Books For Travelers “ il gabbiano Jonathan Livingstone “ R. Bach

Ci sono letture e letture, alcune ti incollano al libro e non ti mollano più, storie meravigliose che spesso insegnano qualcosa, che fanno spunti e regalano consigli, alcune letture poi sono in grado di far ripartire la mente e di farci ripartire dopo una caduta, magari accompagnate da melodie fantastiche. Il gabbiano Jonathan Livingstone di Bach è una lettura che nel suo piccolo racchiude molte cose… Buona giornata e Buon Viaggio

Books For Travelers “ Giura “ S. Benni

Se avete la carta fedeltà della Feltrinelli, sappiate che il giorno del vostro compleanno e per la settimana successiva, potreste ricevere un libro della collana economica Feltrinelli in regalo. Io per quest’anno ho scelto Benni, come l’anno scorso, anche se questa volta mi è capitato per caso in mano il suo ultimo romanzo. Scritto con la solita maestria, racconta la storia di due bambini, Febo e Lunaria, che abitano in una periferia che non esiste più, che crescono innamorati, ma separati in luoghi diversi e che si ritrovano e si riperdonò in un continuo mutare delle stagioni e degli anni, ma anche un bel quadro della società di oggi,… viva Benni. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Una libreria particolare

Siamo nel centro di Milano, proprio dietro Piazza Missori, in via dell’Unione si trova questa libreria che fa dell’esoterismo il suo cavallo di battaglia. Se siete appassionati di questa materia, allora questo è il luogo che fa per voi, migliaia di volumi per un genere che negli ultimi anni è diventato cool, non solo per chi lo ama da sempre, ma anche per i molti curiosi che si avvicinano a questi testi. Buona serata e Buon Viaggio

Books For Travelers “ Massud, il leone del Panshir “

Gli eroi del novecento sono stati spesso dei guerriglieri, la storia di Massud inizia con l’invasione dell’Unione Sovietica in Afghanistan e si protrae sino ai giorni della lotta contro i talebani, una storia intricata sullo sfondo di un paese meraviglioso, ma troppo martoriato dalla fine dell’Ottocento quando gli Inglesi tentarono senza peraltro riuscirci, la conquista del paese asiatico. Una bella lettura, buona giornata e Buon Viaggio

Books For Travelers “ Colomba” D.Maraini

Tra i tanti libri che mia madre mi ha lasciato, c’è ne sono alcuni della Maraini. Uno più bello dell’altro, Colomba è l’unico che non ho letto, ma ancora per poco perché appena finisco Terroni di Pino Aprile e Terre desolate di Stephen King, lo leggerò così tanto per sentire la mia splendida mamma più vicina. buona serata e Buon Viaggio

Books For Travelers ” D’un tratto nel bosco” Amos Oz

La storia di due ragazzini che condividono un segreto, ma che vogliono scoprire qualcosa di più grande di loro. In un piccolo paesino al limitare di un bosco dovo sembra vivere un’entità mostruosa che nessuno però ha mai visto, intanto i pochi abitanti di questo piccolo paesino, vivono la loro vita senza animali, non ci sono pesci nei fiumi, ne cani per le strada, ne gatti tra gli alberi e lupi nei boschi, tutto sembra strano, ma qualcosa cambierà presto grazie a Mati e Maya.Un bel noir di Amos Oz, scrittore israeliano di fama mondiale. Buona notte e buon Viaggio

Books For Travelers “ Cari Mostri” S. Benni

Altro libro divertente dello scrittore Emiliano, qui in una serie di mini racconti noir, ma come sempre esilaranti. Un valzer di mostri, killer e animali mostruosi, dai nomi spesso grotteschi, come la storia del Wenge, un animale che ha la capacità di farci tirare fuori il peggio. Una bella lettura come sempre, Buona serata e Buon Viaggi

Books for Travelers ” La mia Rivoluzione” J.Cruijff

Per anni ho guardato il calcio con passione, sempre con sportività, sempre perchè è importante riconoscere la forza dell’avversario quando ti è superiore, un po come quando si rispetta l’opinione diversa dalla nostra. Dicevamo, il calcio, una passione, ci ho giocato per qualche anno, mi divertivo ,amavo i grandi calciatori, Maradona il più grande in assoluto, Platini il primo grande campione della mia Juve che ho ammirato anche dal vivo più volte, Baggio, gli olandesi del Milan, il Ronaldo nerazzurro, l’unico che si è avvicinato a Diego( secondo me ovviamente), ma quando eravamo ragazzi c’era un giocatore, il poeta del goal, così veniva chiamato il grandissimo e compianto Johan Cruijff da Amsterdam, che faceva impazzire i ragazzi di mezzo mondo( pare anche le ragazze), con i suoi dribbling e il suo modo geniale di giocare, sulle spalle la maglia numero 14, quando i numeri erano ancora dal numero 1 al numero 11. La Grande Ajax e l’Olanda del calcio totale di Michels, avevano nel 14, il punto di riferimento di una squadra zeppa di campioni, peccato che nonostante due finali mondiali non abbia praticamente vinto nulla, mentre con la sua squadra l’Ajax vinse tre coppe campioni consecutive e un paio di palloni d’oro, quando ancora il premio di France Football aveva senso. Questo libro racconta l’idea di calcio di Cruijff e la storia di un giocatore tra i più forti di sempre della storia del calcio. Buon Pomeriggio e Buon Viaggio

Books for travelers ” Margherita dolcevita ” S. Benni

Mentre leggo ogni tanto qualche pagina di Post Punk di Simon Reynolds, un bel mattoncino che però parla del meglio della musica degli anni settanta e ottanta, ho iniziato a leggere due libri, uno è la macchina del tempo di H.G. Wells, l’altro è un bellissimo libro di Stefano Benni: Margherita dolcevita. Non credo ci siano libri e storie dello scrittore bolognese che non rapiscono il lettore, questa storia però è un bellissimo spaccato di quello che potrebbe essere la società di oggi. La piccola Margherita è l’unica che non subisce il fascino dei nuovi vicini, tutti proiettati al consumismo, in famiglia cadono tutti in una sorta di incantesimo verso questi nuovi vicini, che non amano riciclare, non amano aggiustare e non amano gli alberi e le piante vere, tanto da averne di finte nel giardino e in casa. Una storia divertente ed esilarante in pieno stile Benni. Buona sera e Buon Viaggio

Books For Travelers ” Sopra Ogni cosa ” Don Andrea Gallo

Sono onesto, non soni un fan di Fabrizio De Andrè, non lo sono mai stato e credo che mai lo sarò, ma questo non ha alcun significato forse, di certo sono stato e sono da sempre un fan di Don Gallo, i preti e la chiesa dovrebbero avere il senso di giustizia che aveva lui, ci sarebbero voluti molti Don Gallo in politica e qualche Berlinguer in più nella chiesa cristiana, ma questo è il mio pensiero. Questo libro invece ( come dice il sottotitolo) è il vangelo laico secondo De Andrè, una sorta di testamento laico del cantautore genovese. Illustrazioni di Vauro completano questo volume che con leggerezza affronta temi profondi della nostra società. Buona giornata e Buon Viaggio