Music For Travelers ” Prayers for the rain “

Nonostante questo album usci il giorno della festa dei lavoratori del 1989, a me invece ricorda i primi mesi del 1990, quando stavo insieme a Francesca. Ero un giovane ragazzo, con una personalità definita, ma ancora un po acerba, non avevo ancora scelto bene la mia strada, avevo da poco terminato il servizio di leva, lasciai un impiego certo, per uno un po meno certo che però con gli anni si rivelò la scelta giusta, a volte bisogna saper aspettare, una cosa che si impara con il tempo. Un po come in questi giorni, la pioggia arriverà prima o poi, anzi è già arrivata. Buona giornata e Buon Viaggio

Music For Travelers ” Friday I’m in Love” The Cure

Per me che sono da sempre “in love” con la vita soprattutto, questo pezzo dei Cure mi ricorda che Wish è stato l’ultimo album della band inglese che ho acquistato in vinile. Poi per almeno una ventina di anni c’è stato un buco e soprattutto l’avvento della comodità degli MP3, con quelle lunghissime playlist di centinaia di brani che occupavano solo spazio perchè finivo con l’ascoltare sempre gli stessi. Sono un uomo che non è stato capace di vivere completamente i cambiamenti, sotto tanti punti di vista, la musica è rimasta, per il novanta per cento la stessa che ascoltavo decenni fa, che detto così fa un po impressione, ma è la realtà, però quanto è bello questo pezzo……Buon week end e Buon Viaggio

Music For Travelers “The Walk” The Cure

Era il 1983, quando Robert Smith e i Cure uscivano con l’album Japanese Whispers, uno dei miei primi album della band inglese, di li a poco li comprai tutti, almeno sino a disintegration. The walk era uno dei pezzi di punta di quel bellissimo lavoro, bello tanto da avere un seguito, l’anno dopo, nel 1984 usci The Concert, un live registrato durante un concerto londinese della band e questa versione dal vivo è semplicemente meravigliosa. Buona serata e Buon Viaggio

Music For Travelers ” In Your House ” The Cure

La prima volta che ho ascoltato questo pezzo avevo poco più di tredici anni , la versione da studio è molto più lenta e indefinibile , ma questa versione Live a me piace molto . L’album è Seventeen Seconds , quello dove c’era anche A Forest , altro pezzo leggendario , questo ribadisco , mi piace moltissimo quindi spero ci sia felicità ….In your House ….Buona Serata e Buon Viaggio

Music For Travelers “The hanging garden” The Cure

Questa è la versione che preferisco di questo pezzo del 1982 targato Cure . l’album è Pornography , ma la versione Live di Concert è semplicemente spettacolare , qui Robert Smith non si era ancora pentito della musica dei Cure , come pare abbia fatto in una recente intervista , meno male ….Buona serata e Buon Viaggio