Corso Venezia 52, Milano

Dal primo settembre di quest’anno al 52 di corso Venezia, la fondazione Rovati ha aperto il museo d’arte, che fino alla fine di Settembre avrà l’ingresso gratuito. Nei due piani del museo trovano spazio una bella collezione di oggetti etruschi e alcuni quadri tra i quali un De Chirico e Andy Wharol. La fondazione e il museo si trovano di fronte ai giardini di porta Venezia e al planetario di Milano. Un modo carino per passare un po’ di tempo nel capoluogo meneghino. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Sorprese a Milano

Non lontano dal Duomo di Milano, si trovano le antiche mura della cripta di San Giovanni in Conca, straordinaria cripta romanica, ci troviamo in Piazza Missori, la cripta è ciò che rimane dell’antica basilica paleocristiana che fu sepolcro di Barnabò Visconti. Molti passano da qui, milanese e viaggiatori, senza sapere che la cripata da qualche anno è accessibile grazie al lavoro dei volontari del Touring. La chiesa di San Giovanni in Conca fu demolita intorno alla fine degli anni quaranta del novecento, non perchè distrutta dalla guerra, ma per migliorare la viabilità del centro. Alcune parti della chiesa, vivono ancora a Milano, sparse qua e la tra il castello Sforzesco dove si trova il monumento equestre di Barnabò Visconti e la facciata della chiesa, che trova posto nel tempio valdese di via Sforza. Adesso che lo sapete potete tranquillamente informarvi al Touring Club per visitare la bella cripta. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

I was Born here

Non proprio qui, ma non troppo distante da quella che una volta era per tutti l’area delle ex varesine, il luna Park di Milano. Questa zona tra il quartiere isola è Porta Garibaldi è notevolmente cambiata nell’ultimo decennio, diventando una delle zone più affascinanti e ricche della città. Qui ci troviamo nel parco che sorge di fronte a piazza Gae Aulenti con alle spalle il bosco verticale e di fianco al parco della biblioteca degli alberi. Io sono nato un po’ più ad est, ospedale Macedonio Melloni, In questo scatto sembra più di essere a Singapore, ma Milano si è aperta da qualche anno ai Tall buildings e quindi nonostante tutto dovremmo abituarci ad alzare lo sguardo per vedere sino a dove arriveranno i prossimi. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Milano e Nick Ut

Prima del 1972 nessuno conosceva Nick Ut, all’anagrafe Huỳnh Công Út, fotografo di guerra e non solo. Oggi a Milano e sino al 31 Maggio, al palazzo Lombardia abbiamo visto la mostra fotografica a lui dedicata dal titolo ” From Hell to Hollywood “, che raccomta per immagini la carriera del fotografo vietnamita a partire dal suo scatto più famoso, quello che ritrae alcuni bambini nel villaggio di Trang Bang e divenuta la foto simbolo dell’orrore che è stata la guerra in Vietnam. Nello scatto, premiato con il premio Pulitzer, si vede un gruppo di bambini con al centro la piccola Kim Phùc, che scappa completamente nuda e con il corpo ustionato dal Napalm, una foto straziante come ce ne possono essere state decine negli scenari di guerra che hanno e che attraversano il nostro mondo. La mostra è completamente gratuita, ve la consiglio caldamente anche se le immagini, specie quelle legate al conflitto vietnamita, sono molto forti, la seconda parte della mostra è invece dedicata alla carriera del fotografo a Hollywood. Buona serata e Buon Viaggio

Via Poerio 35

Non lontano dal centro di Milano, si trova una casa che ha ben sedici gemelle in tutto il mondo, nata come centro della cultura ebraica, la casa 770, conosciuta anche come casa del Rabbino, è anche l’unica del suo genere nel vecchio continente. La prima venne costruita al 770 di easter parkway a Brooklyn e poi via via, in Argentina, Canada, Israele. Se ne trova una anche a Los Angeles. Mi sono ripromesso di riprendere a camminare per le vie della mia città, anche perchè ci sono moltissime chicche nascoste in quel vaso di pandora che è Milano. Intanto dal giorno 11 Febbraio non saranno più obbligatorie le mascherine all’esterno, così potrò riconoscervi se mai vi incontrerò. Buona serata e Buon Viaggio

La mia piazza

Se c’è una piazza che amo più di tutte a Milano è certamente Piazza Fontana, non tanto per la bella Fontana del Piermarini di fine settecento, ma per quello che da oltre cinquant’anni questa piazza significa per Milano, i milanesi e il nostro paese. Questa era la piazza dove anticamente c’era un grande mercato e guarda caso, la banca nazionale della agricoltura è proprio qui di fronte alla fontana. Quella banca squarciata da un ordigno il 12 dicembre del 1969, a futura memoria va ricordato che gli attentatori e i mandanti sono conosciuti , anche se non hanno pagato nessun conto con la giustizia e con il popolo italiano, anzi alcuni di queste sporche figure( avrei utilizzato aggettivi più pesanti) hanno vissuto una vita tranquilla, come molti dei loro amici, mentre le famiglie che hanno perso i loro cari in quell’esplosione, portano il peso di quella tragedia anche per noi. Nel piccolo giardino a fianco della fontana, si trovano anche due lapidi entrambe in ricordo di Pinelli, una del comune di Milano e l’altra dei giovani democratici della città Meneghina, riportano le stesse parole, tutte tranne una, che fa la differenza per la verità . Buona giornata e Buon viaggio

Porta Sempione

Se c’è un luogo del cuore a Milano è certamente questo o meglio questo è certamente tra i luoghi del cuore della mia città. L’arco della Pace costruito all’inizio dell’Ottocento è una delle cinque nuove porte del capoluogo meneghino, proprio all’ingresso del parco Sempione e della piazza d’armi del castello Sforzesco, nel suo piccolo anfiteatro si tengono spesso in estate , concerti e feste che attirano migliaia di giovani e di meno giovani . Un bel tour a piedi per Milano può partire tranquillamente da qui e camminerete molto se volete vedere il meglio dei luoghi d’arte e cultura della città del Manzoni e di MWT Buona giornata e Buon Viaggio

Signals From The Planet ” Milano Centrale “

Ieri mi sono imbattutto in questo cartello, misero devo dire, ma con un messaggio bellissimo. Certo fossimo stati negli States ci sarebbe stato un cartello degno di quessto nome ad attendere i visitatori, ma fa niente, va benissimo anche così. Appena fuori dalla stazione Centrale di Milano, si trova questo piccolo parco, recintato, che come recita il cartello è a disposizione di tutti i bambini e le bambine del mondo, non vi pare un bel messaggio? A me si, si potrebbe fare molto molto di più, ma a volte anche le piccole cose e i piccoli gesti possono fare la differenza. Buona giornata e Buon Viaggio

Tramonto sul lago di Comabbio

Oggi ci siamo fatti il giro di mezzo Lombardia, partendo da casa provincia di Pavia, siamo stati a Milano per prendere e accompagnare mia Suocera a casa, quindi dalla provincia di Milano, siamo poi passati per la provincia di Como per approdare infine a Biandronno provincia di Varese. Poi mentre tornavamo a casa, abbiamo catturato questo bel riflesso sul lago di Comabbio, che si trova tra il lago Maggiore e il Lago di Varese, un bel tramonto lacustre, per la domenica che vola via. Buona serata e Buon Viaggio

La Leggenda di Spaccasassi

Era il poco dopo la metà del millecinquecento quando la contessa Paola Ludovica Torelli della Guastalla, fece realizzare il piccolo giardino che si trova in via Francesco Sforza, che è considerato il più elegante del capoluogo meneghino. Qui in questo angolo verde e meraviglioso, tra alberi secolari, se ne trova uno conosciuto anche come Spaccasassi, per via delle sue profonde radici, questo splendido esemplare di Bagolaro, che ha le sue origini nell’Europa meridionale, ma che si trova anche in Africa e Asia, questo albero probabilmente si ricorda nei secoli e pare che sia sopravvissuto anche ai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Il giardino Guastalla merita certamente una visita, siamo praticamente a due passi dal Duomo di Milano e dal centro della splendida città lombarda. Buona giornata e Buon Viaggio