La prima volta

Se non ci fossero i nostri piccoli certe cose non accadrebbero…Rebecca fa il suo debutto alla Scala all’età di otto anni, io invece faccio il mio debutto a cinquantatré anni suonati, questione di opportunità …Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Casa Isimbardi e il Bramante Milano

Aperto solo in occasioni speciali, in questo cortile, in una traversa della centralissima via Torino, si trovano tracce del Bramante. Si pare che ci siano alcuni spunti del grande artista marchigiano, in questo palazzo che è stato anche la dimora, intorno al settecento, del Cardinale Pozzobonelli, ricostruito dopo la guerra, fortunatamente ha mantenuto intatte alcune delle meraviglie rinascimentali del suo cortile. Se vi trovate in Via Piatti, provate a metter dentro la testa, chissà, magari vi ritroverete nel rinascimento italiano, anzichè nel medioevo e non sarebbe per niente male vista la decadenza generale dei nostri giorni … Buona serata e Buon Viaggio

Il 12 Dicembre e Piazza Fontana

Per me il 12 Dicembre è da sempre una giornata provante, la giornata più brutta insieme al 4 Novembre, l’inizio di un periodo tragico per il nostro paese avvenne in Piazza Fontana quel giorno proprio il 12 dicembre del 1969. Non chiedetemi perchè, io allora avevo appena qualche mese, tre per essere precisi, ma con gli anni questa data è sempre più diventata un simbolo della mia insofferenza allo schifo di questo paese. Chiariamoci, questa come tante altre prima e dopo. Quando vado a Milano, cerco sempre di passare da Piazza Fontana, lo faccio da sempre, da quando ho individuato questa strage, come la madre di tutte le stragi del nostro paese e sono tante sapete, troppe assolutamente. Vi voglio bene, Buona serata e Buon Viaggio

La Cappela dei Portinari

In questi primi giorni di Dicembre, ci siamo dedicati alla cultura in quel di Milano e soprattutto abbiamo visitato luoghi sacri che non avevamo visto mai prima d’ora. Prima la bellissima chiesa di Sant’Eufemia, ampiamente documentata tra le mie pagine, poi sabato scorso, la basilica di Sant’Eustorgio. La Basilica è considerata una delle due più antiche del capoluogo meneghino insieme alla basilica di San Lorenzo poco più avanti è famosa perchè custodisce alcune reliquie dei Magi, trasfugate dalla stessa basilica da Federico il Barbarossa e restituite in parte dalla diocesi di Colonia soltanto ai primi del novecento. Ma non è di questo che volevo parlarvi, la chiesa al suo interno nasconde agli occhi dei più, la splendida cappella rinascimentale dei Portinari, dove si trovano l’arca di San Pietro Martire progettata dal Michelozzo e una cupola affrescata da Vincenzo Foppa che racchiude quattro momenti di vita di San Pietro Martire, dove spicca il miracolo della falsa Madonna, dove San Pietro smaschera il diavolo sotto mentite spoglie, la Madonna con le corna è per i più attenti a meno di non essere supportati dagli splendidi volontari che si adoperano per raccontarvi tutto ciò che di meraviglioso si trova in questa parte della Basilica. Se siete a Milano non perdetela assolutamente. Il costo per l’ingresso al momento è di 6 euro, ma credetemi se vi dico che sono spesi benissimo. Buona giornata e Buon Viaggio

Machu Picchu e gli imperi d’oro del Perù

Fino al 19 di febbraio del 2023 al Mudec di Milano, c’è un bellissimo allestimento con alcune opere manufatturiere degli Inca. Oggetti utilizzati per i sacrifici, vasellame ornamenti e gioielli arrivati sino ai giorni nostri e conservati presso il museo Larco di Lima, capitale peruviana. Alcuni monili sono di una bellezza da lasciare senza parole, i vasi sembrano prodotti ai giorni nostri così come le brocche e i coltelli utilizzati dai sacerdoti. Si, perchè durante i duelli, il perdente veniva preparato per essere sacrificato agli Dei e quindi dopo il sacrificio veniva venerato come essere sacro, una civiltà lontanissima sotto alcuni punti di vista. Per concludere una volo interattivo con la realtà aumentata sopra il sito di Machu Picchu, che però ha un costo a parte. Un bellissimo punto di vista storico su una delle civiltà più antiche del sud america. Buona giornata e Buon Viaggio

Intervallo ( Cappella Portinari) Milano

Se siete a Milano…

In questi giorni e fino al 6 Gennaio, in alcune piazze di Milano, avrete la possibilità di vedere alcuni alberi di Natale veramente speciali. Non solo quello di Swarovski in galleria , ma anche quello di Chanel per esempio in piazza Cordusio. Il mio preferito però rimane questo di Dior, in Piazza della Scala, proprio di fronte a Palazzo Marino, noi lo abbiamo visto spento, ma ci siamo riproposti di vederlo di sera , acceso deve essere strepitoso. Quindi se avete programmato qualche giorno nel capoluogo meneghino, ricordatevi di questa chicca…Buona serata e Buon Viaggio

Appuntamento Natalizio a Palazzo Marino

Fino a metà gennaio 2023, a Palazzo Marino va in scena l’appuntamento natalizio che ha come tema la carità, con la scultura di Tino di Camaino, la Madonna con il bambino di Filippo Lippi, l’adorazione dei Magi del Beato Angelico e la Madonna con il bambino del Botticelli. Una visita guidata e gratuita che vi sorprenderà con alcune opere del trecento fiorentino, dalle 09:30 ogni giorno. Come foto ho scelto la Madonna con il bambino di Filippo Lippi, Buona giornata e Buon Viaggio

Intervallo ( Michelangelo) Italy

My Top five Italian City

Questa in realtà è la classifica delle mie città italiane preferite, non delle più belle, di quelle che hanno un posto privilegiato nel mio cuore, non che non siano belle, ma per esempio qui non troverete per esempio, Venezia e Firenze, ma anche Siena e Verona, Matera e Pordenone etc etc.

5th Place Roma

Roma ovviamente per bellezza e storia sarebbe prima in ogni classifica, la metto al quinto posto così per dare un senso ai miei luoghi del cuore in italia, anche se un senso non c’è. Nella nostra splendida capitale, mi ci ha portato spesso l’amore, l’amore per la storia di Roma, ma anche per qualche bella romana, sono molti anni che non visito Roma, almeno un decennio credo, devo rifarmi assolutamente per rivedere la città eterna e i suoi tanti tantissimi luoghi storici.

4th Napoli

Sono sincero sino ad una certa età, pur avendo tanti amici partenopei, Napoli non mi ha mai attirato, anzi devo dire che non mi piaceva per nulla. Poi ci sono stato e tante volte anche. in un periodo strano della mia vita e devo essere sincero, è uno spettacolo. Via Foria, Via Toledo, Mergellina il Vomero e soprattutto o Vesuvio, il vulcano che fa tremare tutto il mondo. Per non parlare della Pizza, indubbiamente la numero uno. Qui si respira ancora la storia, quella boirbonica e quella dei suoi poeti, come Pino Daniele e Totò, Massimo Troisi ed Eduardo, qui il calore delle persone non è solo tipico del sud, è autentico, ah senza dimenticare o’ cafè…

3th Place Milano

Milano, la mia città, qui sono nato e cresciuto e nonostante mi sia allontanato da lei, ne subisco sempre il richiamo e sono felicemente costretto a tornarci, scoprendo sempre cose nuove. Ci sono una marea di luoghi del cuore e senza dubbio nel mio di cuore, Milano non ha eguali, la amo, ‘ Mi piacciono i tuoi quadri grigi Le luci gialle e i tuoi cortei Oh, Milano, sono contento che ci sei'( Da Milano e Vincenzo di Alberto Fortis). Il Duomo, Il Castello Sforzesco, i giardini di Porta Venezia, i suoi lunghi viali, le tante chiese da scoprire, le iniziative culturali, tutto a Milano è in movimento e per questo e altri due miliardi di motivi che mi manca ogni volta che non ci vado.

2th Place Aosta

Ero partito con l’intenzione di mettere la piccola città Romana della Valle d’Aosta al primo posto, forse perchè in Italia e in questo periodo della mia vita sarebbe l’unico posto dove mi trasferirei di corsa. Il piccolo centro è un museo a cielo aperto sembra di essere un po a Roma, l’Arco di Augusto e soprattutto la splendida porta pretoria insieme al teatro romano, fanno del centro storico di Aosta un piccolo gioiello da non perdere, senza parlare poi di tutte le valli che la circondano in mezzo alle alpi, al confine con Francia da un lato e Svizzera dall’altro. Il Monte Bianco, Il Monte Rosa e il Cervino e poi il mio luogo del cuore senza rivali…

1th Place Palermo

A Palermo città di mia madre e mia di conseguenza e per conseguenza ho ancora il mio cuore, nonostante tante cose negli anni siano cambiate. Qui ho passato le lunghe estati della mia giovinezza, gli affetti soprattutto il mare, i primi amori, le cose belle e buone della città, insomma un vasi di Pandora di ricordi. Adesso quando vado, non manco mai la salita per la strada vecchia di Monte Pellegrino, che Goethe definì il più bel promontorio del Mondo e che mi porta al Santuario della Santuzza: Santa Rosalia, non manco mai di farmi una passeggiata a piedi passando da Via D’Amelio., dall’Uccierdone e da via Libertà, per rivangare la disgraziata storia degli ultimi sessantanni di Palermo. Anche qui parlando di Chiese e di opere storiche c’è solo l’imbarazzo della scelta, in un luogo che ancora oggi e per sempre mi riempe di emozioni continue.

Buon Pomeriggio e Buon Viaggio

Photo by Yang Hao on Pexels.com