La Valle dei Templi

Akragas era il nome greco della città di Agrigento nella parte sud della nostra bella Sicilia, qui su di un costone roccioso sono stati ritrovati migliaia di reperti che vanno dalla preistoria all’epoca greco-romana, dai piccoli vasi alle colonne di templi dedicato alle divinità greche. Sono stato un paio di volte in questa splendida area, proprio sotto le mura della città di Agrigento, ultima volta alla fine di ottobre di qualche anno fa, con trenta gradi e una bella insolazione che mi costò un paio di giorni a letto con la febbre, quindi vi consiglio di andarci in periodi più freschi e comunque muniti sempre di cappellino e borraccia, anche perché le zone ombreggiate sono veramente pochissime e il parco archeologico immenso. Solo dal 1998 il parco della Valle dei Templi è sotto il protettorato dell’Unesco, insieme a Pompei uno dei luoghi più importanti del nostro paese. Buon Giovedì e Buon Viaggio

Pubblicità

Meravigliosa Valle dei Templi

Se siete in Sicilia, di luoghi da visitare ne troverete in abbondanza, oggi, però , vi porto con me a visitare un luogo millenario, un museo a cielo aperto, la Valle dei Templi ad Agrigento. Purtroppo le strade per arrivare ad Agrigento sono un vero Rebus, se siete a Palermo, ci vogliono circa due ore e mezza per percorrere i 130 chilometri circa, quasi tutti su strade a doppio senso, ma prima o poi finiranno questa strada provinciale, prima o poi.

Un sito che risale al 480 a.c.  Troppo lontano nel tempo  anche solamente per poterci provare, qui si trovano, molto ben conservati, alcuni dei Templi Greci presenti in Sicilia. Un consiglio, in estate, ma anche in primavera o in autunno inoltrato, cappellino e acqua, la strada da percorrere e lunga, il sito è molto ampio e il caldo a queste latitudini potrebbe essere un nemico . Il Tempio della Concordia, considerato uno degli edifici più importanti di tutto il mondo Greco, la città di Akragas (Agrigento), infatti fu fondata nel 480 a.c. dagli Ellenici, che allora dominavano il mediterraneo. Il Tempio di Eracle (Ercole per i Romani ), si trova vicino alla Villa Aurea, sulla collina dei Templi, qui si trova anche una Spendida Statua dell’Eroe mitologico ben conservata. Tra i più importanti e forse il più conosciuto, il Tempio di Castore e Polluce (detto anche dei Dioscuri), in realtà quello che rimane del tempio dedicato ai Dioscuri è una vera e propria icona della Valle dei Tempi .Tra gli altri si trovano le rovine del  Tempio di Giove,  con il Telamone ricostruito e tanti altri meno conosciuti, ma di grande rilevanza storicq. Il Sentiero tra Ulivi e lastricati è completamente al sole, molto ben segnalato, con alcune catacombe e visitabili ad ogni età, ricordatevi però di idratarvi se non volete fare la mia fine, insolazione e due giorni con febbrone a Letto … Buona giornata e Buon Viaggio

img_4700
Il Tempio di Ercole
img_5113-1
Il Tempio della Concordia

2019 Best articles 2019 by category : Curiosity Killed The Cat

Curiosity Killed The Cat : I Monasteri “Proibiti” del Monte Athos

 

Tra le splendide bellezze naturali della Grecia , in una delle culle della nostra civiltà , ci sono puntellati qua  e la risalendo il leggendario monte Athos , una ventina di monasteri di epoca Bizantina che vietano ancora oggi l’ingresso alle donne , questa Misoginia dei monaci è a parer mio vergognosa , sopratutto pensando che neanche gli uccelli e i mammiferi di sesso femminile sono i benvenuti da queste parti(anche se credo che la natura se ne sbatta altamente delle regole dell’uomo ) , un fondamentalismo patetico , ma che oggi trova sponde un po in tutto il mondo . Questi monasteri meravigliosi , sono un vero e proprio tesoro architettonico e culturale , costruiti poco prima dell’anno mille sono ancora dei gioielli incredibili . Non tutti sanno che il Monte Athos è formalmente uno stato sovrano , infatti il governo in questo monte è rappresentato da venti monaci provenienti da ogni monastero . Anche gli uomini però non sono molto benvenuti , infatti per accedervi devono richiedere un permesso , una specie di visto di ingresso , che dura solo quattro giorni , però si possono sempre visitare via mare , da un battello che vi porta proprio sotto le scogliere dove sono costruiti alcuni di questi Manieri .Non voglio assolutamente fare politica , a parte la Misoginia , che trovo ignobile (la chiesa Ortodossa …) , ritengo che questi luoghi probabilmente si sono salvati dal turismo di massa proprio grazie a queste restrizioni ….buona giornata e Buon Viaggio