Archive for ‘Nord America’

L’Incredibile Carmel By The Sea

Sulla splendida strade della costa californiana si possono trovare luoghi e paesi da favola , nel vero senso della parola , una volta era conosciuta soltanto per la sua Missione , che fondata nel 1771 dagli spagnoli è  ancora oggi una chiesa cattolica funzionante , oggi Carmel , divenuta nel frattempo Carmel by the sea (che indubbiamente fa molto più figo) , è una cittadina a sud della penisola di Monterey , direttamente sulla costa californiana , bagnata dalle acque del pacifico è divenuta un centro signorile , con viali pieni di gallerie d’arte e ristoranti di buon livello , alcuni di essi , con viste spettacolari sul Pacifico . Splendide le costruzioni del villaggio delle favole , che hanno di fatto messo Carmel dietro solo a Venezia e Parigi , tra le città più romantiche al mondo . Buona pomeriggio e Buon Viaggio

 

North America National Parks Part 14

  • Yellowstone Wyoming/Montana

Forse il più famoso , sicuramente il più anziano dei Parchi Nazionali Americani e del mondo( 1872 data della sua costituzione). Quest’ area ,che si trova nel Wyoming ,arriva a toccare il Montana (West Yellowstone ) ed in piccolissima parte anche L’Idaho , è una miniera naturale di flora e fauna incredibile.Yellowstone è un’area geotermica che offre spettacoli  meravigliosi: la Grand Prismatic Spring , una pozza d’acqua che sgorga dal sottosuolo oltre 2000 litri al minuto con una temperatura di oltre 70 gradi ;l’esplosione quasi ogni ora del “Old Faithful” ,un Geyser . Nella stessa area si può camminare in un sentiero che costeggia centinaia di Geyser :si possono visitare anche in giornata percorrendo i 240 km circa delle sue strade interne che vi porteranno alla scoperta delle tante attrazioni . Qui gli incontri con gli animali sono frequenti , specialmente Cervi Wapati e Bisonti , questi ultimi facili da avvistare nel tardo pomeriggio , quando vanno nelle pozze ad abbeverarsi .Un pò più difficile avvistare Grizzly , Lupi e il Puma che sono generalmente più timidi .Molto belli sono i due sentieri che portano alle Upper Falls e alle LowerFalls del Grand Canyon di Yellowstone. A Nord del parco invece c’è Mammoth Hot Spring , colate di zolfo e altri minerali , che nei secoli hanno fatto di queste rocce un monumento di roccia calcarea di vari colori :le fuoriuscite di acqua bollente cambiano colore in base al minerale che trovano sul loro corso :nella tarda primavera lo spettacolo di gruppi di cervi che sostano in queste terrazze naturali è splendido.Se avete bambini e volete vederli felici , entrate nel parco all’alba : in quasi tutti i corsi d’acqua è possibile vedere animali , così come nel tardo pomeriggio . Una giornata a Yellowstone potrebbe non bastare , ma per dormire nei periodi di alta stagione dovrete prenotare con qualche mese d’anticipo….buona sera e Buon Viaggio

North America National Parks Part 13

  • Canyonlands National Park

Un po mi mancherà questo parco , visto che quest’anno non passeremo da queste parti e tagliare fuori questa zona mi pesa , Canyonlands a mio parere è uno dei parchi più sottovalutati dell’intero panorama Americano , se ne avete la possibilità , visitatelo in mongolfiera , magari altramonto , cosi , nella zona di “Island in The Sky” , potreste vedere il “Dead Horse point” e il ” Mesa Arch” incendiarsi di mille colori .Qui il lavoro non di uno , ma di ben due fiumi è divenuto nei millenni un capolavoro di erosione ,l’azione combinata del”Green River” e del “Colorado River” , ha creato creste e roccioni spettacolari , tutto rigorosamente in Arenaria rossa , che all’impatto con il sole nascente o al tramonto diventano di mille colori , Il Mesa Arch è un ponte di roccia sospeso nel vuoro , da dove si gode di una vista spettacolare sulla valle sottostante , uno dei punti più fotografati del parco e sinceramente uno dei posti più belli di tutto l’ovest Americano , il Dead Horse Point state park  è un capolavoro del Colorado , conosciuto ai più per la scena finale di Thelma & Louise , film capolavoro dei primi anni 90 , questo splendido panorama (simile all Horseshoe Band ) , vi regalerà uno spettacolo mozzafiato , noi come al solito lo abbiamo visitato  alle sette del mattino e vi posso assicurare che la vista , in solitudine vale più di qualsiasi altra cosa …..questo parco , essendo sottovalutato , non soffre delle resse che trovate in altri parchi , e vi potreste trovare da soli anche nei punti più belli , da Moab si organizzano escursioni in mongolfiera , ma  anche in 4×4 , consigliatissimo .. Buona giornata e Buon Viaggio

 

 

A St Louis per vedere il Gateway Arch

Una delle città che forse non mettereste mai nella vostra bucket list è certamente St Louis , nel Missouri . In effetti io stesso , mai ci sarei andato se non avessi deciso di attraversare gli States cavalcando la Route 66 e neanche ho mai sentito qualcuno che ci sia stato a fare un viaggio di piacere , in realtà a nessuno verrebbe in mente di volare a St Louis , forse a qualche fan impazzito dei St Louis Cardinals , la squadra di Baseball della città . In realtà però , una cosa da vedere c’è in questo angolo lungo il Mississipi , il Gateway Arch , che è anche una delle icone del Midwest , un arco d’acciaio che rende riconoscibile questa città delle praterie . Insomma se volete vedere questa struttura incredibile , non vi resta che partire da Chicago  verso le praterie della parte centrale della vecchia America e imboccare la Mother Road ……Buona serata e Buon Viaggio

The Joshua Tree National Park , il parco degli U2

Non molto lontano da Los Angeles e molto vicino a Palm Spring si trova questo gioiello in mezzo al deserto Califoniano ,da sole  le foto al tramonto da Keys View valgono un’escursione all’interno di questo parco , famoso forse , più per aver dato il nome all’album degli Irlandesi di Dublino , che per la fama che gode realmente ; invece questo tratto di deserto , non lontano dalla mondana Palm Spring è un bellissimo angolo di mondo . Hidden Valley , incredibile paesaggio desertico disseminato di rocce e di Joshua Tree , gli alberi che sembrano cactus , ma che in realtà sono simili all’ Agave , questi alberi che danno il nome al questo parco , devono invece il loro ai mormoni che di passaggio da queste parti diedero il nome del profeta Giosuè agli alberi che sembrano avere braccia rivolte al cielo in preghiera . Bellissimi i tramonti nella zona di Keys View , non molto distante dalla Hidden Valley , da qui si gode di panorami bellissimi , che al tramonto diventano incantati . Insomma qui in questa zona desertica , tra i deserti di Sonora e del Mojave , il caldo la fa da padrone , anche se durante i periodi invernali si può godere di temperature leggermente più fresche , tanto è vero che queste sono le zone dove i signori Californiani hanno le loro residenze invernali e dove passano le loro vacanze di natale , tra campi da golf e ristoranti di livello . Vi segnalo , se siete amanti dei datteri da palma , la Coachella Valley , dove potete assaggiare i frutti direttamente dalle tenute che coltivano queste piante da frutto …..insomma questo parco sta diventando via via sempre più gettonato , anche perchè tra febbraio e Aprile con le fioriture delle piante del deserto diventa un luogo dove passeggiare in tranquillità sotto un cielo azzurro , buon pomeriggio e Buon Viaggio

 

 

World Famous Streets ” Fifth Avenue” New York City

Forse non ha più il fascino che aveva negli anni ottanta , quando viaggiare in America era un lusso per pochi , forse non è la più bella tra le vie più belle del mondo , ma di certo rimane la più famosa . Quando misi piede nella grande mela per la prima volta nel lontanissimo 1992 , ero ancora un ragazzo , fifth avenue era già un icona mondiale , e mi sentii piccolissimo al suo cospetto , mentre facevo avanti e indietro da Washington Square a Central Park  , una miriade di negozi , tutte i brands più famosi del mondo , e poi la St Patrick Cathedral , il Flatiron , Broadway , insomma un bel giro se volete sino ad Harlem , per la via più famosa del mondo , amo New York ….buona serata e Buon Viaggio

Quarta Tappa : I Parchi delle Montagne Rocciose .

Ci  eravamo lasciati a Edmonton , da dove proseguiamo per i bellissimi parchi delle montagne rocciose del versante canadese , qui ci aspetta tra le altre cose , una delle strade più incredibili del mondo , la Icefields Parkway . L’ultima volta che siamo stati da queste parti ci siamo goduti alcune delle meraviglie di queste zone , come Lake Louise e il Columbia icefield , ma anche le Athabaska Falls e i parchi bellissimi di Banff e Jasper , questa volta ci rifaremo gli occhi nel bellissimo Glacier National Park , l’unico parco che attraversa due stati (Stati Uniti e Canada) e il superbo Yoho national Park , qui ci fermeremo ad ammirare il bellissimo Emerald Lake e il Lake O’Hara , senza tralasciare le cascate che qui per via dei ghiacciai la fanno da padrone . Inoltre la Icefield parkway ci consentirà di vedere Orsi , Alci e altri animali presenti in grande numero su queste splendide montagne ,  dovremmo fermarci circa due giorni e poi via verso la prossima tappa ….ormai siamo a – 135 . Buona serata e Buon Viaggio

Santa Fè New Mexico New Age Capital

Salendo verso nord attraversando canyon e fiumi dai nomi che vi faranno piombare in qualcuno dei film di Sergio Leone o di John Ford ,nella capitale mondiale della New Age ,costruita tutta in stile Adobe , un modo di costruire antico con argilla , sabbia e paglia essiccata , la città oggi è piena di galleria d’arte e ristoranti alla moda. da non perdere assolutamente La Loretto Chapel , al suo interno  una scala a chiocciola di splendida fattura e con una storia molto particolare , tanto da essere chiamata “Miraculous Stair letteralmente scala Miracolosa .di fianco sorge la Cattedrale di San Francesco d’Assisi .Qui non vedrete alcuna costruzione tipica degli Stati Uniti , ma solamente costruzioni che richiamano i pueblos . non perdetevi al tramonto Camel Rock , appena fuori la città , una formazione rocciosa con una forma esattamente come il suo nome . Santà Fè è adatta a tutti , e può tranquillamente essere base per escursioni , nelle montagne rocciose del vicino Colorado , per visitare Durango e Silverton , qui siamo vicini ai parchi nazionali di Sands Dunes (meraviglioso deserto di sabbia) e alla Foresta Pietrificata , insomma “The West is The Best”…..Buona serata e Buon Viaggio

North America National Parks Part 11

Monument Valley Navajo Tribal Park Arizona

 

All’interno di quella che è la Navajo Nation , si trova questa zona desertica in arenaria rossa , un luogo sacro per i nativi , qui vige un fuso orario diverso dalle altre zone degli States .  Kayenta la città più prossima alla Monument Valley troverete qualche Hotels e qualche ristorante a qualche miglio dalla Valle , i momenti migliori per visitarla sono l’alba e il tramonto dove le rocce si infiammano cambiando colore con il variare della luce , di giorno il cielo , quasi sempre terso e con un colore blu molto acceso fà da contrasto al rosso che è il colore dominante in tutta l’area , la valle la potrete girare quasi ovunque in macchina , potrete fare anche una foto con il vecchio navajo vestito di tutto punto con il suo cavallo bianco , ma in alcune aree protette, ci si può andare con le sole guide navajo che gestiscono alcune escursioni all’interno del sito. L’Ingresso è intorno ai 20 $ , appena varcato il punto di pagamento , e vicino al parcheggio , ci sono delle capanne di Argilla e paglia simboli di una vita che fù ….Al John Ford’s point si ha una delle viste più belle sull’intera valle , Vi potrà capitare di imbattervi in qualche set cinematografico , d’altro canto lo stesso John Ford ci ha girato più di una pellicola , tra le quali la famosa ” Ombre Rosse”. Se posso permettermi qualche consiglio , se andate nel periodo Luglio/Agosto , potreste non trovare posto ( a meno di non aver prenotato prima) nei due o  tre Hotels che ci sono a Kayenta , se invece andate in altri periodi siete più tranquilli , a noi è capitato una volta di dormire nel parcheggio dell’Holiday Inn che era “No Vacancy” e soprattuto andate a godervi l’alba , un momento magico soprattutto se siete spirituali. Io adoro questo luogo , ci sono stato tre volte , ed ogni volta l’ho vissuta in maniera differente , e soprattutto ci sono stato in tre momenti veramente differenti della mia vita , ma tutti ugualmente felici….buona serata e Buon Viaggio

New York from Above: Top of the Rock

Molto meno affollato dell’Empire , il Top of the Rock è a mio parere il più bel punto di vista dall’alto di NYC . In Primis  perchè vi permetterà foto dell’Empire State altrimenti impossibili , poi perchè la vista dall’alto su Central Park è decisamente una bella cosa oltre ad essere unica . La Terrazza sita al 70 piano  , difesa all’aperto da vetrate e pavimenti in legno che danno quel tocco lussuoso  a questo luogo nel bel  mezzo del Rockfeller Centre . Secondo me Top per le viste dall’alto di Manhattan , buona giornata e Buon Viaggio

New York Dec 2009 078

Bella veduta di Central Park

New York Dec 2009 092

New York Dall’Alto

New York Dec 2009 105

L’Empire State Building

Twiki World

La legge mistica scardinata dai più profani angoli del mondo

Pensieri Parole e Poesie

Sono una donna libera. Nel mio blog farete un viaggio lungo e profondo nei pensieri della mente del cuore e dell anima.

Featherstonej

...vola solo chi osa farlo...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: