Tag Archive for ‘bookshop’

Librerie del Mondo ” Lamplight Book” Seattle

Questo splendido luogo è un angolo stupendo nella parte coperta del Pike Market , nella splendida Seattle , qui per gli amanti delle librerie indipendenti c’è questo luogo incredibilmente affascinante , se non la conoscete vi ci imbatterete camminando. Fino a qualche tempo fa si camminava tra ali di folla che spesso durante i periodi di vacanza affollano questo angolo della città. La Libreria è piccola , ma ha molti volumi , molti libri usati fanno di questo piccolo paradiso un luogo meraviglioso , ci sono capitato per pura fortuna e ne sono uscito entusiasta ….come quasi sempre quando incontro nella mia vita questo genere di cose …Buon Pomeriggio e Buon Viaggio

DSC_0331

Books For Travelers “ un altro giro di giostra “ T.Terzani

La filosofia di vita di quest’uomo mi ha sempre affascinato, magari non sono all’estremo, ma molti dei suoi concetti, non solo sono condivisibili, ma dovrebbero essere di base per l’educazione dei nostri figli. Questo libro parla un po’ di tutto, legato a doppio filo alla lunga e avventurosa vita del giornalista fiorentino. Terzani è sempre una buona lettura, anche e soprattutto quando parla di bene e male della nostra società . Buona serata e Buon Viaggio

Books For Travelers “La Pista di Sabbia ” A.Camilleri

Un altro racconto di Montalbano, un cavallo trovato privo di vita proprio sulla spiaggia a pochi passi dalla casa di Salvo . Corse clandestine e famiglie mafiose si intrecciano in questa storia noir scritta con la solita maestria dal maestro . Una delle tante storie di Camilleri che racconta il sud dell’isola in modo magistrale, attraverso gli occhi e le avventure dei suoi personaggi . Buona serata e Buon Viaggio

Librerie del Mondo: “Book Worm”, Beijing China

La Cina nonostante la censura e nonostante una libertà d’informazione che lascia a desiderare (per usare un eufemismo) , offre specialmente a Shanghai e Pechino un pò di librerie di ottimo livello con migliaia di  volumi e decisamente al passo con i tempi.

Questo luogo oltre ad essere uno dei pionieri di ciò che sono le librerie “All in one”è quasi un luogo di culto . All’interno della libreria  si può gustare il pranzo mentre si legge , si può fare  due chiacchere con un amico mentre si consulta un testo , si può cenare mentre si sceglie un libro, insomma questo posto è il massimo per gli appassionati della lettura. Oltre 15000 titoli a disposizione , un vero e proprio paradiso per i lettori che un luogo molto frequentato da studenti e turisti , molto bello anche la struttura che ospita questo luogo incantato che sembra lontano anni luce dalla caotica capitale cinese…..buon sabato e Buon Viaggio

Books for Travelers “London” E.Rutherfurd

Se avete letto New York il romanzo e vi siete innamorati della scrittura di Rutherfurd(all’anagrafe Francis Edward Wintle) come me , allora resterete ammaliati da quest’altro racconto, dalla conquista di “Londinium” da parte dei romani sino ai giorni nostri , un altro viaggio meraviglioso che lo scrittore inglese ci regala , un romanzo che non si può non amare e che vi farà amare Londra come niente altro al mondo , buona notte e Buon Viaggio

Books For Travelers “ Mio padre votava Berlinguer “ P. Roveredo

Un libro che potrebbe essere il ritratto di molti ragazzi della mia generazione , io non ho fatto in tempo a votare Berlinguer , ma mio padre si . in questo periodo dove la politica è fatta di poca qualità e di pessime parole , Pino Roveredo ci racconta la sua storia di figlio e di uomo , in un mondo dove la solidarietà aveva un valore e dove la politica usava parole diverse per arrivare al cuore della gente, oggi, proprio oggi i Fascisti citano Brecth o Pertini e parlano di dittature, oggi che ci vorrebbe una politica diversa, ma che invece sembra tutta uguale, una bella storia da leggere con passione ….Buona serata e Buon Viaggio

Books For Travelers ” Big Sur ” J.Kerouac

Così , anche il grande poeta Lawrance Ferlinghetti ci ha lasciati , io voglio ricordarlo in uno dei racconti autobiografici del suo amico Jack Kerouac , che nel libro Big Sure , cita e soprattutto racconta il periodo Californiano , ospite di Ferlinghetti , tra San Francisco e Big Sur appunto . Lorenzo Monsanto , lo pseudonimo utilizzato da Kerouac per l’amico Ferlinghetti , si mette a disposizione del famoso scrittore , come solo un vero amico potrebbe fare . Chissà se si ritroveranno in un’altra dimensione , sarebbe belle e non solo per loro …..Buona serata e Buon Viaggio

Books for Travelers “Verdi colline d’Africa “E.Hemingway

Pur non condividendo assolutamente la caccia che ritengo una porcheria assoluta e che nulla ha a che fare con lo sport (mia personalissima opinione ) , ho trovato questo racconto dell’Hemingway cacciatore , affascinante , soprattutto nel raccontare l’ambientazione e le meraviglie che solo gli occhi possono catturare in un safari , per il resto le battute di caccia mi ricordano le battaglie tra uomini di qualsiasi romanzo storico ambientato nell’antica Roma , giusto per fare un esempio . Hemingway si legge sempre con piacere , anche quando non si condivide ….Buona serata e Buon Viaggio

Books For Travelers ” Frankestein ” M.Shelley

Uno dei classici dell’orrore che poi tanto orrore non è , una storia fantastica tra le più conosciute e viste al cinema . Che abbiate visto il Frankestein Jr meraviglioso di Mel Brooks o la trasposizione cinematografica di Francis Ford Coppola , con un Frankestein interpretato da Branagh e con Robert De Niro , poco importa , la storia dello scenziato che mette insieme i pezzi di molti uomini per creare il suo umanoide è conosciuta ovunque e quando eravamo piccoli ci faceva veramente paura , anche se per me la paura voleva dire Belfagor . Il Libro della Shelley è molto bello e con un finale commovente , uno di quei libri che bisogna leggere almeno una volta nella vita ….ma anche due, buona serata e Buon viaggio

Librerie del Mondo “Shakespeare & Company ” Paris France

Una Libreria storica non c’è che dire , legata a quella aperta da una donna Statunitense , Silvia Beach , che negli anni venti apri sulla rive gauche questa libreria al numero 8 di Rue Dupuytren , qui nel 1922 venne stampato per la prima volta l’Ulisse di Joyce (censurato sia nel Regno Unito che negli States) , se volete sapere che tipo di donna fosse la Signora Beach , vi basterà leggere il capitolo a lei dedicato su Fiseta Mobile , di Hemingway .   Alla scomparsa della Beach George Withman , che nel frattempo aveva aperto una libreria nel 1951 con il nome di “Mistral” , cambiò il nome della stessa in Shakespeare 6 Company , proprio in onore della Beach , oggi la libreria che si trova al 37 di Rue la Bucherie è gestita dalla figlia di Whitman , tra le sue particolarità offre posti letto a artisti e scrittori sfortunati , ci sono anche molte iniziative , se siete a Parigi non potete perderla…..Buona giornata e Buon Viaggio

Twiki World

La legge mistica scardinata dai più profani angoli del mondo

Pensieri Parole e Poesie

Sono una donna libera. Nel mio blog farete un viaggio lungo e profondo nei pensieri della mente del cuore e dell anima.

Featherstonej

...vola solo chi osa farlo...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: