Un Alba meravigliosa

Quante volte nel mio blog avrete letto qualcosa sul Bryce Canyon, quante volte vi siete imbattuti nell’arenaria rossa, la terra dei miei sogni, molte, almeno per chi segue con regolarità questo blog. Questo scatto senza filtri è frutto della passione per il viaggio inteso come spostamento e senza limiti di orario, quando parti da Panguitch poco prima delle cinque del mattino per andare a goderti l’alba in uno dei punti più belli, di uno dei parchi americani più affascinanti. Solo la passione e la voglia di vedere possono spingerti a fare queste cose. Il resto è ovviamente frutto della natura, del sole, dell’aurora e delle rocce che in quel determinato istante sono esattamente come si vede nello scatto. Io ho solo dovuto schiacciare il pulsante della mia reflex, un po’ come quando ti mettono la palla a due passi dalla linea a porta vuota. Buona domenica e Buon Viaggio

Delicate Arch

Oggi sono molto roccioso, molto desertico e molto rosso, in realtà l’arenatia rossa mi ha sempre e da sempre affascinato, questo bellissimo ( per me ovviamente) scatto del Delicate Arch, ci mostra come sta bene il rosso delle rocce del parco di Arches, con il blu del cielo. Il Delicate Arch è senza ombra di dubbio il simbolo dello stato dei Mormoni, lo Utah. L’erosione ha creato questo spettacolo con secoli di duro lavoro e qui nel parco di Arches, il lavoro combinato di vento, pioggia e altri agenti atmosferici si vede in tutto lo splendore di questo rosso cuore desertico degli States, siamo praticamente attaccati alla città di Moab, un piccolo centro molto ben organizzato che può essere un’ottima basa di partenza per molte escursioni della zona. Buona serata e Buon Viaggio

La leggenda di Dead Horse Point

Molti lo confondono con il più famoso Horseshoe Bend è il fiume Colorado che ci confonde, perché sono le sue acque che hanno modellato parecchi degli scenari degli stati del sudovest degli Stati Uniti, come per esempio, Utah e Arizona. Qui non siamo in Arizona, ma nel cuore selvaggio dello stato dei mormoni, lo Utah. Non lontani dalla piccola, ma molto attrezzata cittadina di Moab, subito dopo aver superato un altro splendore di queste parti, Arches national parks, dopo una ventina di chilometri giriamo a sinistra e iniziamo a inoltrarci nelle vaste zone desertiche del Canyonlands national park, uno dei più sottostimati parchi americani, ma a mio parere uno dei più belli, ne avevo già parlato in un altro articolo, ma oggi voglio raccontarvi la leggenda che aleggia sui canyons del Dead Horse state park, uno degli splendori di questa bellissima zona dello Utah. Una leggenda legata al nome di questo parco, racconta che questo dedalo di curve e gole profonde fungesse da recinto naturale per i tanti cavalli mustang della zona, alcuni dei quali, non furono mai domati e furono lasciati a morire di sete proprio in questo luogo. Non mi stupirei fosse vero, la storia dell’uomo è piena di nefandezze. Qui si è girata l’ultima scena la più toccante di uno dei films hollywoodiani di maggior successo degli anni novanta, Thelma & Louise, che si lanciarono nel dirupo a Dead Horse point e non nel Grand Canyon come molti pensano . Noi ci siamo stati all’alba, nel bel mezzo dell’estate del 2012 se vi capita fateci un salto è bellissimo. Buona giornata e Buon Viaggio.

Photo by Elizabeth Iris on Pexels.com

Kolob Canyon

Attraversando verso nord lo stato dello Utah, non dovete perdervi questa deviazione all’altezza di St George, poco dopo Pintura, la East Kolob Canyon Road, che vi porterà nel bel mezzo dello Zion National Park. Sopra, sulle vette più alte del parco sino al bellissimo viewpoint del Canyon, in mezzo a rocce di arenaria, puntellate da cedri e abeti rossi, si arriva su una terrazza naturale dalla quale si gode di un panorama incredibile, ci sono anche altre piccole deviazioni possibili, che portano a punti accessibili più a valle, tutta questa zona, poco conosciuta dai più è altamente spettacolare….Una delle ultime volte che siamo passati di qui e avevamo previsto nel nostro itinerario questa tappa, siamo rimasti delusi, perchè la deviazione per Kolob Canyon era transennata, forse a causa di una frana, un motivo valido per tornare da questa parti. Qui è speciale e poco battuto, un pò come piace a noi e ci ritorneremo certamente…Buona serata e Buon Viaggio

Scatto d’annata I come Interstate

Ho ritrovato in mezzo ad un libro alcune foto di un miliardo di anni fa, all’epoca del mio primo viaggio negli States. La prima che pubblico mi ritrae sotto il cartello dell’Interstate 15, una delle strade statali più conosciute d’america, che da Los Angeles arriva sino a Salt Lake City, la città capitale dello stato dei Mormoni, attraversando il deserto del Mojave e Las Vegas, per arrivare poi appunto nello Utah più a nord. Negli anni ho attraversato questa strada o tratti di essa, preferendole poi le strade bianche, tipo la US 89 o la 93 per rimanere nell’ovest americano. Qui in questo scatto non avevo ancora compiuto 23 anni e sembro altissimo, ma non è così. Buona giornata e Buon Viaggio

Scatto d’annata T come Tunnel

Siamo nell’estate del 2008, in un agosto caldo, allora lavoravo dal lunedì al venerdì in quel di Tychy, cittadina non lontana da Katowice la città più industriale del sud della Polonia. Ma non è di questo che voglio parlarvi, bensì dello splendido viaggio con tre amici, on the Road nell’ovest americano. Nel 2008 si può parlare di inizio di una nuova vita? Si direi di sì, almeno per me, il viaggio è stato spettacolare, una bella avventura, tra aerei persi, dormite in macchina e lavarsi al mattino nel Mc Donald più vicino 😂😂😂. Questo scatto appena prima di arrivare al Bryce Canyon esprime la mia felicità di quel momento. Buon Sabato e Buon Viaggio

Wind at the Parks

Il vento è uno degli elementi naturali, capace con gli anni di modificare interi paesaggi, nella parte dello Utah meridionale, per esempio si trova uno dei parchi più belli, generati proprio dagli agenti atmosferici: Arches National Park. Siamo a cinque minuti di auto dal piccolo, ma meraviglioso centro di Moab, in una zona desertica abitata in passato dagli indiani Anasazi, lo splendido parco di Arches, offre bellissime sculture in arenaria rossa, in un paesaggio quasi lunare  gli oltre duemila archi sono uno spettacolo meraviglioso e a un quarto d’ora circa da Arches si trova anche Canyonlands, che a mio modesto parere è uno dei gioielli del sud ovest degli States , questa parte di Utah è un area da non perdere assolutamente, sia se siete amanti del vecchi West e dei canyon americani, sia se amate semplicemente viaggiare ….Buona giornata e Buon Viaggio

La 597, la strada per Four Corners Navajo Tribal Park

Nel cuore della Navajo Nation, si trova questo punto che segna il confine tra gli stati dello Utah, Colorado, Arizona e Nuovo Messico, qui a terra sono tracciati i confini dei quattro stati oltre ad una targa di bronzo, che ricorda appunto che vi trovate nel Four Corners Navajo Tribal Park. In realtà quest’area dispersa nelle lande desertiche del vecchio West è uno dei siti archeologici americani più ricchi, qui infatti si trova il trail of the ancients, che ripercorre la storia dei nativi, con alcuni pueblos fino a giungere allo splendido Mesa Verde National Park. Qui ci si arriva seguendo la US 160 per deviare appunto sulla 597 , che con un anello costeggia tutta la zona dei Four Corners, se avete qualche giorno in più e vi trovate da queste parti, allora fateci un salto non fa male a nessuno, Buona Domenica e Buon Viaggio

Scatto d’annata H come Happiness

CI sono momenti della nostra vita nei quali ci rendiamo conto di aver vinto , ci sono altri momenti invece dove stiamo perdendo e non ce ne rendiamo nemmeno conto . Questa foto rappresenta un grande momento di felicità (nella mia vita sono stati tantissimi) , dopo un periodo decisamente poco simpatico della stessa , perchè felice ? Innanzi tutto tornavo a viaggiare negli Stati Uniti dopo quasi otto anni , non mi era mai capitata e non mi è più capitata un’assenza così lunga , poi ero con amici , spesso l’amicizia è un antivirale potentissimo , poi perchè probabilmente avevo vinto contro una depressione che non conoscevo e che non vedevo , ma che di fatto avevo attraversato , anche se me ne sono accorto solo qualche anno dopo rivedendo alcune vecchie foto . Insomma la felicità si trova ovunque e in qualsiasi cosa , ma deve necessariamente avere a che fare con il nostro io più profondo …..Buona giornata e Buon Viaggio

Signals From The Planet “ Devils Garden” Arches Natl Park

Appena tre chilometri fuori da Moab , sulla strada che porta a Canyonlands , dopo poco si gira a destra e si entra in un parco dove le rocce e l’arenaria rossa sono padroni del paesaggio e insieme al cielo terso , specie nel periodo estivo , si combinano in contrasto e colori spettacolari . Il Devils Garden è un bellissimo percorso all’interno di Arches , un luogo da non mancare ….. Buona serata e Buon Viaggio