al quarto posto, lo Sheraton Hotel and Towers, uno spettacolo con vista sulla baia di Hong Kong, camera piccola, molto funzionale, Hotel enorme per i nostri standard, ma siamo stati quasi dieci giorni e per tutto quel tempo ci siamo sentiti a casa, per nulla a buon prezzo , ma posizione imbattibile, fuori dalla grande porta d’ingresso ingresso in metropolitana direttamente su Nathan Road. al quinto posto di questa classifica, Hyatt Regency at Capitol Hill a Washington, bellissima la vista serale sullo State Capitol della capitale americana, belle camere, ma il servizio si perde per la migliaia di persone che girano nella hall, buona posizione .

Bellissimi Hotels, senza alcuna ombra di dubbio, ma si può investire quel gruzzolo, in attività, in cene di gran gusto in dischi o in libri, insomma meglio spendere tanto per vedere, piuttosto che spendere per dormire, non siete d’accordo ? …..Buon sabato e Buon Viaggio

No Hotel no party

Mi è capitato spesso di arrivare in un luogo senza aver prenotato l’hotel , a volte c’è la siamo cavati egregiamente , altre volte meno. Come nell’estate del 1997 quando partimmo da Los Angeles direzione San Francisco , fermandoci lungo la costa a Santa Barbara e Carmel , per arrivare con un bel nebbione intorno alla mezzanotte . Succede che c’era una grossa convention e quindi tutti gli hotel erano pieni . Eravamo ormai decisi a dormire in macchina , quando nel nostro girovagare , all’una di notte ci fermammo davanti all’Ana Hotel , trovammo una camera , evviva , 180 euro per dormire qualche ora , però c’era la colazione inclusa ….Buon pomeriggio e Buon Viaggio