Archive for ‘Asia’

Once Upon a Time in Tienanmen Square

Questa piazza è bella , anzi meravigliosa , non tanto per le sue architetture , ma tanto per quello che ha significato per la Cina e per il mondo , qui alla fine degli anni 80 si radunarono , le menti libere di questo paese , Studenti ;Impiegati , e operai che occuparono la piazza in segno di protesta contro il governo del paese . Simbolo di quella protesta è un uomo di fronte ad una fila di  carri armati inviati dal governo per smorzare la rivolta . Nel mondo occidentale conosciuta come la primavera Cinese avvenne nel 1989 in concomitanza con la caduta dei regimi comunisti in tutto il mondo , purtroppo , la feroce repressione fu violenta e ancora oggi non si conosce l’esatto numero delle vittime , di certo rimane il fatto che piazza Tienamen simboleggia la rivolta pacifica di un popolo contro i suoi governanti . Oggi è uno dei luoghi più visitati dai turisti che si recano a Pechino  ……Buon Viaggio

Piazza Tienanmen
La foto più popolare della rivolta

Pitture Rupestri di Bhimbetka India

In una foresta di alberi di Teak e di sal ,quarantasei chilometri a sud di Bhopal , si nascondono più di settecento rifugi rupestri,di cui circa cinquecento contenenti pitture preistoriche risalenti a dodici mila anni fà .

Rappresentano un eterogenea gamma di scene e personaggi :Bisonti Indiani,rinoceronti , orsi e tigri ,scene di caccia,cerimonie d’iniziazione,danze e bevute di gruppo , riti religiosi e sepolture.

Le rozze figure geometriche delle pitture più recenti risalgono probabilmente al medioevo , quando gran parte dellìabilità artistica era andata ormai perduta.

La cosiddetta Roccia dello zoo è famosa per le figure animali,mentre la roccia 15 si distingue per il bisonte rosso nell’atto di attaccare una figura stilizzata.

Partendo da Bhopal, chiedete al conducente dell’autobus di farvi scendere al bivio per Bhimbetka , circa 6,5 chilometri dopo Obaidullaganj; da qui le grotte distano solo 45 minuti a piedi

Po-Lin Monastry and The giant Buddha

ll Monastero di Po-lin si trova sull’Isola di Lantau ed è raggiungibile con una funivia che parte da Tung Chung , alla quale arriverete con la metropolitana .Il percorso con la funivia è  lungo circa mezz’ora , vi permette di vedere dall’alto tutte le zone montuose ed il mare sottostante , potreta ammirare anche l’isola aeroporto di Hong Kong e vedere da una prospettiva particolare gli atterraggi e i decolli . Il monastero di Po Lin è stato fondato agli inizi del 900 da tre monaci , ma è diventato un centro di interesse turistico solo dopo la posa della statua del “Giant Buddha” , la statua del Buddha più grande al mondo che si raggiunge alla fine di una lunga scalinata di un centinaio di gradini . Oggi è un importante centro buddhista .Poco più in là si trova la via della saggezza (The Wisdom Path)  una replica all’aperto di una delle preghiere più famose della Religione Buddista,molto cara anche  Taoisti e confuciani. Nonostante i negozi di Souvenirs e punti di ristoro , la Spianata sopra la salita del Buddha è molto bella , circolare , con una splendida visione del monastero sottostante , Il Buddha è circondato da altre statue di alcune devote ancelle devote all'”illuminato” , un luogo comunque molto particolare , spesso molto affollato , ma che vale la pena di visitare .

DSC_0171

Il Giant Buddha

DSC_0139

un bel viaggio sul mar cinese meridionale

DSC_0198

Un offerta al Buddha

DSC_0166

Le Statue dei Generali all’ingresso del Monastero

 

Orari

Monastero Po Lin 09-18

Giant Buddha 10-18

Yu Garden una Shanghai meravigliosa

Questi edifici in stile antico (ma che di antico non hanno nulla se non lo stile appunto) , si trovano in piena armonia con il resto dei giardini , che questi si sono antichi e risalgono alla dinastia Ming , qui oggi si può acquistare qualsiasi cosa , si può mangiare , c’è un bazar che offre gli articoli più disparati , artisti di strada che riempono di colori questo luogo , che poco hanno a che fare con lo spirito delo stesso ma che lo riempono di suoni. Entrando dalla strada vecchia di Shanghai , dalla parte del Bazar vi imbatterete nel “tempio degli Dei ” , una volta ospitava il patrono della città , il minuscolo tempio è oggi preso d’assalto dai turisti . Le mura dividono il giardino in vaste aree , rendendolo alla vista molto più grande di quanto non sia in realtà (molto grande) , dall’altra parte da non perdere assolutamente il “muro del Drago  ” :questa scultura è stata dotata di quattro artigli , e non cinque come per i draghi imperiali , per non suscitare l’ira del Sovrano . Il Giardino Roccioso , un pò più in su , riprende la conformazione rocciosa del Sud della Cina , costruito anch’esso in epoca Ming , è in realtà un “Giardino Artificiale” , non molto Lontano si trova la Sala da tè “Huxintiang” , da non perdere assolutamente , in questo edificio di fine ‘700 , c’è un ponte a zigzag , costruito  appositamente  per proteggere l’edificio dagli spiriti maligni (si dice che gli spiriti non siano capaci di girare gli Angoli), fù costruito dai mercanti di cotone e successivamente ,trasformato nel diciannovesimo secolo in Sala da tè.Molto più piacevole al mattino , per chi preferisce un pò più di tranquillità ( per quanto tranquilla possa risultare una città di oltre trentamilioni di abitanti ,quasi quaranta ) , comunque un luogo incantevole che vi riporta ad una Cina , che man mano non c’è più…..Buon Viaggio

download (11)

Il Muro del Drago

download (12)

La Sala da tè

download (13)

parte del Grande giardino roccioso

Koh Chang ” The Real Thailand”

A circa 300 chilometri dalla capitale Bangkok non lontano dal confine cambogiano si trova questo meraviglioso Parco Nazionale Marino uno dei luoghi meglio conservati di tutto l’oriente , spiagge coralline , mare dai colori intensi e una vita sottomarina spettacolare , fanno di questo luogo uno degli ultimi paradisi incontaminati del pianeta.All’interno una bellissima foresta tropicale con una varietà di flora e fauna stupefacente , non di rado si possono incontrare Scimmie , Cervi , cinghiali e varani , i varani non sono quelli di Komodo , quindi stata tranquilli . Questa isola è costellata di luoghi meravigliosi e ancora non completamente sfruttati , a sud si trova una chicca per queste latitudini , la riserva marina di Koh Rang , dove è possibile fare snorkeling insieme alle tartarughe marine ,visto che questo è un luogo di riproduzione delle stesse . Quindi zaino in spalla e via per l’avventura ….Buona settimana e Buon Viaggio

images (6)

Open your mind ….you are in Singapur

Una città stato , questa è Singapore , una delle città più ricche al mondo e più densamente popolate , ma anche un gioiello di integrazione ,pulizia e multirazzialità. Singapore si trova a sud della penisola Malese dalla quale è separata dallo stretto di Johor , è un arcipelago di circa 60 Isole di cui la più grande appunto è la citta stato .Circa il 50% dei sui cinque milioni di abitanti è straniera , molti sono qui per lavoro , ma molti Americani ed Europei lo sono per studio , le Etnie principali sono quelle Cinesi,Malesi e Indiane . Per tantissimi anni Singapore è stata una colonia Inglese , inserita come altri paesi Asiatici in quello che era una volta il Commonwelth , nel 1965 Singapore ottiene l’indipendenza dalle truppe di sua maestà Britannica , ma i segni del passaggio anglossassone sono ancora evidenti in alcune costruzione della città , come il Raffles Hotel un Hotel in stile coloniale ancora tra i migliori della città , costruito interamente in Legno è ancora oggi un posto di charme . Tra le arterie principali della città al più famosa è Orchard Road , con i suoi lussosissimi centri commerciali tra i più grandi del mondo , un vero paradiso per gli amanti dello shopping , tutte le griffes della moda e poi tanta tanta tecnologia a buon prezzo. Singapore si gira tranquillamente a piedi e ha un ottimo sistema di trasporti con una delle più moderne metropolitane del pianeta , tra i quartieri più caratteristici troviamo Little India e l’immancamobile Chinatown entrambe espressione della cultura diversificata di questa città , la zona di Marina bay è la parte più giovane della città , grattacieli , centri commerciali e il famoso ponte elicoidale dalla quale si gode un meraviglioso panorama . Potrete gustarvi il panorama anche salendo sulla ruota panoramica più alta del mondo , il costo a persona è di 33 dollari….

A Singapore ci si può andare tutto l’anno , il clima è molto umido quindi per chi non ama le temperature torride estive meglio andare tra febbraio e aprile dove la morsa del caldo è meno pressante , in estate come ormai quasi in tutto il mondo le città si trasformano in calderoni roventi , e Singapore non fà eccezione . Se volete fare una pausa fuori dalla chiassosa città, il McRitchie nature trail fà al caso vostro , questo polmone verde al suo interno ha alcuni sentieri tutti ben segnalati dove potrete godervi un pò di pace e relax passeggiando tra giardini lussureggianti , piante esotiche scimmie e lucertole di varie dimensioni un bel posto vale la pensa e soprattutto è gratuito e ci si arriva comodamente con la metropolitana.

Tornando in città nella zona di gardens of the bay , troverete i Super Tree Groove , degli alberi che di notte si illuminano per uno spettacolo colorato , somigliano molto all’albero della vita dell’Expo di Milano 2015 , Il National Orchid garden offre una notevole esperienza per gli amanti dei fiori ed in particolare per gli appassionati delle orchidee , in zona ChinaTown c’è un tempio Buddhista con al suo interno conservata una reliquia se siete attratti dalla religione o se non lo siete questo è un bel tempio , molto pulito e ben conservato . Una menzione particolare merita certamente Boat Quay , piena di meravigliosi ristoranti e Locali , il cuore pulsante delle notti di Singapore , chiudiamo in bellezza prendendo la funicolare per andare sull’isola di Sentosa , magari anche solo per rilassarci un pò.e ritornando alla sera , magari andiamo a prendere un buon cocktail al Raffles Hotel, ricordatevi che Singapore è vicino e che ha una compagnia aerea considerata tra le migliori al mondo ……Un Viaggio è sempre una bella avventura Buon Viaggio

Marina Bay

 

 

 

Super tree Groove
Interno del Raffles Hotel
China Town

Malaysia mon amour

Quanti ponti lunghi quest’anno , quante occasioni per viaggiare , quante possibilità ci regala questo 2017 , ci vorrebbe un bel pozzo di San Patrizio , Mare , montagna e laghi , fiumi e Boschi ad ognino la sua destinazione , Italia e Estero qualsiasi sia la vostra meta godetevela fino in fondo ……

Questa è la splendida Ubudiah Mosque si trova in Malaysia ,  Kuala Kangsar , una splendida cittadina nell parte ovest della penisola Malese, un bellissimo viaggio on the road ,siamo nell’estate del 1994 , mamma mia !!!! Abbiamo visitato questo sacro luogo , nel più assoluto silenzio , eravamo solo in quattro e nessuna guida , il ricordo di questa Nazione (a maggioranza Musulmana) è proprio di apertura verso gli altri culti religiosi , qui , in quasi tutte le città vi capiterà di vedere templi Indù fianco a  fianco a Moschee o a Templi Buddisti o a  chiese cristiane ,  un esempio di tolleranza che ci vorrebbe oggi , in questi tempi difficili tra le razze e le religioni del mondo…..Buon Viaggio

img066

Last Thought on Shanghai

Un viaggio è meraviglioso anche al ritorno , si tirano le somme , si parla di ciò che si è visto , di cosa si è fatto , di quello che si è lasciato , di modi di vivere completamente differenti dai nostri e questo lo si fa per molto tempo , sino a quando non si inizia a preparare il prossimo . Quindi prima di iniziare a parlare di un altro viaggio , proviamo a chiudere il discorso Shanghai .

Cominciamo dicendo che il popolo Cinese non  per niente come lo immaginiamo nel nostro quotidiano , i Cinesi in giro per il mondo sono molto silenziosi e stanno molto tra di loro (questo vale per le vecchie generazioni) , mentre io ho incontrato un popolo gioioso aperto e soprattutto cordiale .

Shanghai , ma credo  di poter dire la stessa cosa di tutte le altre città della Repubblica Popolare Cinese è un frastuono di colori , di rumori di musica e di immagini , una città comunque in divenire , un luogo che visitato oggi  non sarà più lo stesso fra cinque anni , un cantiere enorme in termini di idee e di costruzione . Le cose da vedere sono veramente tante , e non bastano dieci giorni per vederle tutte , neanche se come noi fate quasi duecento chilometri a piedi (la nostra Rebecca a due anni e mezzo è stata bravissima) . Vediamo dunque cosa fare…….

Hotels

Ci sono tutte le più grandi catene internazionali , con prezzi e standard Occidentali , ma si possono trovare anche Hotels economici , se non siete troppo schizzinosi , potreste trovare in alcune vie anche stanze a 10/15 dollari a notte , ma ci sono soluzioni per tutte le tasche .

Cibo

Lo street food è assolutamente da provare , il “Dry Bread ” è uno spettacolo , come i ravioli di carne e di gamberi , non chiedetevi con che tipo di olio sono fritti , ma per il resto tutto ok , si possono mangiare anche delle buone pizze e pesce a volontà , noi siamo stati a Pranzo da M on the Bund (perchè invitati dalla mia amica Tiziana) , una terrazza affacciata sulla Skyline di Pudong , molto suggestiva (per il giudizio sul cibo vi rimando alla mia recensione su TA) , in un ristorante molto carino all’interno di People Square Park , ma sopratutto abbiamo preferito pranzo e cena in una catena che si chiama Fresh Elements , un ottimo connubio tra buone materie prime e prezzi ragionevoli . Qui comunque potrete trovare anche MC Donalds , pizza Hut e Kfc , insomma non rimarrete digiuni neanche se siete schizzinosi .

Da Non Perdere

Devo essere sincero , qui non mi sono sentito in pericolo un solo istante , immagino che ci siano delle zone molto pericolose anche qui a Shanghai , non ho idea , ma mai prima d’ora mi sono sentito così tranquillo , nonostante un città di trentasette milioni di abitanti , con degli spazi enormi e con motorini che spesso passano sui marciapiedi affollati senza che nessuno si mandi a quel paese (forse lo sono già ) , come dicevamo la città è in divenire .

la via principale Nanjing Road un arteria lunghissima che parte dal Bund e arriva fino e oltre la città vecchia .

Nanshi la città vecchia , una serie di pagode , con migliaia di negozietti di ogni genere , un vero splendore.

Jing’an Temple un meraviglioso tempio Buddista in fondo a Nanjing Rd e ai suoi grattacieli e centri commerciali immensi

Jade Buddha Temple Il tempio del Buddha di Giada , imperdibile la cerimonia con il piccolo Buddha , e il Budda sdraiata completamete costruito in Giada Bianca uno spettacolo .

Longhua Temple detto anche del Buddha che ride , con la sua pagoda che svetta all’interno del parco

French Concession Questa è la zona di maggior fascino di Shanghai , piena di negozietti e con vie interne che vi faranno assaporare la vecchia Shanghai , qui tra ville Art Deco e case attaccate l’una all’altra il tempo sembra essersi fermato , la sua atmosfera Retrò è molto sensuale .

Bund bellissimo il Bund specialmente se riuscirete a fare la passeggiate alle prime ore del mattino , evitando così la fiumana di gente che vi si accalca durante le ore del giorno sino a notte fonda , da qui si gode della Skyline di Pudong , un vero spettacolo specialmente al calar del sole , i grattacieli illuminati fanno da sfondo a questa area piena di edifici storici (molto europei) della Shanghai che fù è impressionante pensare che sino a venticinque anni fà pudong era solo campagna .

Conclusioni

Un accenno alla rete dei trasporti sempre più all’avanguardia , metropolitana e Bus in primis , ma anche il Maglev il treno a lievitazione magnetica che dall’aereporto vi porta in città (oggi arriva sino alla fermata della metropolitana , ma presto sarà ampliata la rete per migliorare il servizio) e i Taxi , che vi portano ovunque e sono molto economici . per chiudere vi consiglio un viaggio in questa città , starete bene , vi piacerà e soprattutto vi mancherà , se avete tempo fate qualche gita nelle vecchie città sul fiume nelle zone fuori Shanghai a pochi chilometri troverete veri gioielli che sembrano incastonati nel tempo , non mancano un parco Disney e un Bellissimo Acquario per i più piccoli , e non perdetevi un giro tra i grattacieli di Pudong , anzi salite sulla Shanghai Tower , la seconda costruzione più alta al mondo (632 metri ) dalla quale terrazza potrete godere di una magnifica vista su tutta la città . Uniche note dolenti il chiasso assordante in alcune zone della città (traffico e cantieri enormi) e poche persone che parlano inglese , ma la Cina stà arrivando , anzi ormai è alle porte ……….da uno a dieci vi consiglio Shanghai 10 ….Buon Viaggio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Last day in Shanghai

Una bella passeggiata alle prime ore del mattino , vi consentirà di “ammirare ” molti che all’interno del parco del popolo e non solo eseguono le attività più disparate , da soli o in gruppo , giovani e meno giovani , balli di gruppo , lezioni di yoga , sessioni di Tai Chi o semplicemente momenti di concentrazione , i cinesi a dispetto di ciò che pensiamo , sono un popolo molto attivo e gioviale ……Buon Viaggio

I vicoli di Shanghai

Il contrasto talvolta appare impietoso , il vecchio e il nuovo , le vie del lusso patinate e le vie più laterali ,che ci riportano a una Cina , che in queste megalopoli sta scomparendo, poco da dire su queste vie che qualcuno potrebbe, in modo frettoloso , dire :sono la vera Cina, io no lo só , di certo questa è una città che tra qualche hanno , se sarà in grado di mantenere la sua identità più vera , avrà poche rivali ..  

DIVAGAZIONI OLTRE I CONFINI DELL'EMPATIA

UN VIAGGIO CHE DALL'INTERNO CONDUCE A SE STESSI

Femme en Noir et Blanc

Un Omaggio alla Bellezza Femminile

lentiggini d'inchiostro

Unisco puntini per trovare risposte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: