On the road

Quando iniziate a programmare un viaggio on the road, ricordate sempre di valutare con attenzione il costo degli spostamenti, macchina, escursioni e altro, giusto per non incorrere in sorprese talvolta sgradevoli. Per esempio se decidete di fare la Norvegia In auto, ma anche in Camper o in moto, ricordatevi che, specie nella zona occidentale, le strade che seguono i fiordi a volte sono lunghissime, quindi meglio prendere un traghetto o magari due e perché no tre, per accorciare di molte ore il tragitto, I traghetti sono molto veloci efficienti e non sono nemmeno carissimi, anzi se paragonati ad altri luoghi sono quasi a buon mercato…qui siamo sopra il traghetto che ci porterà a Molde, poco prima della bellissima Great Ocean Road, un tragitto breve che ci ha regalato proprio in mezzo ad un acquazzone, un piccolo arcobaleno. Buona giornata e Buon Viaggio

Un Ponte da Incubo

Storseisundet, questo è il nome del ponte lungo la Atlantic ocean road. Più che un ponte da incubo, questo ponte è in realtà un opera ingegnieristica di notevole livello. Della strada atlantica, ne avevo parlato qualche anno fa, all’epoca del nostro primo viaggio in terra norvegese, una strada lunga otto chilometri che unisce, isole, scogli e tutto ciò che in quello spazio relativamente corto si possa incontrare. La vista dall’alto di questa strada è estremamente spettacolare, e il ponte Storseisundet fa veramente la parte del leone, tutta un’altra storia se invece la percorrete in una giornata normale di sole, non ha assolutamente lo stesso effetto, anzi a me è sembrata una strada normale, ma forse ero solo stanco per la guida alla media di 60 chilometri all’ora, tanto infatti sono i limiti delle strade in Norvegia, specialemente quelle che costeggiano i fiordi e soprattutto gli autovelox saranno i vostri più cari amici di viaggi, alcuni veramente simpatici al termine di discese o dietro curve a gomito, ma sono ben segnalati (noi niente multe per fortuna). Per arrivare a vedere questo ponte ci vuole un po di strada e un paio di traghetti, se siete in zona potreste concedervi questa pazzia. Buona giornata e Buon Viaggio.

Viaggi al freddo

Ci sono viaggi che sono freddi anche in estate, ma che nonostante tutto rimangono tra i piuù belli in assoluto. Penso al nord Europa per esempio, alla Norvegia, ma anche all’Islanda. La Norvegia dalla sua, offre un paesaggio molto vario in mezzo al mare, dove il verde della vegetazione è predominante, ma anche il bianco dei ghiacci delle isole Svalbard o dei ghiacciai della strada che da lillehammer arriva sino a Olden non scherzano per niente. A sud di Tromso ci sono poi le splendide isole Lofoten, isole sparse sul mare, ma collegate tra loro e alla terra ferma dalla E 10, una strada che le attraversa sino alla punta più meridionale, in mezzo a montagne e mare, in uno dei più bei panorami del vecchio continente. L’islanda invece, nel periodo tarda primavera/estate, si presta ad un bel viaggio in the road, l’anello che parte e ritorna a Reykjavik è uno spettacolo in mezzo alla natura, tra ghiacci, vulcani e cascate, peccato che l’aurora boreale si possa ammirare solo da settembre a marzo, chissà che meraviglia sarebbe poterla vedere anche d’estate. Questo articolo contiene più di un indizio … Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Tobias Bju00f8rkli on Pexels.com

Profondo Nord e Whale Watching

Sono molti i luoghi al mondo dove è possibile ammirare i grandi cetacei nel loro habitat naturale, anche la Norvegia che da sempre caccia le balene senza sosta (nonostante la normativa internazionale di fatto proibisce questa crudele attività), ha degli angoli dove è possibile vedere i grandi cetacei e le orche che nuotano tranquillamente nello splendido scenario dei fiordi. A Tysfjord, tra ottobre e gennaio è possibile vedere grandi gruppi di orche che vengono da queste parti a cibarsi di aringhe, per non parlare delle spettacolo dei Capodogli al largo dell’isola di Andoya a sud di Tromso. Unire la vista di questi meravigliosi esseri viventi alla bellezza dei paesaggi e dell’aurora boreale è semplicemente magico, sperando che i Norvegesi smettano una volta per tutto di cacciare queste meraviglie della natura. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Photo by Pixabay on Pexels.com

Buona Domenica a Trondhein

Quando sentirete parlare della Norvegia, ricordatevi delle mie parole. Molti vi diranno che Bergen è bellissima, che Bergen è in mezzo ai fiordi, si è in mezzo ai fiordi è vero, ma Trondheim lo è di più. Quando andrete in Norvegia, quando state per organizzare un viaggio in quel paese meraviglioso, ricordatevi di Trondheim, non solo perchè come tutte le città norvegesi è bella, pulita e organizzata, ma perchè ha un fascino tutto nordico che non so spiegarvi. Ci sono delle città, dei luoghi che ricordiamo più di altri, un po come le persone che incontriamo nella nostra vita, quelle stesse persone che non vediamo magari da parecchio tempo, che un pensiero istantaneo ci induce a cercare anche fisicamente, la stessa cosa accade con i luoghi. Ci sono tante città o piccoli centri che ho visitato più volte nel corso degli anni, ci sono persone, tante che ho conosciuto nella vita, c’è ne sono altre che ho visitato una sola volta, ci sono stati incontri singoli rimasti impressi nel mio cuore… poi ci sono altre città che non visiterò mai, almeno in questa vita come ci saranno persone che non incontrerò mai. Ma in questo parallelo a Trondheim…si, a Trondheim statene certi ci tornerò, come cercherò sempre tutte quelle persone alle quali ho voluto bene e che per un motivo o per un altro ho perso di vista…Buona Domenica e Buon Viaggio

Un luogo millenario

Ci sono luoghi dei quali ignoriamo l’esistenza, poi magari durante un viaggio per caso ci passiamo ed è subito amore. Eppure se studiassimo di più prima di partire, potremmo scoprire chicche incredibili che magari poi ci costringerebbero a rivedere il nostro itinerario, Stravanger è uno di quei luoghi. La quarta città per abitanti della Norvegia, si trova a sud di Bergen, nella parte sudoccidentale del grande paese scandinavo, qui si trovava un piccolissimo villaggio di pescatori, prima che nel 1125 venne iniziata la costruzione della Domkirken, la splendida cattedrale della città. Intorno alla prima metà del quattrocento divenne un centro commerciale, grazie alla pesca delle sardine. La bellissima città vecchia e i suoi vicoli, nascondono case colorate in legno con l’atmosfera tipica di questi luoghi. Negli ultimi anni, anche l’industria petrolifera ha fatto fare un bel salto alla ricchezza della popolazione, un po come avvenuto in tutta la Norvegia. Qui c’è anche una bella università. Un luogo da visitare soprattutto se farete un viaggio on the road a queste latitudini. Buona giornata e Buon Viaggio

immagine da Pinterest (Pin of family adventures)

Scatto d’annata N come Norway

Questo è il tempo che abbiamo trovato quasi tutti i giorni nel nostro viaggio on the Road tra Svezia, Finlandia e Norvegia o meglio questo è il tempo che abbiamo trovato in tutti i giorni norvegesi. Nonostante ciò, la Norvegia ci è entrata da subito nel cuore, città come Trondheim, Tromsø e Alesund ci hanno fatto innamorare, la prossima volta faremo la parte centrale e le Lofoten, magari prima di quanto si possa immaginare. Era il 2019, un anno meraviglioso, specialmente se paragonato agli ultimi tre trascorsi. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Una Palla, un viaggio

La Scandinavia, l’ultimo viaggio all’estero, il nostro ultimo on the Road, uno dei viaggi più belli che abbiamo fatto, la Norvegia soprattutto, meravigliosa, con una natura prorompente e tantissima acqua, non quella del mare artico, ma proprio quella della pioggia che non ci ha abbandonato quasi mai e che nonostante tutto non ha inciso sul nostro giudizio su questo splendido paese. Buona serata e Buon Viaggio

Norwegian Reflex

Se decidete di fare un viaggio on the Road nel Nord Europa, il paese in assoluto più bello è senza ombra di dubbio la Norvegia. In verità a me piacciono tutti e quattro( considerando anche la Danimarca), ma la Norvegia è un gradino più su. Molti vi diranno che è cara, ma tenendo conto che il volo costa relativamente poco ecco che avete pareggiato i conti. Questa foto in una giornata di sole verso Borgund, vi lascia appena immaginate lo splendore di questa terra e invece ci attira verso la stessa, statene certi, se un giorno andrete in Norvegia ve ne innamorerete all’istante . Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Scandinavia Part 3

La tappa numero nove ci porta da Nordkapp, al cuore della Lapponia finlandese, abbiamo passato una notte in una delle bellissime casette del Santa Claus Village e anche se non c’era la neve e anzichè il buio silenzioso del periodo invernale, per la nostra piccola Rebecca è stato un vero divertimento, ha fatto la foto con Santa Claus, ha spedito la sua letterina dal post office e si è divertita un mondo in questo luogo che deve essere semplicemente meraviglioso con la neve. Il giorno dopo, anche se qui in realtà sembra di vivere un unico giorno, visto che la luce ci ha abbandonato solo qualche ora durante tutto il viaggio, arriviamo in territorio svedese, esattamente a Umea, una splendida cittadina che è adagiata sull’omonimo fiume, una città universitaria con tanti bei locali e splendidi scorci verdi, la Svezia brilla da sempre per educazione e organizzazione, Umea vanta anche un museo delle chitarre molto interessante. La tappa numero 11 invece ci porta ancora a sud, una tappa intermedia quella tra Umea e Uppsala, pochi chilometri prima della capitale svedese Stoccolma. Uppsala è un’altra sorpresa, lo splendido quartiere di Fjärdingen, il centro storico della città, ospita l’università più antica di tutta la Scandinavia, l’aria frizzante che si respira da queste parti è dovuta anche all’efferscenza dei giovani che popolano le strade. Uppsala ha anche una splendida cattedrale in stile gotico è seconda solo alla cattedrale di Trondheim e qui vi sono sepolti alcuni illustri svedesi, come Gustavo I, il primo Re svedese. L’ultima tappa ci porta per qualche giorno a Stoccolma, la capitale svedese è molto bella, parchi verdissimi, il bel centro della città vecchia di Gamla Stan, l’isola più piccola dell’arcipelago della città, qui abbiamo passato tre giorni a camminare e visitare alcuni luoghi importanti, come il palazzo reale, le case colorare di stortorget, il museo del Nobel, proprio a Gamla infatti sorge l’accademia dove vengono assegnati i Nobel prize, per non dimenticare per gli amanti degli Abba, il museo a loro dedicato. Questo è stato certamente uno dei più bei viaggi on the road che abbia mai fatto, la Norvegia è un luogo veramente magico, pulitissimo, si percepisce ovunque in scandinavia il rispetto per il bene comune. Molti prima di partire mi davano consigli su dove mangiare, dove alloggiare e dove comprare, perchè la Norvegia non è per nulla economica, in realtà l’ho trovata cara quanto Milano, molto meno di Venezia e Firenze quindi, gli Hotels dove abbiamo dormito erano tutti di buon livello e con colazione compresa, il prezzo era in linea con le maggior città europee, il noleggio dell’auto, una splendida Kia Niro elettrica, costa mediamente la metà rispetto all’Italia, la benzina più o meno come da noi ( ma quasi tutti gli hotels hanno la ricarica per le auto elettriche quindi la spesa per il carburante è vicina allo zero). in alcuni tratti dei fiordi è quasi obbligatorio prendere il traghetto, ci sono stati giorni dove ne abbiamo presi anche tre, i costi sono anche questi abbastanza contenuti, ma sono efficentissimi e puliti oltre che molto puntuali. Il mangiare è di buon livello specialmente se parliamo di pesce, ma potete mangiare ciò che volete, specialemente nelle grandi città. Noi nel campeggio di Nordkapp ci siamo fatti uno spaghettino Rummo con un pesto Barilla. Non comprate acqua, portatevi le borracce e riempitele con l’acqua del rubinetto degli Hotels è spaziale, credete a uno che generalmente beve dai due ai tre litri di acqua al giorno. Insomma un viaggio assolutamente da consigliare e che spero di rifare assolutamente, caro quanto un viaggio on the road in Italia, ma anche meno. Buon pomeriggio e Buon Viaggio