Tag Archive for ‘ontheroad’

Scatto D’annata : S come Sydney

Uno scatto della mia seconda volta nel paese Down under , la Skyline della città australiana più famosa , con il primo piano dell’opera house , il teatro dell’opera di Sydney. Se non ricordo male , stavamo andando con un piccolo aliscafo a Potts Point nella zona di Elizaveth Bay , era la fine di agosto del 2002 , dopo di allora non mi sono spinto mai più così lontano ….Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Una foto un viaggio , Shot 18

Siamo nel 2012 , l’ennesimo viaggio on the road negli Stati Uniti , questa volta la costa ovest , si vede che ci mancava talmente tanto che non siamo riusciti a rifiutarne il richiamo . Arriviamo a Londra l’aereo della Virgin Atlantic è sul rettilinio pronto al decollo , i motori sono al massimo , ma ad un certo punto un inchiodata pazzesca , tutto fermo , c’è un problema tecnico al velivolo , torniamo indietro , la compagnia ci paga la notte all’Hotel Hilton sito appena fuori dallo scalo areoportuale . Il giorno dopo ripartiamo tranquillamente , arriviamo a Las Vegas , dove abbiamo una camera prenotata al Vdara Hotel & casino . Dopo aver ritirato l’auto al McCarran , l’aereoporto internazionale di Las Vegas , iniziamo il nostro lunghissimo tour , che ci porterà in luogo a noi familiari e in altri che scopriamo per la prima volta . In questo viaggio a parte Las Vegas . Los Angeles , Salt Lake City e Yellowstone , tutto il resto non lo abbiamo mai visto , qui facciamo il nostro primo incontro con il Colorado e le mitiche Rocky Mountains , con il South Dakota e il Mount Rushmore , con Mesa Verde , ma anche con lo splendido scenario di Canyonlands e Antelope Canyon .Un viaggio strepitoso , fatto di molte sveglia al mattino presto , di lunghe passeggiate nei boschi e di scatti splendidi che ci regaleranno , insieme ai ricordi quell’arricchimento spirituale che solo un viaggio e un libro riescono a dare . Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Una foto un viaggio , Shot 16

Il 2010 è stato un anno tremendo , problemi di varia natura , familiari , lavorativi e di coppia , un anno che ci ha messo a dura prova , ma che forse è stato quello della rinascita sotto alcuni punti di vista . In tutto quel bailam , siamo riusciti ad organizzare il primo on the road di Lella , un viaggio che io avevo già fatto già cinque volte , che avremmo fatto altre volte , aggiungendo ad ogni viaggio un pezzetto nuovo , giusto per me . Partiamo con tante entusiasmo , venivemo fuori da un periodo veramente difficile , quindi pensavamo di meritare questi venti giorni tutti per noi . Un viaggio da Los Angeles a i parchi , passando per Las Vegas , arrivando sino a Yellowstone e riscendendo giù dall’Idaho e dalla mitica 101 , in questo viaggio abbiamo visto tantissimi animali e abbiamo capito che nei parchi , se vuoi goderteli a pieno ci devi andare all’alba e goderti gli spettacoli che alcuni posso regalarti , come la slendida alba al Bryce . Un viaggio che abbiamo rifatto altre volte , il nostro viaggio , il viaggio on the road …..Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Arriva la neve

www.instagram.com/p/CJQnoX0HBno/

Dicono che sarà come nel 1985 , in realtà lo dicono da anni , prima o poi indovineranno , anche solo per il calcolo delle probabilità . Da Lunedì in pianura padana è prevista neve per l’intera settimana , vedremo , nel frattempo dall’Alaska esattamente dalla città di Talkeetna , a nord della città di Anchorage , ci arriva questo scatto splendido , Bianco , candido come il Natale . Talkeetna è un piccolo centro non lontano dallo splendido parco de Denali , uno delle zone naturalistiche più belle del mondo . Buon Santo Stefano e Buon Viaggio

Le Strade più belle Del Nord America Part 9 ( The Great Alaska Highway)


Una delle strade più belle del mondo è di certo l’Alaska Highway , costruita durante il conflitto con il Giappone , dopo l’attacco nipponico a Pearl Harbour gli oltre duemila chilometri di questa autostrada furono terminati in soli otto mesi (il potere schifoso delle guerre) , oggi è quasi tutta a due corsie e soprattutto asfaltata e partendo da Dawson Creek ; famosa località del British Columbia in Canada dove fu girata l’omonima serie televisiva , arriva sino a Fairbanks in Alaska , attraversando gli stati canadesi del British Columbia e dello Yukon , in mezzo a foreste e parchi nazionali , un viaggio spettacolare , nella mia Bucket List e tra le prime tre destinazioni . Tra le cose stranissime che si trovano lungo i duemilatrecentonovantaquattro chilometri , vi segnalo la foresta dei cartelli vicino a Lake Watson , qui si contano oltre diecimila cartelli di tutti i tipi , una stranezza tipicamente nordamericana …..Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Leave me Here

Ho deciso , domani mattina mi sveglierò qui , in una di questa splendide dimore a ridosso della splendida spiaggia di Cannon Beach sull’altrettanta meravigliosa costa dell’Oregon . Se fossi certo che fosse così andrei a letto in questo momento , magari stanotte sognerò proprio di svegliarmi qui , d’altronde spesso sognamo quello che è stato l’ultimo argomento della nostra giornata . Le Foto poi sono come la musica , alcune ritraggono luoghi , ma portano alla memoria nomi e situazioni , che meraviglia . Buona giornata e Buon Viaggio

dsc_0357.jpg

Lost the way

Spesso quando ti perdi durante un viaggio vedi le cose migliori , spesso se ti perdi in un viaggio , la sensazione quando ti ritrovi è mostruosamente bella , ma quando ti perdi in un viaggio e vai incontro ai tuoi peggiori incubi , allora forse non è così meraviglioso . Così mentre percorriamo la Route 66 in direzione Los Angeles , il mio bel navigatore (nel 1998 non esisteva la tecnologia) , decide di distrarsi, così , perdiamo la strada e ci ritroviamo in una prateria sconfinata in Arizona , mentre cerchiamo di barcamenarci sulla cartina , inizia un temporale violento, all’aperto i temporali nel deserto possono essere devastanti e per uno come me che ha la fobia dei fulmini(tra le altre) non è stata una passeggiata , abbiamo fatto almeno un paio di ore a zigzag su questa lunghissima strada che ci ha portato alla fine a Sedona , alla guida c’era il sottoscritto , ricordo ancora lo slalom tra i fulmini , come un gigante di Tomba , peccato che le saette probabilmente cadevano a decine di chilometri da noi , nonostante la macchina , durante un temporale sia uno dei luoghi più sicuri , che ci volete fare , alle fobie non si comanda , spesso sono loro a comandare noi . Buon Pomeriggio e Buon Viaggio

Una foto un viaggio , Shot 9

Il 1998 è l’anno del grande caldo , ovunque nel mondo le temperature sembrano impazzite , anche nella nostra vecchia Europa le temperature arrivano a sfiorare i quaranta gradi centigradi , ma è nel bel mezzo del Texas , che le temperature arrivano a superare i quarantacinque gradi , una situazione che drammatica che causerà danni notevoli a cose e persone . In questa bella atmosfera atterriavo a Chicago , in una fresca serata di agosto e qui troviamo la prima sorpresa . Per la prima volta non avevamo prenotato l’auto tramite Alamo , con la quale ci siamo trovati sempre bene per i nostri noleggi in Usa , ma avevo delegato la prenotazione al mio socio di viaggio . Arriviamo al noleggio scopriamo una parola a noi sconosciuta sino a quel momento : Drop off . Il termine (significa lasciare) che definisce il ritiro in una città e la riconsegna in un altra che non sia nello stesso stato , dato che noi ci apprestavamo a percorrere tutta la Route 66 sino a Los Angeles e visto che era ormai tarda sera e nonostante la nostra prenotazione (già pagata) , la compagnia ci ha chiesto 3800 USD , uno sproposito anche per quei tempi . Non ritirammo la nostra auto , andammo alla Alamo , che nonostante tutto ci fece un prezzo quasi stracciato ( 2500 USD) , tenendo conto delle condizioni di noleggio e del fatto che non avessimo alcuna prenotazione , se pensate che oggi un drop off , al massimo vi può costare 500/600 dollari , capite bene il danno . A parte questo inconveniente e altri piccoli capitati lungo le migliaia di chilometri percorsi , la Route 66 è stato un viaggio emozionante , anche se da Springfield nel Missouri a Amarillio in Texas abbiamo visto solo lunghe distese di grano e praterie sconfinate . Un viaggio incredibilmente faticoso , uno dei più bollenti della mia vita, a quasi dimenticavo , il dollaro era quasi a 1800 lire ……Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Scatto d’annata V come Valley

Qui in questo scatto di una focosa alba dell’estate del 2008 , ci troviamo all’interno del Navajo tribal park , conusciuto in tutto il mondo come Monument Valley esattamente a Sand Springs . Siamo nello stato dell’ Arizona . All’interno della Monument Valley il grande regista John Ford , girò alcune delle più famose pellicole di western della storia , uno fra tutti Ombre Rosse , tant’è che all’interno della Monument , uno dei  luoghi più suggestivi è proprio il John Ford’s point , qui albe e tramonti sono spettacolari e un modo per fare bellissime foto è pernottare al The View l’unico hotel all’interno del parco …..Buon pomeriggio e Buon Viaggio

IMG_2500

Signals From The Planet ” The Outback” Australia

Il cartello che segnala l’Outback austaliano , una delle zone più famose del continente dei canguri , qui siamo poco oltre Port Augusta , sopra Adelaide , da qui sino ad Alice Springs è quasi tutto deserto , qui batte il cuore rosso del paese degli Aborigeni , qui si incontrano solo Emù , Aquile e canguri , qui se non siete accorti rischiate di rimanere senza carburante , un po come stava per accadere a noi , nella nostra seconda avventura in terra australiana . I colori del deserto all’alba e al tramonto si intrecciano con il blu del cielo per regalare colori magnifici ….Buona giornata e Buon Viaggio

img181
Artblog

Scrivi la vita con saggezza

friulimosaicodilingue

*più lingue conosci più vali*

Pacoinviaggio

viaggiare in tutti i sensi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: