Tag Archive for ‘route66’

Memories of Mother Road

“Now you go through saint looey
Joplin, missouri,
And oklahoma city is mighty pretty.
You see amarillo,
Gallup, new mexico,
Flagstaff, arizona.
Don’t forget winona,
Kingman, barstow, san bernandino”……… Una strada incredibile , cantata in questa canzone che è stata ripresa dai grandi del rock e del Blues , la US Route 66 , una delle strade più famose al mondo . Tra le strade più affascinanti del mondo e il sogno di molti viaggiatori , attraversa otto stati dall’Illinois appunto alla California e da il meglio di se nella parte finale , quella dove si entra nell’ovest americano , da li statene certi il fascino di questa lunghissima arteria che taglia gli Stati Uniti d’America , tornerà ad essere molto affascinante , la pompa di benzina della foto però rimane una delle cose più simpatiche che abbiamo incontrato …Buona giornata e Buon Viaggio

img706

Una foto un viaggio , Shot 9

Il 1998 è l’anno del grande caldo , ovunque nel mondo le temperature sembrano impazzite , anche nella nostra vecchia Europa le temperature arrivano a sfiorare i quaranta gradi centigradi , ma è nel bel mezzo del Texas , che le temperature arrivano a superare i quarantacinque gradi , una situazione che drammatica che causerà danni notevoli a cose e persone . In questa bella atmosfera atterriavo a Chicago , in una fresca serata di agosto e qui troviamo la prima sorpresa . Per la prima volta non avevamo prenotato l’auto tramite Alamo , con la quale ci siamo trovati sempre bene per i nostri noleggi in Usa , ma avevo delegato la prenotazione al mio socio di viaggio . Arriviamo al noleggio scopriamo una parola a noi sconosciuta sino a quel momento : Drop off . Il termine (significa lasciare) che definisce il ritiro in una città e la riconsegna in un altra che non sia nello stesso stato , dato che noi ci apprestavamo a percorrere tutta la Route 66 sino a Los Angeles e visto che era ormai tarda sera e nonostante la nostra prenotazione (già pagata) , la compagnia ci ha chiesto 3800 USD , uno sproposito anche per quei tempi . Non ritirammo la nostra auto , andammo alla Alamo , che nonostante tutto ci fece un prezzo quasi stracciato ( 2500 USD) , tenendo conto delle condizioni di noleggio e del fatto che non avessimo alcuna prenotazione , se pensate che oggi un drop off , al massimo vi può costare 500/600 dollari , capite bene il danno . A parte questo inconveniente e altri piccoli capitati lungo le migliaia di chilometri percorsi , la Route 66 è stato un viaggio emozionante , anche se da Springfield nel Missouri a Amarillio in Texas abbiamo visto solo lunghe distese di grano e praterie sconfinate . Un viaggio incredibilmente faticoso , uno dei più bollenti della mia vita, a quasi dimenticavo , il dollaro era quasi a 1800 lire ……Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Signals From the Planet ” Petrified Forest National Park

Uno scatto memorabile immortalato in una della città

Barstow,nel nulla del deserto Californiano

Chissà se anche oggi sarà un giorno normale , intanto la California ha già dato il suo responso elettorale da giorni , in linea come sempre , vedremo cosaa accadrà , intanto noi andiamo a fare un giro nel deserto del Mojave.

Siamo in California , nella contea di San Bernardino , quasi a metà strada tra Los Angeles e Las Vegas , un piccolissimo centro , famoso come scalo ferroviario , un centro che spesso , durante i viaggi on the road potreste incontrare , Barstow è famoso per essere uno dei tanti paesi lungo la Mother Road , la famosissima e leggendaria Route 66 . Qui tra il nulla , non lontano dal Mojave Desert , c’è anche un museo dedicato alla strada più famosa degli Stati Uniti , il Mother Road Museum , se vi fermate a dormire a Barstow , fateci un salto , potrebbe piacervi …..Buona giornata e Buon Viaggio

download

Calico Ghost Town California

Una città fantasma , nella contea di San Bernardino a Nord di Los Angeles , tra il XIX e il XX secolo fù un importante città mineraria , alla fine del 1800 Calico conobbe il suo massimo splendore , ma già nei primi anni del novecento era divenuta una città fantasma . Oggi è una delle tante e Ghost Town degli Stati dell’Ovest Americano , a qualche chilometro di distanza dalla città si può visitare il “Calico early man site” dove sono custoditi utensili utilizzati dai nativi Americani. oggi Calico è spesso tappa dei tour dell’ovest come la vicina Bodie , i visitatori possono fare anche un giro all’interno dei vagoncini visitando la Maggie Mine .I resti di antichi Saloon  , se ne contavano circa una ventina nel periodo d’oro della città , e di altri edifici che sono stati in parte ricostruiti. Tutta questa area della California , conobbe il successo demografico e non solo durante il  della “Gold Rush” , la famosa corsa all’oro , che un pò in tutto l’ovest del continente nord americano si scatenò per qualche decennio. Se siete in zona potete anche perdere qualche ora di pura goliardia , magari arrivando da Barstow lungo la route 66 , molti le snobbano definendole un “Americanata” , ma siamo in America , quindi….. Buon Sabato e Buon Viaggio

Le Capitali degli States Part 24 (Oklahoma City Oklahoma)

” Da dove vieni soldato ? Oklahoma City Oklahoma Signore ! Solo due cose vengono dall’Oklahoma , tori e checche , tu che sei figliolo , non vedo le corna , quindi devi essere una checca .” Chi non ricorda la frase del grande Lou Grossett Jr in ufficiale gentiluomo ? Certo non so se in Oklahoma la situazione è proprio così , in realtà , la città è famosa per essere stata , prima del settembre 2001 , teatro dell’unico attentato terroristico in territorio statunitense , nel 1995 morirono più di 150 persone e oltre 600 rimasero ferite , per questo attentato , un ex veterano dell’esercito americano con alcuni complici sono stati condannati , l’ex sergente alla pena di morte , eseguita nel 2001(una strana coincidenza) e uno dei complici sta scontando il carcere a vita . Sinceramente io non ho un grande ricordo di Oklahoma City , era l’estate del 1998 , stavamo attraversando la Route 66 , quando arrivammo in questa città , un caldo tremendo e quasi tutti i negozi chiusi . Questa però è la capitale dello stato , quindi qui si trovano le migliori università e quasi tutti gli edifici governativi e soprattutto dal 2008 è divenuta la casa degli Oklahoma City Thunder , la franchigia NBA , che tra le sue fila , ha visto giocare alcuni dei più grandi giocatori degli ultimi anni come Kevin Durant , Russel Westbrook e James Harden , oggi ci giocano altri due grandi Chris Paul e il nostro Danilo Gallinari . Non so dirvi altro , se non che , passerete di qui se volete fare la Route 66 o per andare a vedere OKC (i Thunder però) …..Buona giornata e Buon Viaggio

Day 10 : La Route 66

Un sogno bisogna si inseguirlo , ma bisogna cercare a tutti i costi di realizzarlo . Così dopo anni passati a parlare di questa leggendaria strada che univa il Midwest all’Ovest americano , nella torrida estate del 1998 , ci siamo tuffati in questo lungo e caldissimo viaggio , tra praterie e deserti , partendo da quella splendida città che è Chicago , per arrivare lungo il Santa Monica Pier , dove la Route 66 termina il suo viaggio sulle sponde del pacifico . Quanti luoghi abbandonati , lungo gli oltre duemila chilometri che separano Chicago da Los Angeles , quanti luoghi leggendari . Mi è capitato di ripercorrere alcuni tratti di quella che gli americani chimano Mother Road , in effetti la madre di tutte le strade americane , nonostante ormai sia solo un mito per i viaggiatori , in alcuni tratti ha mantenuto tutto il suo fascino ….Buona giornata e Buon Viaggio

Scatto d’annata C come Chicago

Era il 1998 , i Chicago Bulls vincevano il loro secondo Three peat , noi eravamo appena arrivati a Chicago e già avevamo avuto problemi con la prenotazione dell’auto , cose che capitano . Prima di avventurarci per la cavalcata lungo tutta la Route 66 , ci siamo deliziato con un paio di giorni nella città , una delle più belle città Americane senza ombra di dubbio , Obama e Michelle erano ancora sconosciuti ai più ….Buona giornata e Buon Viaggio

Get your Kicks on route 66

Lungo la Route 66 , troverete ad un certo punto questa coloratissima pompa di benzina , che rimane una delle cose più belle nell’intero itinerario alla scoperta dell’ovest americano , ci sono alcune deviazioni che non si devono e non si possono perdere , questa è una di quelle , buona Giornata e Buon Viaggio

Scatto d’annata B come Big Deeper

Ultimamente qualcuno mi ha fatto venire in mente la route 66 e il mio viaggio di circa venti anni fa , si era agosto del 1998 , macchina da Chicago , caldo pazzesco In Texas e Oklahoma le temperature medie erano sopra i 105 gradi fahrenheit e mi ricordo benissimo quando entrammo in questo locale a prendere un’enorme gelato , ma enorme davvero ….Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Il volo di una Pårpalla

Perfectly imperfect!

UROBORUS

Ogni fine è anche un principio.

Yolanda - "Det här är mitt privata krig"

Att vara annorlunda/att inte passa in i samhällets ramar

My experience

#Rehana's 🔥🔥🔥🦋🦋motivational thoughts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: