Tag Archive for ‘ontheroad’

Per gli amanti delle ostriche

Mentre percorriamo la Pacific  Highway, la mitica 101, resa celebre da un bellissimo Album Live dei Depeche Mode e da moltissime pellicole Hollywoodiane, ci imbattiamo in questa, che secondo gli americani della zona dovrebbe essere il fossile della più grande ostrica del mondo . Devo dire che sono ossessionati dalle cose enormi, specialmente nelle cittadine più piccole, l’albero più grande, la macchina più lunga, insomma se non altro non ci si annoia, sinceramente non sono tecnicamente preparato per capire se sia autentica oppure no, ma cambia poco, rimane una cosa molto curiosa e poi se percorrete la 101 statene certi che vi sentirete come Jack Kerouac “on the road” ….Buona Giornata e Buon Viaggio

IMG_0615

Le Strade più belle Del Nord America Part 10 ( San Juan Skyway Tour)

Non è una vera e propria strada, ma un anello di circa quattrocento chilometri che tocca una quindicina tra le vette più alte delle Rockies con vette tutte sopra i quattromila metri. Qui tra Pueblos e antiche città minerarie c’è solo l’imbarazzo della scelta e poi se arrivate a Durango potreste anche prendere la famosissima linea ferroviaria : Silverton-Durango, che nel periodo d’oro del vecchio west ha fatto la fortuna di queste zone del colorado. Insomma questo giro tra le vette spettacolari delle San Juan Mountains è considerato uno degli scenari più belli d’america e poi il Colorado specialmente durante il periodo invernale è una delle aree sciistiche più famose del mondo, con Veil, Aspen e Colorado Spring.

Un bel viaggio on the road

l’anno scorso, in tempi non sospetti avevamo ancora prima di partire per Seul (poi non siamo partiti ovviamente), avevo già messo giù un lungo on the road per il 2021(che ovviamente non faremo), però una traccia che potrà tornare utile speriamo quanto prima. Il viaggio in questione è uno splendido coast to coast del Canada, partendo dallo splendido spettacolo della Niagara Falls, per arrivare alla spettacolare natura di Vancouver Island, percorrendo i circa cinquemila chilometri con un piccolo camper o un’auto. l’Idea è quella di arrivare a Toronto, stare un paio di giorni e poi dare il via a questo lungo viaggio, con una piccola deviazione alle cascate del Niagara( visto che siamo qui). la prima tappa ci porta verso nord costeggiando il grande lago Huron,la seconda tappa ci porta a Thunder bay lungo le coste del lago Superior, in una delle zone più belle del Nord america, quella dei grandi laghi. Poi due o tre giorni per raggiungere la parte centrale del grande paese e visitare le città di Winnipeg e Saskaton, che in inverno raggiungono anche i quaranti gradi sotto zero, ma che in estate per un breve periodo sono uno splendore di colori. Poi si va verso il mio luogo preferito al mondo, le Rockies e i parchi nazionali canadesi dell’Alberta e qui ci vogliono un po di giorni per visitare i parchi, ma anche le città di Calgary e Edmonton che sono due gioielli di organizzazione e efficienza, in queste zone sono assolutamente da non perdere le cittadine di Jasper e Banff con i loro famosi parchi nazionali proprio sulle Rockies, qui tra giugno e luglio vi imbatterete in moltissimi animali, Orsi, lupi , alci e altri grandi mammiferi che arricchiscono questo ambiente montano meraviglioso. Poi si viaggia verso Vancouver e Vancouver Island, passando per Kamloops, dove io passo perchè qui in un viaggio particolare della vita mia e di mia moglie abbiamo raggiunto il punto più alto di felicità. Vancouver merita qualche giorno assolutamente, Stanley Park , North Vancouver il Lions Gate , la città “vecchia” di Gastown e la splendida Water Street meritano assolutamente, una delle città più vivivbili al mondo con un età media dei suoi abitanti tra le più basse del pianeta. Ultima tappa, traghettiamo per la splendida isola di Vancouver , dove ci aspetta una bellissima natura nella parte centrale e una splendida cittadina, Victoria che è anche la capitale dello stato del British Columbia e ha un aria molto molto British, con pub e librerie speciali. Ultima tappa il ritorno a Vancouver da dove si ripartirà per tornare a casa. I avrei già anche stimato i costi e i tempi , quindi in teoria sarei anche pronto per partire, ma mi sa che dovremmo aspettare ancora, l’importante è farlo comunque. Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Adi kavazovic on Pexels.com
Photo by James Wheeler on Pexels.com

Ogallala Nebraska

Siamo in mezzo alle praterie e non lontano dall’Oregon Trail , le lunghe distese erbose del Nebraska , in quello che una volta erano le piste battute dai Pony Express e dai Mormoni , nella zone delle grandi pianure , non lontano dal Wyoming e dalla sua capitale Cheyenne . Qui siamo nella simpatica Ogallala , vicina a Lake MacConaughy , un luogo che attrae pescatori da tutta la regione . Qui siamo nonostante le strutture si siano modernizzate ci sono ancora alcune zone che rimandano al vecchio West , se state percorrendo la I80 , fateci una scappata non ve ne pentirete …..Buona serata  e Buon Viaggio

c8d8d28b09cad06425b0175c3becf098

In volo su Salt Lake City

La città dei mormoni nonchè capitale dello stato dello Utah, tra le sue immagini più conosciute al mondo ha certamente quella degli Utah Jazz, franchigia del basket a stelle e strisce, specialmente quella a cavallo tragli anni ottanta e novanta, con John Stockton e Karl Malone, guidati da uno dei più grandi coach di sempre, quel Jerry Sloan che aveva un’eleganza e un modo di fare da vero gentiluomo. Poi di certo c’è la chiesa dei santi dell’ultimo giorno e tutto il complesso che le ruota attorno, simbolo di questa religione fondata da Joseph Smith nel 1830 . Poi c’è la Eagle gate, una porta con vista sullo Utah State Capitol, tra South Temple Street e State Street, eretta nel 1859 la struttura supporta un enorme aquila del peso di oltre due tonnellate, davvero simpatica. Lo Utah è uno dei più spettacolari stati di tutto il nord america, con alcuni dei parchi più famosi e affascinanti, se siete da queste parti non perdetelo. Buona giornata e Buon Viaggio

Parc National de la Mauricie: Quebec, Canada

Una vasta area protetta di quasi seicento chilometri quadrati , quella che si trova nello stato del Quebec a metà strada tra Montreal e Quebec City. Il parco è famoso per la sua splendida fauna, che comprende Orsi bruni e Alci tra gli altri e vanta un numero impressionanti di laghi. Qui potete incontrare questi animali nel periodo tra giugno e luglio, quando potrebbero attraversarvi la strada in tutta calma. Il verde delle foreste dei monti Laurenziani rendono questo parco adatto agli escursionisti e ai viaggiatori meno esperti , purchè non si abbandonino i sentieri segnalati (molto bene). Un giorno vi racconterò per bene la nostra avventura in questo parco, dove abbiamo dormito in una Tipi , una tipica tenda indiana all’Auberge Refuge du Trappeur, che ha anche comodissime camere più accoglienti ed economiche, una vera e propria storia che potrebbe fare parte di un libro di racconti. Se siete on the road nella parte est del grande paese nord americano, segnatevi questo parco ne vale veramente la pena . Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Memories of last European on the road

In attesa ddel volo per tornare in Italia dall’aeroporto di Arlanda, in Svezia, raccontavo qualcosa di quello che erra stato un viaggio tra i più belli in assoluto, giusto qualcosa, presi da quello che doveva essere il viaggio successivo, che avevamo in testa, ma che in realtà nonostante tutto, prenotazioni comprese è rimasto solo nella testa . Buona serata e Buon Viaggio

Logan Pass

Percorrendo una delle strade panoramiche più belle del continente nord americano, la Going to the Sun road, all’interno del parco nazionale di Glacier, nello stato del Montana, arriverete agli oltre duemila metri della terrazza del Logna Pass, dalla quale è possibile ammirare lo spettacolo del Continental Divide, qui partono alcuni sentieri che si inoltrano nella parte nord del parco, uno in particolare vi porterà al Hidden lake overlook, con panorami meravigliosi, anche se il più battuto è certamente l’higline trail , un bellissimo percorso di una trentina di chilometri (ci sono le navette che vi riportano indietro o avanti), amato soprattutto dagli escursionisti più esperti, qui si trova il Garden Wall e il continentale Divide si apre su valli e vette che una volta erano la casa di moltissimi ghiacciai, qui infatti sino alla fine del 1800 si potevano ammirare oltre centoventi ghiacciai tutti nel pieno della loro “maturità”, oggi invece superiamo appena la ventina, che sia colpa dell’uomo o dei cambiamenti climatici ciclici della natura, quest’area rimane comunque una delle più belle d’america e la Going to the sun road una delle strade più suggestive…..buon pomeriggio e Buon Viaggio

Giants Tree


Mentre percorrete verso sud la splendida Avenue of the giants , ad un certo punto vi imbattete nel cartello che segnala il sentiero per Hyperion , l’albero più alto del mondo , oltre 115 metri . Una Sequoia , che però non si trova nel Sequoia National Park , ma nello splendido scenario del Redwoods National Park in California al confine con L’Oregon , uno splendido esemplare di Sequoia Sempervirens di oltre duemila cinquecento anni . Il percorso per raggiungerlo è un anello di circa un chilometro nel folto di questa foresta di giganti , un vero paradiso per gli amanti della natura e dell’ escursionismo, ma anche per semplice visitatori, una delle camminate più belle che abbia mai fatto in vita mia. La California ha molte aree protette dove ci sono foreste come questa, Muir Wood per esempio poco fuori San Francisco e poi a Visalia , dove si troval’albero più grande, il mitico, l’unico, il Generale Sherman, in quel meraviglioso parco che è il Sequoia National Park . Buona giornata e Buon Viaggio

Manitou Springs , un piccolo gioiello delle Montagne Rocciose

La piccola cittadina di Manitou è uno dei tanti gioielli delle montagne rocciose , costruita in stile europeo è meta di moltissimi viaggiatori che amano le sue gallerie e la sua posizione sulle Rockies. Qui, prendendo la Pikes Peak Railway , vi troverete in poco tempo sulla vetta a quasi quattromila e trecento metri , con una vista mozzafiato su tutte le Rocky Mountains , un spettacolo meraviglioso, non solo per chi ama la montagna. Manitou Springs, si trova a qualche chilometro a Ovest della famosa città di Colorado Springs a sud della capitale dello stato Denver, la splendida Cave of the winds è un’altro dei meravigliosi gioielli naturali di questa piccola località, un’immensa grotta calcarea che non ha però nulla a che vedere con la sua omonima e famosa, che si trova alle cascate del Niagara. Da queste parti le località leggendarie non mancano, tutte le Rockies sino al versante canadese sanno regalare emozioni, a Manitou si trova anche un insediamento dell’anno mille a Cliff Dwelling , insomma in questo piccolo gioiello non manca nulla . Se un giorno attraverserete le Rockies, non dimenticativi di Manitou Springs …..Buona settimana e Buon Viaggio

Curiosando qui e là 🔍🔎

Curiosando si imparano sempre cose nuove😊

LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

Libertà è la parola chiave: libertà di scrivere - libertà di leggere - libertà di essere

mentalvacancy

surfing my brain's waves

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: