Museum Mile, New York

Se vi trovate nella ” Nella grande Mela”(adesso finalmente è di nuovo possibile) come viene anche chiamata New York, sappiate che sulla Fifth Avenue, nel tratto che va dalla 79th e la 106th Street, si concentrano alcuni tra i più importanti musei del mondo in quello che viene definito come “Museum Mile”. Il Metropolitan Musuem of Art, La Neue Galerie e il Salomon Guggenheim Museum, in quello stupefacente edificio a spirale uscito dalla mente di  Frank Lloyd Wright. Opere strabilianti e collezioni vastissime sono un ottimo motivo per visitare questi Musei e passare una bella giornata  in questa area della città.Tutto intorno, la città si muove a volte sorniona, talvolta aggressiva come solo New York è capace di essere. Qui nell’Upper East Side tutto è contrasto, con la ricchezza degli edifici, i negozi della Upper West Side e la confusione che regna ad East Harlem dove le comunità latino americane sono sempre in fermento, al centro la parte settentrionale di Central park con la calma imperturbabile  del Reservoir, dove si rispecchiano le facciate dei condomini circostanti . Buona giornata e Buon Viaggio

download (8)

Tra i musei più visitati al mondo

Con le riaperture finalmente si può tornare a visitare i musei e a respirare area di cultura che non fa mai male, ma quali sono i musei più visitati? I primi non sono certamente delle sorprese, anzi sono delle conferme. Il Louvre a Parigi è il museo più visitato al mondo, famoso in tutto il mondo tra le sue tantissime sale, ospita migliaia di affreschi di pittori che hanno fatto la storia della pittura nei secoli e il quadro più importante del monfo la Giocanda del nostro Leonardo da Vinci. Nettamente staccato al secondo posto il Metropolitan Museum of art di New York City, il famosissimo MOMA, nel quale si possono trovare reperti delle antiche civiltà, che vanno dai Greci ai Romani, all’epoca Bizantina, quadri del calibro del “San Cristoforo ” del Ghirlandaio, l’Adorazione dei Magi di Giotto, solo per citarne qualcuno, quadri della tradizione Fiamminga, Van Gogh, Raffaello, Caravaggio e Botticelli ne fanno una delle collezioni più grandi del mondo. Al terzo posto i Musei Vaticani, tra il Perseo Trionfante del Canova,  alla Deposizione del Caravaggio, passando per le sale di Raffaello, per la Cappella Sistina e tanto altro ancora, qui si trova tutta la ricchezza storico culturale accumulata dai Pontefici nella storia romana e non solo …..Buona serata e Buon Viaggio

download-4
La Facciata esterna del Louvre
download-5
Il Moma di New York
download-6
Una delle Sale dei Musei Vaticani

City Park Part 5

Sarebbe impossibile per me, amante del Nord America e soprattutto della città di New York, non parlare di uno dei più famosi parchi cittadini del mondo o meglio ancora il più famoso: Central Park. Incastonato tra la fifth avenue a est e la Eight Avenue, che diventa Central Park West dopo Columbus Circle, questo polmone verdissimo è pieno di angoli diventati mitici grazie alle centinaia di pellicole che hanno avuto come sfondo Central Park. Dalla 59th sino alla 110th a South Harlem, Central park è un susseguirsi di alberi, laghi e scorci meravigliosi, specialmente in questo periodo, dove il foliage può regalare emozioni. Al suo interno, nascosti tra la vegetazione ci sono teatri, ristoranti, locali alla moda, lo Zoo ( che non ho mai visitato), c’è la statua di Balto, reso famoso da un film d’animazione di qualche anno fa, il bellissimo lago dedicato a Jacqueline Kennedy una riserva di flora e fauna molto bella e soprattutto i musei più importanti di New York ai suoi lati. Nella parte sud occidentale del parco, proprio davanti ai Dakota Apartments, si trova Strawberry Fields, un luogo divenuto di culto, voluto fortemente da Yoko Ono in memoria di John Lennon, che venne assassinato proprio a New York in quel maledetto 8 Dicembre del 1980. E ancora campio da tennis, da calcio e tantp spazio per correre e fare ogni tipo di sport, un’oasi verde meravigliosa, dove ogni tanto se siete fortunati potreste vedere qualche concerto rock di livello planetario, come quello organizzato qui nel Settembre del 2015, con musicisti incredibili come Pearl Jam e Coldplay tra i tanti. Lo scatto è mio nell’Indian Summer del 2015 .Buona giornata e Buon Viaggio

dsc_0037

World Famous Streets ” 42th Street ” NYC

Delle strade numerate della grande mela questa è di certo una delle mie strade preferite forse perchè durante le mie visite a NYC, ho spesso alloggiato da queste parti, forse perchè da est a ovest ci sono tantissime cose da vedere e forse semplicemente perchè è la mia via preferita di Midtown. Dicevamo da est a ovest, si perchè sulla quarantaduesima partendo da est, troviamo la United Nation Plaza, che dalla 42th alla 45th costituisce il quartiere delle nazioni unite, da visitare assolutamente. Venendo verso il west side, troviamo prima il Chrysler Building, uno dei simboli assoluti di New york, poco sotto la grand central terminal, la splendida stazione nel cuore di Manhattan, tutta in stile Art Decò con le sue enormi aquile in acciaio fuori dal grande ingresso. Poi all’incrocio con una delle icone della città, la fifth Avenue, si trova la New york public Library, la biblioteca della città, con i due leoni sulla scalinata che vi danno il benvenuto in questo luogo di cultura, dove sono conservati milioni di testi e di riviste da tutto il mondo, proprio accanto al tranquillo Bryant Park, un piccolo polmone verde all’ombra dei grattacieli, dove il traffico di Manhattan sembra scomparire. Andando avanti, all’incrocio con Broadway, incontriamo nel bel mezzo del Theater District, Times Square, un incredibile mix di colori, suoni, ma anche rumori molesti, quello che io definisco il più grande flea Market al mondo. E per finire dall’altra parte del Hudson river c’è la possibilità di fare crociere sino a Ellis Island e Liberty Island e oltre, vi consiglio di prendere il water taxi per spostarvi nella città sul fiume. Insomma la 42th è il cuore di Manhattan senza ombra di dubbio e vi impegnerà per una giornata intera da alba ad alba ……Buona giornata e Buon Viaggio

IMG_2571

Memories

Oggi sei anni fa ero certamente in giro per Manhattan, mi alzavo prestissimo per via de fuso non ancora assorbito e uscivamo alle 5/5:30, poca luce e poche persone in giro, ma poi appena ti fermavi a bere un caffè ti rendevi conto di non essere solo al mondo. New York, la città che non dorme mai, ma che in realtà, sulla quinta la sua arteria più famosa, all”alba non c’è nessuno, ovvio tutti i negozi sono chiusi, anche se mi ricordo che l’Apple store era aperto H24 , però non sono certo. Di certo Facebook mi ricorda che mi avviavo verso la High Line che non era ancora completata del tutto, ma che offriva già scorci bellissimi di una città intensa è meravigliosa. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Una Passeggiata tra i Cast Iron di SoHo New York

Tra le parti più belle della grande mela, anzi tra le mie preferite in assoluto, la zona di lower Manhattan è certamente una di queste, qui appena dopo l’arco di Washington Square, iniziano i quartieri più belli di New York. Uno dei quartieri più belli e frequentati dai giovani Newyorchesi e nono solo è certamente il quartiere di SoHo. Incastonato appunto a Lower Manhattan, tra Canal St e la 6th Avenue da una parte e Lafayette St e Houston St dall’altra, SoHo è uno dei quartieri più trendy della grande mela, da qualche anno, qui si sono trasferiti artisti, divi del cinema, musicisti e insieme a grandi firme della moda e del design hanno trasformato questo quartiere in un quartiere meraviglioso. i suoi Cast Iron, ristrutturati, sono considerati patrimonio storico del paese, ma cosa sono i Cast Iron? Sono gli edifici della metà dell’ottocento, con le scale antincendio all’esterno, quelli che spesso avete visto nelle pellicole girate a New York. Se poi cercate qualche buon ristorante, anche italiano o un locale alla moda, allora siete nel quartiere giusto per passare una bella serata ….Buona giornata e Buon Viaggio

Will never Forget All

Mi ero riproposto di non parlare dell’11 settembre newyorchese, ma mi è difficile soprattutto perchè c’è un altro 11 settembre che viene ricordato da pochi, l’11 Settembre Cileno. La presa del potere di Pinochet con un colpo di stato teso a rovesciare il governo con a capo il presidente Allende, che morì suicida durante il colpo di stato, erano anni insanguinati in tutto il mondo e le pressioni degli Stati Uniti sui governi degli altri paesi erano fortissime, soprattutto in quei paesi dove la democrazia era rappresentata da esponenti socialisti se non addirittuta comunisti come nel caso dell’Italia dove non abbiamo l’11 settembre, ma grazie a quelle politiche e ai fascisti di casa nostra abbiamo il 12 Dicembre, Piazza Fontana, il 28 Maggio Piazza della Loggia e il 2 Agosto Bologna, solo per citare alcuni dei più efferati atti compiuti nel nostro paese. Dicevo che mi ero riproposto di non parlare delle Torri Gemelle, ma è impossibile, impossibile dimenticare tutto ciò che era il mondo prima, tutto ciò che il mondo sarebbe diventato dopo, impossibile dimenticare cosa stavamo facendo, impossibile dimenticare le immagini incredibili di quel giorno, impossibile dimenticare tante cose, impossibile perchè io amo New York esattamente come amo Santiago del Cile, Milano, Brescia e Bologna e ed è impossibile dimenticare le violenze specialmente quelle che l’uomo commette ai danni dei suoi simili e non. Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Thomas Svensson on Pexels.com

Memories of Baptist Church

Chi mi conosce sa benissimo che non sono un uomo di chiesa, anzi la chiesa come istituzione non mi piace per niente, poi capisco che i preti e le suore sono uomini e donne come tutti noi e quindi c’è il marcio e il bene come ovunque. Dicevamo che non sono un uomo di chiesa, ma che spesso entro nelle chiese e nel templi di tutte le religioni, per ammirarne la magnificienza e spesso le meraviglie artistiche che nascondono al loro interno. Oggi mentre mettevo in ordine alcuni ricordi di viaggi lontani, mi è capitata in mano, la brochure di una chiesa battista di New York, dove in una fresca domenica del lontano novembre 2000, abbiamo assistito ad una messa gospel. Ricordo ancora tutto di quella mezza giornata, compreso l’omicidio avvenuto a qualche passo dall’edificio proprio in pieno giorno. Le messe gospel sono una bella esperienza e l’Abyssinian Baptist Church è un bella chiesa al 132 di Odell Clark Place, nel cuore di Harlem. Avete mai partecipato ad una messa di questo tipo? Buona giornata e Buon Viaggio

Scatto d’annata B come Bowling Green

Siamo quasi alla fine del duemila, erano i primi giorni di novembre a New York, c’era un mondo che di lì a un anno scomparve. Il “toro di Wall street ” è ancora lì, ma tutto la zona del financial district è mutato, quello che c’era allora oggi è un lontano è tragico ricordo e non solo per le torri gemelle, ma per tutta questa area che dominava Loewe Manhattan e anche il mio mondo di lì a poco si capovolse…..Buona giornata e Buon Viaggio

Capital World

Qui ci sono venuto qualche volta(1992/1995/2000/2008/2009/2011/2015), spero di venirci almeno altre volte è una delle città che ho visto di più nel mondo, assolutamente una delle mie preferite, la città che molti disprezzano senza conoscere, la città dove tra le storture più grandi e le disparità più assurde si può trovare qualsiasi cosa, la città che non dorme mai, la città che amo, perché anche quando dorme si sveglia presto come me.

  1. High Line : Una passeggiatina su questa via pedonale che era un tratto di ferrovia e che oggi rivive in una passeggiata tra i  grattacieli di Midtown, passando da Chelsea e dal Meatpacking district.
  2. Top of the Rock : all’interno del Rockfeller Center c’è la Rockfeller Tower, dalla quale si gode della migliore vista di New York dall’altro a parer mio non ci sono posti migliori, nemmeno la nuova Freedom Tower, anche se, per chi ha visto NYC dalle Twins Tower, il nuovo grattacielo del WTC regala qualche emozione, la vista dall’Empire State Building non è male, ma è senza l’Empire, quindi …
  3.  Central Park : Passeggiare al suo interno e visitarne ogni angolo è decisamente meraviglioso, anche se bisogna avere molto tempo, perché il polmone verde di Manhattan è molto grande, molti sono gli angoli nascosti e caratteristici, tanti li avete visti nei films, come per esempio la statua di Balto, il cane che salvò i bambini dalla difertite, la cui storia è narrata molto bene in un bellissimo film d’animazione, per chi ha amato invece John Lennon da non perdere, strawberry field, un giardino che commemora il grande musicista inglese assassinato a Nyc, nel 1980. Central Park è splendido in ogni punto e vi farà sentire lontano dal chiasso della città.
  4. Brooklyn Bridge  : Una bella passeggiata, per chi è allenato direttamente dall’Hotel al ponte più famoso del mondo. Anche un bel giro per Brooklyn non è male, una volta er abitato dagli Italiani, oggi è cosmopolita come tutta la città, di italiano sono rimasti alcuni ristoranti  anche nella zona dei Brooklyn heights lungo la riva dell’Hudson, da dove si vede la skyline di NYC in tutta la sua bellezza .
  5. New York Public Library : Una delle cose più belle della città, una biblioteca enorme, milioni di volumi e splendide sale dove poter leggere in tutta tranquillità, siamo sulla Fifth Avenue, all’incrocio con la 42th st, qui a destra si va verso il Chrysler Building e il palazzo delle nazioni uniti, mentre girando a sinistra si arriva in quel teatro pazzesco che è Times Square .
  6. Abyssinian Baptist Church : sulla 138th st, nel cuore di Harlem si trova questa chiesa Battista, dove assistere alla messa cantata della Domenica è una bella cosa, può sembrare la classica americanata  per turisti, ma non lo è, anzi è molto coinvolgente, anche se siete atei .
  7. Roosevelt Tramway : Questa non è propriamente un ‘attrazione, ma se la fate (round trip da 4/8 $ ), vi troverete in volo all’altezza dei grattacieli dell’ Upper East side, la corsa dura quattro minuti e una volta arrivati sull’isola e fatto qualche foto ad una parte della skyline di Manhattan da sotto il Queensboro Bridge potete star certi che la ricorderete con piacere
  8. Il Water Taxi : Un modo per girare Manhattan dall’acqua, dalla 42th si arriva alla statua della libertà, bellissimo al tramonto .

Non perdete la parte di Lower Manhattan, che parte dall’arco di washington square e arriva sino a battery park , attraversando alcuni dei quartieri più famosi e alla moda della grande mela, come il Village, SoHO e Tribeca, dove il grande Bob De Niro è di casa, per non parlare della miriade di proposte culturali, tra musei e teatri. Buona giornata e Buon Viaggio