Music For Travelers “If I Ever Thought You’d Be Lonely ” ABC

Questo pezzo arriva dal secondo album del gruppo inglese ABC dal titolo Beauty Stab del 1983, in realtà io l’ho conosciuto per caso, dieci anni dopo, quando a Brisbane in Australia comprai il CD Alphabet City, dove questo brano era incluso. Nella versione Australiana è presente, mentre in quella uscita in Europa, sembra che questo brano non sia compreso, quindi sono in possesso di una chicca. Il gruppo di Martin Fry, mi è sempre piaciuto, sia perchè Fry ha una bella voce e poi perchè, questa musica mi ricorda gli anni ottanta, quelli della mia adolescenza, quella dei capelli cotonati e quelli della musica meravigliosa. Un bell pezzo per chiudere la serata. Buona notte e Buon Viaggio

Music For Travelers ” Hateful ” >The Clash

Stamattina ci siamo svegliati così. Uno dei più bei lavori della storia del rock del post punk e della musica in generale, questo album dei Clash credo che sia stato compagno di viaggi di molte persone, tra i miei amici ero l’unico che ascoltava un certo tipo di musica e me ne vanto ancora oggi, probabilmente per questo qualcuno avrebbe potuto chimarmi hateful… Buona giornata e Buon Viaggio

Music For Travelers ” Hurricane ” B.Dylan

Una delle canzoni più belle del menestrello più grande del nostro pianeta, era il 1976 quando Bob Dylan musicò l’incredibile storia di Rubin Hurricane Carter, condannato per triplice omicidio, dal quale venne scagionato un decennio dopo. La canzone era contenuta nell’album Desire ed è indubbiamente una delle più conosciute del ragazzo di Mr Zimmerman da Dukuth Minnesota. Quante ingiustizie continuano a sporcare il nostro mondo, tante, troppe…Buona serata e Buon Viaggio

Compagni di Viaggio

Quanto sono importanti la musica e i libri in un viaggio on the road? molto, moltissimo almeno per me. Solitamente prima di partire producevo almeno due tre cd da portare con me, anche se ormai con qualsiasi smartphone è possibile avere migliaia di brani da ascoltare in macchina e non solo. E i libri? ce ne vogliono almeno un paio e a volte potrebbero non bastare, come quella volta che di fronte all’uragano Irina, fummo costretti a rimanere chiusi in camera per 36 ore, meno male che avevamo con noi quattro libri, se no ci avrebbe preso la pazzia. Anche per i libri ormai basta lo smartphone, anche se io preferisco portarmi dietro qualche libro, non riesco proprio a leggere con le nuove tecnologie ho un bisogno incredibile di sfogliare le pagine. Vi posso assicurare che ci sono delle canzoni che assumono un sapore completamente diverso se ascoltate in determinati luoghi, come se fossero scritte esattamente per quel posto, mi viene in mente per esempio A Horse with no name degli America, provate ad ascoltarla lungo le strade deserte dell’ovest americano… E voi come vi organizzate ? Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Ken Cheung on Pexels.com

Music For Travelers ” The Eternal ” Joy Division

Era il mese di luglio del 1980 quando usci il secondo album dei Joy Division, la band di Manchester guidata da un cantante che sarebbe divenuto un’icona della storia del post punk e della musica rock in generale, la voce di ian Curtis inconfondibile, in uno dei pezzi più belli di Summer, Hook, Morris e appunto Curtis. Credo di averlo detto diecimila volte, Ian Curtis era un poeta, la sua situazione fisica lo ha delibitato moltissimo, sino a portarlo al gesto estremo quando non aveva ancora ventiquattro anni. I Joy Division da allora non esistono più, esisteranno i New Order, ma questa è un’altra storia. Buona serata e Buon Viaggio

Music for Travelers ” Train in vain ” The Clash

Mentre da qualche giorno mi sono ributtato sulla bellissima ” Redemption Song la Ballata di Joe Strummer”, raccontata sapientemente da Chris Salewicz, mi ascolto anche quello che è uno degli album più spettacolari di sempre, i Clash non erano solo Joe Strummer, ma erano anche Mick Jones. Erano le liti con la CBS e tanto tantissimo altro. London Calling è uno dei più belli di sempre, un misto di rock, reggae e altro, a proposito è Simonon che spacca il suo basso sul palco di un concerto, quello nella foto di copertina. Un bel gruppo, peccato non siano durati molto , ma il giusto per essere considerati tra le band immortali della storia della musica. Buona serata and stand by me….Buon Viaggio

Music For Travelers ” When I let you down ” M & G

Uno dei pezzi più ballati in discoteca almeno sino al 1992, poi non ne so più parlare, uscito nel 1986, questo pezzo scritto, interpretato e prodotto da Maurizio Sangineto e Mirko Galli ebbe un successo incredibile, ma meritatissimo, tra le altre cose Sangineto produsse anche i Creatures, un gruppo che ebbe un discreto successo a metà degli anni ottanta…Buona serata e Buon Viaggio

Music For Travelers” Pale Shelter ” Tears For Fears

The Hurting è il titolo dell’album che lanciò nel mondo della musica i Tears For Fears, il primo album in studio fu un successo enorme, non solo nel Regno Unito, ma un po in tutto il pianeta. Change e Mad World erano i cavalli di battaglia di questo splendido lavoro, Pale Shelter invece era stata pubblicata l’anno prima e ha subito molti cambiamenti, questo per esempio è la versione che troverete nel greatest hits, Tears roll down. Il duo inglese particolarmente litigioso, ha comunque composto ottima musica negli anni e successi soprattutto nella metà egli anni ottanta, quando usci l’album: the Song from the big chair. Buona serata e buon Viaggio

Music For Travelers ” Is Vic There ” Department S

Gli anni ottanta erano un laboratorio musicale per un sacco di giovani, il Regno Unito regalava meraviglie di ogni tipo. Questi sono i Department S, un gruppo post punk che ha inciso una decina di singoli, alcuni abbastanza famosi, ma che prima degli anni duemila non ha mai pubblicato un album ( il primo è del 2003 ). Io questo pezzone mostruoso l’ho conosciuto grazie ad una playlist su spotify di Rebecca ( mia figlia di otto anni). Buona serata e Buon Viaggio

Music For Travelers ” My Secret Garden ” Depeche Mode

Proprio oggi i Depeche Mode hanno annunciato un nuovo album è un tour mondiale che passerà anche dall’Italia, sarà il primo senza Andy. Questo invece è il primo album dei DM che ho comprato, uno dei primissimi long playing che ho acquistato, questa è una delle mie canzoni preferite del gruppo inglese, forse perchè allora, mi sarebbe piaciuto molto avere un giardino segreto, ero un adolescente vivace. Il primo album senza Vince Clarke, che sino a quel momento era considerato il leader naturale della band, Clarke fondò insieme ad Alison Moyet Yazoo e poi gli Erasure, due tipici progetti degli anni ottanto di discreto successo. My Secret Garden è decisamente un buon pezzo. Buona serata e Buon Viaggio