World Famous Street ” Elfreth’s Alley ” Philadelphia

Siamo nella città dell’amore fraterno, Philadelfia la più conosciuta città dello stato della Pennsylvania, qui tra i grattacieli e gli edifici storici che hanno fanno da sfondo alla nascita degli Stati Uniti d’America, si trova questo piccolo vicolo, costruito tra gli inizi del settecento e la metà dell’ottocento. Elfreth’s Alley è dedicata a Jeremiah Elfreth, che acquistò questo pezzo di terra per farne un vicolo di commercianti e artigiani, oggi attraversando questo piccolo vicolo vi sembrerà di essere in un luogo storico del vecchio continente piuttosto che di una grande città americana, qui le case e il manto di ciottoli la fanno sembrare veramente una via europea, questo piccolo capolavoro si trova non lontano dallo sfarzo del quartiere di Society Hill, altro luogo conosciutissimo in città. Se siete da queste parti non perdetevi questa piccola chicca. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Il lupo portoricano

Quante volte nel corso delle mie giornate mi si risvegliano alcuni ricordi, basta veramente poco non serve neanche un aggancio a volte affiorano da soli senza apparente motivo, ma io credo che un motivo ci sia sempre seppur nascosto. Stamattina per esempio mi è venuta in mente Pioneers Square, la piazza principale di Portland nello stato nord americano dell’Oregon e di una felicita mai più ritrovata o meglio il livello di felicità più alto raggiunto come individuo e come coppia. Tra l’altro questo stile portoricano mi piaceva, Buona giornata e Buon Viaggio

Santa Maria dell’Ammiraglio in the heart of Palermo

Ho letto tantissimi libri che parlano del capoluogo siciliano, molti scrittori di questa meravigliosa isola negli anni hanno scritto di Palermo, ma mi è venuto in mente invece di qualche riga letta negli Stati Uniti, su una brochure che parlava della Sicilia e più nello specifico di Palermo, che diceva più o meno così: ” Non meravigliatevi se incontrerete bambini o adulti alti, con gli occhi azzurri e i capelli biondi, perchè qui i Normanni hanno dominato per anni, quindi il prototipo del siciliano, basso con i baffi e i capelli neri, potrebbe venir meno “. Mi aveva fatto sorridere, io ho quasi  tutti i parenti in Sicilia, tra di loro ci sono degli zii e cugini ben oltre il metro e ottanta, magari non sono biondi e magari ce ne sono alcuni non proprio alti e con i baffetti, come in realtà se ne trovano ovunque.  A parte questa intro, sulle peculiarità del palermitano medio (che ancora oggi mi fa sorridere), parliamo invece dell’incredibile bellezza della città, nel cuore della quale si trovano chiese e monumenti meravigliosi, come la splendida chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio, nota come la Martorana. Siamo nel cuore del centro storico di Palermo, in piazza Bellini, non lontano da altre due chiese splendide come San Cataldo e Santa Caterina. La chiesa della Martorana, chiamata così in onore di Eloisa Martorana, che proprio qui vicino fondò un convento di suore benedettine risalente al 1194. Ma il vero nome è Santa Maria dell’Ammiraglio, il nome è quello di Giorgio di Antiochia, ammiraglio comandante della flotta reale  al servizio di Re Ruggero II di Sicilia. i suoi  mosaici bizantini sono tra le cose più belle che potrete vedere a Palermo, bello il Cristo Pantocratore e l’incoronazione di Ruggero II che riceve la corona da Cristo, l’edificio normanno bizantino è comunicante con le cupole arabe della chiesa di San Cataldo uno splendore che fa, di piazza Bellini una delle piazze più interessanti della città. La chiesa della Martorana è patrimonio dell’Unesco dal 2015 . Buona giornata e Buon Viaggio

Tra Brampton e Wobinda

Mentre siamo a Brampton Island una spettacolare isola (parco nazionale) a largo del Queensland meridionale, lungo la barriera corallina, ci imbattiamo in un paio di splendide stranezze, un Emù che si è “accomodato ” al nostro tavolo al bar e si è servito tranquillamente nel mio piatto di patatine ( ve lo avevo già raccontato) e una bellissima colonia di canguri che si rilassavano nel campo da golf nel retro delle camere del resort. Il canguro è una di quelle cose per le quali entusiasmarsi e anche se in Australia non è per nulla raro vederli fuori dalle grandi città è uno spettacolo incontrarli dove vivono liberi di fare la loro vita, il mio ricordo dei canguri arriva dagli anni settanta quando un telefilm dal titolo Wobinda, che raccontava le storie di un veterinario australiano che ha portato questi splendidi animali nelle case degli italiani, era il 1978, un anno particolare per il nostro paese. Buona giornata e Buon Viaggio

img575

Indian Sacred land

La prima volta che venni in questi luoghi era il 1997, precisamente alla fine del mese 7 del calendario. Ci sono luoghi che ci entrano nell’anima, ci sono luoghi che ogni volta è la prima volta. La Monument Valley, mi ha regalato spesso belle avventure, come quella volta nel settembre del 2008. Non riuscimmo a trovare nemmeno una camera vuota nei tre Hotels di Kayenta e decidemmo di dormire in macchina, fuori nel parcheggio dell Holiday Inn, proprio di fronte al ristorante dove avevamo cenato. Notte insonne o quasi, anche perchè il caldo a volte diventa insopportabile, ma splendida alba, con le ombre rosse di John Ford. Qui in questo scatto invece, siamo nel settembre del 2010, l’ultima volta che ho visitato questa splendida area del nord dell’Arizona al confine con lo stato dei mormoni, lo Utah. Amo questi luoghi, li amo per il territorio e per la loro natura, una meraviglia …Buona giornata e Buon Viaggio

DSCF1233

Buona giornata

Proprio in questo giorno di guerra, mentre tutto il mondo cerca in qualche modo una via d’uscita, almeno apparentemente, lèggevo della probabile mancanza di grano per le produzioni future, questo secondo l’articolo causerebbe ulteriori problemi di fame specie in quei paesi dove probabilmente la fame sanno cos’è, noi per nostra fortuna non lo sappiamo o non c’è ne ricordiamo. Tutto questo perché in Ucraina si produce una percentuale molto alta del grano mondiale, avete notato i prezzi degli oli derivati di semi di ogni tipo ? Probabilmente si riconduce tutto a questo confitto o no ? Comunque vi lascio con la foto di queste immense praterie del Missouri dove di grano ne producono molto, ma anziché esportarlo esportano democrazia, buona giornata e Buon Viaggio

Milano e Nick Ut

Prima del 1972 nessuno conosceva Nick Ut, all’anagrafe Huỳnh Công Út, fotografo di guerra e non solo. Oggi a Milano e sino al 31 Maggio, al palazzo Lombardia abbiamo visto la mostra fotografica a lui dedicata dal titolo ” From Hell to Hollywood “, che raccomta per immagini la carriera del fotografo vietnamita a partire dal suo scatto più famoso, quello che ritrae alcuni bambini nel villaggio di Trang Bang e divenuta la foto simbolo dell’orrore che è stata la guerra in Vietnam. Nello scatto, premiato con il premio Pulitzer, si vede un gruppo di bambini con al centro la piccola Kim Phùc, che scappa completamente nuda e con il corpo ustionato dal Napalm, una foto straziante come ce ne possono essere state decine negli scenari di guerra che hanno e che attraversano il nostro mondo. La mostra è completamente gratuita, ve la consiglio caldamente anche se le immagini, specie quelle legate al conflitto vietnamita, sono molto forti, la seconda parte della mostra è invece dedicata alla carriera del fotografo a Hollywood. Buona serata e Buon Viaggio

Buona Domenica

Da qualche giorno è iniziata la versione estiva del runner, si esce presto per fare qualche chilometro in tranquillità e senza le temperature bollenti della giornata. Questo facilita la corsa e mi regala e di conseguenza vi regala immagini meravigliose come questa. Buona giornata e Buon Viaggio

Scatto d’annata S come Sirens

Ovviamente non è ne il testo della splendida canzone dei Pearl jam, ne le classiche sirene che siamo abituati a leggere nei libri d’avventura, più che una sirena, quello nella foto sembra un capodoglio spiaggiato, ma il capodoglio mi piace.

Ci troviamo a largo della costa orientale dell’Australia, dove per oltre duemila chilometri si estende la barriera corallina, il mar dei coralli e ovviamente il nome di questo acquario enorme ricco di fauna e flora marina sempre in pericolo per via dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici. Lungo la costa che si affaccia appunto su questo tratto di mare ci sono località famose per il surf che hanno spiagge lunghissime e spesso assomigliano più alle coste del nord Europa piuttosto che ad un paese esotico e caldo come il grande paese dell’Oceania. Qui siamo appena sopra Brisbane, la capitale dello stato del Queensland, in una domenica qualsiasi di un mese di Novembre qualsiasi di uno qualsiasi degli anni novanta del novecento . Buona giornata e Buon Viaggio

Once upon e time

C’è stato un periodo della mia vita dove potevo fare viaggi lunghi, talvolta lunghissimi. Di quel periodo ricordo molte cose perché ero felice come lo sono oggi, ero giovane come non lo sono più oggi, ero ricchissimo, esattamente come oggi, ma non ricco economicamente, ricco di esperienze, di avventure vissute di racconti da tramandare e di immagini immagazzinate nel mio hard disk che è capiente, molto capiente. Immagino come questa splendida spiaggia di Moorea, tra le isole della società nel paradisiaco scenario della Polinesia e dei mari del sud. Mi sono ripromesso ed ho promesso a Rebecca di portarla da queste parti, quando sarà un po’ più grande e potrà capire e soprattutto vivere un’esperienza da sogno, in un luogo tra i più lontani da casa che ci siano al mondo. Intanto godiamoci questo affresco della natura, che con questo caldo ci sta bene. Buon pomeriggio e Buon Viaggio