Scatto d’annata V come Vancouver

Era il giugno del 2013, quando per la prima volta arrivai a Vancouver, la splendida città del British Columbia nella parte ovest del Canada. Ci arrivammo in macchina da Seattle po, senza bagagli perché li avevano smarriti a Parigi( arrivarono un paio di giorni dopo). Con Vancouver è stato amore a prima vista, la città con l’età media più bassa al mondo, incredibilmente moderna e affascinante. La skyline presa da Stamley Park, lo splendido polmone verde della città, anche se potrebbe sembrare la solita città del Nordamerica, questa è una città meravigliosa, piena di boschi a nord e adagiata sul mare a sud, base di partenza per un tour nel West Canada e la sua natura selvaggia. Buona serata e Buon Viaggio

Uno dei posti più belli

Diciamoci la verità, una delle sensazioni più belle per un viaggiatore è certamente la vista dallo lo di un aereo mobile. Durante un viaggio a lunga durata si ha il tempo di definire gli ultimi dettagli del viaggio appena iniziato, si cerca tra le pagine delle guide, qualche chicca che ci è sfuggita durante la preparazione del nostro itinerario, poi si guarda fuori dall’oblò, sempre più spesso, man mano che ci avviciniamo alla nostra destinazione…questa foto mi fa venire voglia di viaggiare. Buona serata e Buon Viaggio

Photo by Dan Gold on Pexels.com

Buongiorno

Finalmente il tempo si è stabilizzato, siamo decisamente entrati in autunno, lo dice Tito Pullo, tartarugo della XIII legione sotto il comando di Giulio Cesare. Nonostante l’umidità si faccia sentire può capitare tra una foschia e un po di vento che si apra il cielo e allora i colori caldi di questo periodo ci regalano scatti bellissimi. Ieri per caso mentre rientravo con calma, molta calma dalla mia sessione mattutina, ad un certo punto si è aperto il cielo ed io ero li, pronto a cogliere questa immagine meravigliosa. Stamattina inizia nello stesso modo, chissà che la giornata non regali qualche sorpresa…Buona giornata e Buon Viaggio

Arriverà il letargo…

Ieri sera un bel cielo ha accompagnato alla fine una splendida giornata, una luce incredibile quella autunnale. Diciamoci la verità, indipendentemente dal nostro credo, non si può non constatare che i cambiamenti climatici in atto siano evidenti, non solo per legiornate calde sino a metà novembre e l’assenza, per esempio dei nebbioni tipici della pianura padana. La mia bussola metereologica è la mia splendida tartaruga, che solitamente ai primi di ottobre era già bella che sotto il terreno ed iniziava il suo periodo di letargo, mentre a stamattina, nonostante i 3 gradi è ancora fuori, assonnata, lentissima, ma ancora in giro. Se la pianura padana è l’area più inquinata del vecchio continente un motivo o più di uno ci sarà…Buona giornata e Buon Viaggio

Buona giornata

Sono anni che non mi reco a Londra, la capitale inglese è tra le mie mete preferite e sotto alcuni punti di vista è la mia città preferita al mondo, moderna, cosmopolita, ma con una storia millenaria. La musica per me da sempre vuol dire England, la scena del rock britannico è da sempre la mia preferita, i grandi della musica, almeno per il sottoscritto, sono di queste parti. Poi però quando vai a Londra fotografi la cabina telefonica, che nonostante tutto rimane un icona. Ricordo ancora la mia prima volta a Londra, quando ancora gli smartphone non erano e soprattutto i cellulari non avevano la diffusione che avrebbero avuto di li a qualche anno, entrai in una di queste accoglienti cabine rosse, ero nella zona di earl courts, mentre parlavo con mia madre, attaccate alla pareti della cabina decine di bigliettini di gentili signorine che offrivano di tutto, lo raccontai a mia madre e ci ridemmo su, prima di uscire presi uno di questi bigliettini, perchè nella vita non si sa mai, a volte abbiamo bisogno di fare un’ultima telefonata…Buon Sabato e Buon Viaggio

020

What a light

Stamattina, dopo una notte di pioggia, la luce era qualcosa di meraviglioso, insieme al blu acceso del cielo e alle montagne con la prima neve, ci ha regalato una splendida cartolina. Buona serata e Buon Viaggio

Intervallo ( Harbour Bridge) Sydney

Una Volta a Philadelfia

il giorno prima di partire per gli States, affettando le zucchine, ho affettato accidentalmente anche il mio medio, procurandomi un bel taglio profondo, mi sono medicato da solo e quando siamo partiti non ci abbiamo fatto più caso, arriviamo a NYC ci godiamo un paio di giorni nella grande mela e poi dopo aver ritirato l’auto partiamo direzione Philadelphia. Arrivati a destinazione ci avviamo verso l’Indipendence Historic Area, il complesso dove venne firmata la costituzione degli Stati Uniti D’America, all’ingresso i controlli sono come in tutti i luoghi sensibili, molto ristretti, metal detector e agenti, controllo degli Zaini etc, mentre diamo i passaporti, mi sfilo lo zaino, la leggera crosticina che si era formata sul dito, decide di impigliarsi nello zaino..boom un esplosione di sangue mi investe, si è rotta, panico tra gli agenti e mia moglie che si preoccupano per me, chiamano il soccorso urgentemente e dopo un paio di minuti arriva un agente in bicicletta dotato di una borsa di pronto soccorso e in cinque minuti mi medica il dito, consigliandomi comunque di farmi visitare in un centro attrezzato. Amo quando qualcuno si prende cura degli altri, dovrebbe accadere sempre, comunque in serata dopo esserci rifocillati in un buon ristorante Messicano abbiamo preso la strada per Washington, ringrazierò sempre quegli agenti, per aver dimostrato umanità per così poco.

Photo by Trev Adams on Pexels.com

Buona Domenica

Devo essere sincero, questa mattina non ci ho capito proprio nulla.

Non so se fossero le quattro o le cinque, non ricordavo che questa notte ritornassimo all’ora solare, tant’è che ho iniziato a fare alcune cose in casa, quando mia moglie dopo qualche ora mi ha detto: ” Ma che strano son solo le sette “. Solo allora ho realizzato che la mia giornata era iniziata troppo presto, ma va bene così. La notte mi ha portato in sogno un caro amico che non vedo da almeno una trentina di anni, DB, al quale ho raccontato il tempo passato, scandendo in realtà tutti i viaggi che ho fatto ed alla fine guardandolo negli occhi, gli ho detto: ” Davide, io sono un viaggiatore ! “, mentre gli dicevo questa verità, la mia faccia era quella di questa foto, scattata fuori dal Blue Pine Motel di Panguitch nello Utah, nell agosto del 2008. Buona giornata e Buon Viaggio

Compagni di Viaggio

Quanto sono importanti la musica e i libri in un viaggio on the road? molto, moltissimo almeno per me. Solitamente prima di partire producevo almeno due tre cd da portare con me, anche se ormai con qualsiasi smartphone è possibile avere migliaia di brani da ascoltare in macchina e non solo. E i libri? ce ne vogliono almeno un paio e a volte potrebbero non bastare, come quella volta che di fronte all’uragano Irina, fummo costretti a rimanere chiusi in camera per 36 ore, meno male che avevamo con noi quattro libri, se no ci avrebbe preso la pazzia. Anche per i libri ormai basta lo smartphone, anche se io preferisco portarmi dietro qualche libro, non riesco proprio a leggere con le nuove tecnologie ho un bisogno incredibile di sfogliare le pagine. Vi posso assicurare che ci sono delle canzoni che assumono un sapore completamente diverso se ascoltate in determinati luoghi, come se fossero scritte esattamente per quel posto, mi viene in mente per esempio A Horse with no name degli America, provate ad ascoltarla lungo le strade deserte dell’ovest americano… E voi come vi organizzate ? Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Ken Cheung on Pexels.com