Intervallo ( Wolf in New York )

Memories Of High Line

Oggi sette anni fa ero certamente in giro per Manhattan, ci alzavamo prestissimo per via del fuso non ancora assorbito e uscivamo alle 5/5:30, poca luce e poche persone in giro, ma poi appena ti fermavi a bere un caffè ti rendevi conto di non essere solo al mondo. New York, la città che non dorme mai, ma che in realtà, sulla quinta la sua arteria più famosa, all’alba non c’è nessuno, ovvio tutti i negozi sono chiusi, anche se mi ricordo che l’Apple store era aperto H24, però non sono certo. Di certo Facebook mi ricorda che mi avviavo verso la High Line che non era ancora completata del tutto, ma che offriva già scorci bellissimi di una città intensa è meravigliosa. Una città che ho amato dal primo momento, una città che ho visto tante volte e che vorrei rivedere tante altre volte. Buona giornata e Buon Viaggio

World Famous Streets ” York Street ” New York

Proprio sotto il quartiere di Soho si trova un altro dei quartieri diventati famosi della grande mela: Tribeca. Qui dove la Broadway incontra la 6th Avenue, si trova una piccola strada di lastricato che non ha nulla di famoso se non aver ospitato il Lupo e la sua signora nel loro primo viaggio americano insieme. Questa zona è piena di gallerie d’arte, studi cinematografici e vi si trovano i migliori ristoranti di New York, molti dei quali sono ovviamente italiani, siamo nella Lower Manhattan, poco distanti dalle rive dell’Hudson da una parte e il ponte di Brooklyn dall’altra, vicini a Little Italy e Chinatown. Insomma una piccola strada che per noi custodisce ricordi indelebili e importanti dell’inizio del nostro lungo viaggio…Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Louis on Pexels.com

Viaggio tra le città dell’Nba part 2 (New York)

Mentre ancora cerco di metabolizzare la scomprarsa di Mihajlovic, come se fosse un vecchio amico, vorrei parlarvi della New York cestistica, quella delle belle battaglie con i Bulls degli anni novanta per esempio. Ricordo che a metà dei novanta, c’era una pubblicità dell’Adidas dal titolo ” have you seen John “, con l’allora folletto dei New York Knicks, John Starks, quando tutto il movimento cestistico americano stava cercando assolutamente un erede del più grande di tutti Micheal Jordan. I New York Knickerbockers dalla nascita della franchigia nel 1946, hanno raggiunto otto volte le Finals e solo due volte si sono laureati campioni Nba, nel lontano 1970, la prima volta e nel 1973 l’ultima. Negli anni novanta raggiunsero le finals per ben due volte, ma in entrambe le finali furono sconfitti, nonostante avessero un ottima squadra, con uno dei centri che mi ha emozionato di più Patrick Ewing. Qui insieme al centro giamaicano, giocava anche Charles Oakley, conosciuto da tutti come The Oak, la querci, per la sua solidità difensiva. Un altro giocatore che è diventato poi il più vincente tra gli allenatori è stato Phil Jackson che vinse entrambi i suoi titoli da giocatore proprio qui a New York. Io nel 2008 sono riuscito a vedere una partita dei Knicks al Madison Square Garden, che già da se fa parte del mito della grande mela, non una grandissima partita, tra i Newyorchesi e i cugini New Jersey Nets, allora non ancora a Brooklyn, ma nel vicino new Jersey. E si perchè ptoptio la franchigia del New Jersey da qualche anno è divenuta la seconda squadra di new York, essenda trasferitasi a Brooklyn appunto nel 2012, ma questa è un’altra storia. Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Nextvoyage on Pexels.com

Top of the world

Stamattina si legge e ci si informa, si fanno progetti e si mettono in fila i desideri. Mentre Rebecca fa i compiti e studia, la mamma prepara un torta ed io mi leggo la classifica delle città più visitate al mondo. La prima città in assoluto è Bangkok, l’avreste mai detto? Tra le prime dieci città, ve ne sono 6 città orientali, tre europee e la sola New York tra quelle delle Americhe. Tra le Europe spiccano Londra e Parigi, rispettivamente al secondo e terzo posto, le italiane sono fuori dalla top ten, la prima città italiana è Milano, che è comunque quinta in Europa, le altre, comprese le città d’arte sono lontane dalle prime posizioni. Non avrei mai pensato a Bangkok in prima posizione, ma anche Kuala Liumpur al settimo posto è una piacevole sorpresa. Buona giornata e Buon Viaggio

Murder Story

I nostri viaggi oltre a farci bene sotto tutti i punti di vista, sono spesso esperienze formative, tutto ciò che accade in un viaggio rimane nei nostri cuori e nella nostra memoria, pronti ad uscire al primo granello utile.

Nel Novembre del 2000, trovandoci a New York tra una scarpianta e l’altra decidemmo di andare a vedere una messa Gospel, prenotammo per la messa della domenica successiva all’Abyssinian Baptist Church sulla 138 th. Il mito di Harlem e le sue contraddizioni, come gli Stati Uniti ovunque. come il mondo ovunque.

La Domenica prendiamo la metro e scendiamo sulla 135th, ci facciamo qualche “blocco” sulla  Lennox Avenue e arriviamo a destinazione, ci mettiamo in fila e dopo circa un ora entriamo, prendiamo posto sulla gradinata alla destra del palco, uno spettacolo, vi consiglio vivamente se andate a New York di partecipare ad una messa Gospel, c’è un atmosfera che nelle chiese cristiane non esiste. Dopo circa un ora di canti e battesimi nella vasca della chiesa, usciamo e mentre ci avviamo verso la metropolitana, troviamo una scena che all’inizio ci sembra un film. Una strada bloccata e delimitata dal nastro giallo della polizia di New York, un omicidio probabilmente, una vecchietta, che sembra la mamma di Willy il principe di Bel Air (se lo avete visto sapete di cosa parlo), un mia amico che le si avvicina ed in perfetto Italiano  le chiede cosa è successo e la signora in perfetto Inglese che racconta ciò che ha visto o ciò che le è sembrato di vedere. Se non ci fosse stato di mezzo un morto ci sarebbe stato da ridere. Certe esperienze non sono obbligatorie, ma questa è la vita, questo è il nostro mondo. Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Quintin Gellar on Pexels.com

Scatto d’annata L come Lower Manhattan

La più recente delle foto della grande mela è esattamente di sette anni fa, sette come le volte che sono stato a New York. la zona di Lower Manhattan, vista dalla sponda di Brooklyn è la Skyline, lo era con le torri gemelle, lo è ancora adesso. Questa negli anni è divenuta la più bella delle zone di Manhattan, lower inizia appena sopra Canal street, appena a nord di Tribeca e poco più a sud di SOHO, qui ci sono i ristoranti più alla moda e i locali più cool, Chinatown e Little Italy, il financial district e il Dow Jones a Wall Street, il Bowling green e la Trinity Church, insomma qui batte il cuore della grande mela, ma lo avrei detto di tutte le altre zone di New York. Buona serata e Buon Viaggio

dsc_0212.jpg

Il Primo volo

Il mio primo grande viaggio oltre oceano è datato 6 agosto 1992, alla volta di New York, aeroporto JFK, nella grande mela ci saremmo dovuti fermare solo una notte per proseguire il giorno dopo per Montego Bay Jamaica. Arriviamo belli carichi di adrenalina per prendere il nostro volo Delta, schedulato per le ore 11 di quella mattina, al check in ci informano che non possiamo partire causa incidente all’aeroporto JFK che è chiuso, restiamo in attesa della partenza che avviene alle ore 16 Italiane, durante il volo siamo seduti io e Stefano, ed un signore sulla sessantina di chiari origini Italiane, ma che di Italiano non parla quasi nulla ed è cosi che abbiamo passato il nostro primo volo, parlando il nostro stentato inglese con Frank, Italo Americano del Queens, che ci ha fatto marci in quanto a bere tanto che quando siamo atterrati a New York quasi non ci ricordiamo i nostri nomi… Sino al 2000 sugli aerei specialmente quelli a lungo raggio ti riempivano di mignon di alcolici di tutti i generi e si fumava senza quasi ritegno, meno male non è più così …Buona Giornata e Buon Viaggio

Photo by Michau0142 Ludwiczak on Pexels.com

Scatto d’annata s come skyline

Una delle città più affascinanti del mondo è ovviamente New York, la grande mela è senza ombra di dubbio unica nel suo genere, non potrà certamente competere con le grandi capitali europee per monumenti e storia, ma New York è affascinante, come una signora sopra i cinquant’anni. Questo mio scatto del dicembre del 2009, ci regala una vista sui grattacieli di Columbus circle e della parte a nord di Times Square. <vi ho già detto che mi manca un viaggetto da quelle parti ? Si si, ne avevo già parlato qualche giorno fa, la nostalgia a volte mi coglie d’improvviso e non sento la mancanza solamente degli esseri umani e non, ma anche di qualche luogo nel mondo dove ho ricordi meravigliosi. Buona serata e Buon Viaggio

Autunno in Central Park

Siamo nella parte centrale del parco cittadino più famoso del mondo, i colori sono quelli autunnali, questo è il Bow Bridge circondato da un calore senza eguali. Questo scatto arriva da un’altra bella pagina sulla rete : Season’s splendor, forse se vi recate a New York in questo momento dell’autunno, non troverete questi colori, fa ancora molto caldo e la stagione dei colori è appena iniziata, ma fra un mese Central Park si tramuterà in una galleria ricca di immagini come questa .Buona pomeriggio e Buon Viaggio

Photo da Season’s splendor