Playa del Carmen

Ci credete se vi dico che questa foto ha ventisette anni ? Mamma mia che crudeltà il tempo, non ti da neanche il tempo di assaporare le cose che ti volti e ti ritrovi in un altro mondo. Si decisamente quello del 1995 era comunque un mondo diverso, non so se migliore, forse per qualcuno certamente, qui a Playa del Carmen nello scenario caraibico dello yucatan messicano il tempo trascorreva lento, molto lento, tra una tequila e il soffio leggero del vento. Qui sulla spiaggia di Playa, nonostante i nuvoli facessero presagire qualcosa di importante, in realtà si godeva di temperature piacevoli soprattutto in acqua. Buona giornata e Buon Viaggio

img604.jpg

Un mare colorato

Certo che il Messico è cambiato moltissimo, da questo scatto, sono passati circa trent’anni, forse qualcosina meno, ma allora ero uno spasso fare una vacanza a Puerto Vallarta o Puerto Escondido o come in questo angolo meraviglioso che è Playa del Carmen. La Quintana Roo, la strada costiera dello stato dello Yucatan è uno dei luoghi più belli sia per quanto riguarda il mare (sono molte le località famose di questa lunga striscia sul caribe), che per la splendida natura in mezzo alla foresta non lontano dal mare. Qui a sud della famosa Cancun, non c’è posto dove non potete crogiolarvi al sole e nello stesso tempo ammirare le rovine Maya dell’unica città antica sul mare, quella che si trova lungo le spiagge di Tulum. Sarà passato anche tanto tempo, ma il mare sembra disegnato oggi, come allora. Buona serata e Buon Viaggio

Meraviglioso Sian Ka’an Yucatàn

Chi non vorrebbe trovarsi immerso tra queste acque trasparenti del caribe?

Sembrerebbe un nome Arabo, ma invece siamo nella parte caraibica del Messico, qualche centinaio di chilometri a sud di Cancun, nello splendido scenario dello Yucatàn. Sian Ka’an è una riserva naturale che, dalla fine degli anni ottanta è divenuta patrimonio dell’umanità, siamo non lontano dalla città Maya di Tulum, dove la fauna si intreccia e vive tra le splendide acque cristalline e il verde lussureggiante delle foreste pluviali, tra le mangrovie e le paludi, tra i coralli e i suoi pesci variopinti è una miriade di uccelli multicolore, qui tra le sue acque spettacolari potreste incontrare qualche delfino o nuotare con le iguane, questi rettili infatti, amano passare del tempo in acqua e sono grandi nuotatori. Ci si arriva attraversando la foresta sino al villaggio di pescatori di Punta Allen, non lontano dalle rovine Maya di Cobá, insomma un tesoro sotto ogni punto di vista ….Buon Sabato e Buon Viaggio

A casa di capo Kukulkan

Questa parte di Messico, si presta a un viaggio “on the road” che può finire con qualche giorno di relax sulla parte Caraibica del golfo affacciato sul mar dei caraibi , da sempre meta di turisti, specialmente americani. Qui tra Mexcal e Tequila, tra una pietanza messicana e l’altra sorgono molti dei più bei siti Maya, per esempio a circa ducento chilometri dalla capitale dello stato dello Yucatan, Merida, si trova una delle meraviglie del nostro pianeta, il sito Maya più conosciuto al  mondo: Chichen Itza. La grande Piramide simbolo di questo sito archeologico, dedicata al grande capo Kukulkan, rappresentato dalla forma di un lunghissimo serpente, che durante il solstizio di primavera, tra la luce e le ombre pomeridiane sembra in movimento e in circa trenta minuti scende sino alla base della piramide, uno spettacolo molto particolare dato dall’allineamento della Piramide. Il Sito di Chichen Itza  è sotto la protezione dell’Unesco è stato dichiarato patrimonio dell’umanità nell’ormai lontano 1988……come in tutti i siti culturali di epoche passate, questo luogo ha qualcosa di mistico e di surreale, un luogo incantevolmente e incantato……Buona giornata e Buon Viaggio.

Con gli Squali a Isla Mujeres

Su quella che è la seconda barriera corallina più grande del mondo, il Santa Barbara Reef, tra acque cristalline e pesci tropicali, in quella parte di Messico che si affaccia sul caribe si trova Isla Mujeres, una piccola isola esattamente di fronte a Cancun. Siamo nella splendida penisola dello Yucatan, lungo la costa che è conosciuta in tutto il mondo come riviera Maya . Isla Mujeres ha un piccolissimo centro caratterizzato da tipici negozietti per turisti e conta poco più di diecimila abitanti, le sue spiagge sono però un vero paradisi per gli amanti dello snorkeling o per chi vuole semplicemente riposare nuotare e riposarsi. Molti fanno escursioni da Cancun (circa venti minuti di navigazione), ma chi ama la tranquillità sceglie qualche posada (hotel a conduzione familiare) o qualcuno degli hotel direttamente sull’isola. Qui si organizzano escursioni per nuotare con gli squali, specialmente nel periodo del passaggio dei grandi squali balena ma più spesso con gli squali nutrice, molto più docili e meno impegnativi, la barriera corallina del Santa Barbara reef vi regalerà strepitose emozioni in ogni caso qui il mare è talmente strepitoso che in qualsiasi modo potrete divertirvi e riposarvi ….Buona serata e Buon Viaggio

Scatto d’annata T come Tulum

Il mare della riviera Maya nello stato messicano dello Yucatan è meraviglioso, lunghe spiagge di sabbia bianca e palme fanno da contorno alle acque turchesi che bagnano queste coste. Dalla famosissima Cancun alla biosfera di Sian Ka’an è un ripetersi di baie dalle acque turchesi, Tulum con il suo “El Castillo” nella foto, è l’unica città Maya sul mare, basterebbe questo per visitarla, certo non è imponente come Palenque o Chichen itzà, ma è un luogo di storia, l’unica cosa alla quale dovrete prestare attenzione, sono le Iguane, qui tra gli scogli e in acqua se ne possono avvistare alcune, almeno così era quando moltissimi anni fa mi immergevo tra le calde acque di questo mare meraviglioso non lontano dal Santa Barbara Reef, la seconda barriera corallina più grande al mondo. ma questa è un’altro viaggio. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

img491

Una foto , Un Viaggio shot 5

Era il settembre del 1995 , dopo una decina on the road nella parte est degli States ( in quegli anni non mancavano mai ) , non era la prima volta a New York , ma la prima lungo il Massaschussets , il Vermont , il New Hampshire lo stato di New York e la Pennsylvania , ma soprattutto la prima volta alle cascate del Niagara , un bel posto assolutamente , dove tornare e ritornare . Poi un volo di qualche ora per arrivare sulla costa caraibica del Messico , la riviera Maya ci aspettava , mare , Tequilla e tanto sole sono stati i compagni di viaggio per un’altra decina di giorni , un bel mix di due culture completamente diverse , ma complementari …..Buona giornata e Buon Viaggio

Un tramonto messicano

Un sacco di anni fa , quando amavo veramente girovagare , arrivammo , dopo una decina di giorni di on the road sulla costa est degli States , a Cancun , ridente località della riviera Maya , nello stato dello Yucatan in Messico . Arrivammo a Cancun senza aver prenotato pernottamenti , avevamo in tasca solo il biglietto di ritorno , ma in aeroporto , trovammo una bella combinazione , la senorita , mi dice , questo è un bell’affare , un piccolo Hotel che ha appena aperto sulla spiaggia di Playa del Carmen , si chiama ……40 dollari a notte per la camera per due adulti , più colazione , meraviglioso pensiamo noi , prenotiamo un paio di notti allora . Arrivammo in taxi da Cancun , ci lascò al capolinea degli auotbus e ci facemmo tutta la Avenida 10 Norte a piedi , quasi sino a Playacar , ad ogni calla , si vedeva il colore del mare , uno spettacolo incredibili di azzurro e blu intensi , quando arrivammo al piccolo Hotel , decidemmo di estendere sino alla fine della vacanza la nostra permanenza , Palya del Carmen era un bellissimo centro , fatto di piccoli hotel e di posade (alberghetti a conduzione familiare) , con ristoranti e negozietti tipici ovunque , un bel posto decisamente , un po come questo tramonto messicano …..Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Il nido d’aquila , Real de Catorce

Molti la ricorderanno per averne sentito parlare nel film di Gabriele Salvatores ” Puerto Escondido” con Valeria Golino , Bisio e Abatantuono famosa anche per la sua unica via di accesso , il tunnel Ogarrio , lungo oltre duemila metri . La cittadella Messicana a Nord di Città del Messico si stà lentamente ripopolando della  città fantasma che sorgeva in un luogo straordinario , sulla sierra Madre Orientale , il significato di Real de Catorce è Nido d’aquila .Un tempo questa città prosperava per l’estrazione dalle miniere di argento della zona , poi negli anni dell’abbandono è diventata famosa per il peyote , oggi sta pian piano tornando alla vita , tanto è vero che ci sono anche degli Hotels , una cosa inimmaginabile solo alcuni anni fa , qui oltre i 2500 metri sopra il livello del mare ci si può ancora affascinare con la costruzioni originarie del periodo di massimo splendore della città…..un escursione atipica e fuori dai tradizionali itinerari turistici , ma ne vale la pena …..Buona giornata e Buon Viaggio

Day Six : Messico e Nuvole

Era settembre , in quel millenovecento avantacinque . Un viaggio in the road nella East coast statunitense è un po’ di riposo lungo le spiagge e le acque turchesi della riviera Maya , quella Quintana Roo , che da Cancun arriva sino a Tulum , l’unica città Maya sul mare e che mare , un’esplosione di musica e colori , ma anche il primo incontro con le Torri gemelle a NYC e le cascate de Niagara ….Buona giornata e Buon Viaggio