This is Our Planet

Finalmente ha smesso di piovere, un po d’acqua ci voleva, non pioveva da mesi, almeno con questa intensità, come al solito alcune regioni del nord ovest dopo due giorni di pioggia hanno visto esondare torrenti e fiumi come al solito, spero che in questo PNRR ci sia qualche miliardo per mettere in sicurezza il territorio, francamente non se ne può veramente più, mi dispiace molto per tutti ovviamente e saluto gli amici della Val Bormida, tra le aree più colpite. Dicevano della messa in sicurezza del territorio, in Italia sappiamo che la situazione è grave quasi in tutte le regioni, ma mi soffermerei per un attimo su quanto accaduto sulle coste della California, già martoriata dagli incendi che hanno e stanno devastando il nord dello stato. Nelle acque di Huntington Beach sulla costa tra Los Angeles e San Diego, per una perdita da una piattaforma petrolifera, sono stati sversati in mare CINQUCENTOMILALITRI di petrolio, un disastro ambientale che ahimè non è senza precedenti ne in California e nel nostro pianeta, mentre tutti parlano di disastro ambientale nel paradiso dei surfisti, io invece immagino quanti miliardi di creature marine di ogni specie e dimensione abbiamo perso la vita in questo disastro. Una volta potevo capirlo, ma oggi abbiamo le tecnologie per smetterla definitivamente di utilizzare carburanti fossili, la transizione potrebbe essere lunga, ma bisogna accellerare assolutamente, se vogliamo dare un pianeta alle prossime generazioni. Se vogliamo avere ancora luoghi come quello della foto dobbiamo migliorare assolutamente. Buona giornata e Buon Viaggio

Photo by Jeremy Bishop on Pexels.com

Nice pic

www.instagram.com/p/CQhamBcrcGV/

Giusto per rimanere nello stesso luogo dove sembra che il mio cuore abbia deciso di fermarsi per qualche tempo. Chissà perché quando sei in viaggio sembra che il caldo non esiste, invece qui in Arizona nello splendore della Sun Valley a sud di questi luoghi meravigliosi molto più messicani che americani si trova uno dei deserti più incredibili del pianeta puntellati dai Saguaro , nel Saguaro National Park, il cactus in primo piano è un suggerimento per molti…..Buon pomeriggio e Buon Viaggi

Mettiamo in salvo il nostro Pianeta

Non si può continuare a fare finta di niente, non si può dire che la colpa dei cambiamenti climatici è di Satana, perchè potrebbe anche essere che il diavolo ci abbia messo lo zampino, ma l’uomo di certo non è certamente esente da colpe. Qui nel bellissimo panorama delle Rockies Canadesi, nella parte più alta della Icefield Parkway, ci sono molti ghiacciai, alcuni sono ancora molto spettacolari, nonostante si stiano da anni ritirando, altri, come lo splendido Athabasca Glacier invece mostra in pieno la sua ferita, sino a vent’anni fa questo splendido gigante di ghiaccio si estendeva almeno di altri settanta metri più a valle rispetto al signore nella foto, in un territorio spumeggiante, pieno di corsi d’acque e foreste .Oggi si è ritirato talmente tanto che sembra un animale ferito. Siamo nel parco nazionale di Jasper in una delle terre più splendenti del pianeta, qui vivono una miriade di specie animali, sono certo che i cambiamenti climatici hanno una loro ciclicità, ma dobbiamo fare molto di più, possiamo fare molto di più ….Buona Giornata e Buon Viaggio

IMG_0095

Mi manca fare una foto così

Nonostante da anni il reef sia in cattive condizioni ovunque nel mondo, in alcune zone del mondo sopravvivono colori e acque cristalline. Purtroppo test atomici, come quelli francesi negli arcipelaghi dei mari del sud, hanno provocato danni enormi, l’inquinamento ha fatto il resto, tutta colpa del genere più distruttore che ci sia, quello umano. Leggevo da qualche parte che oltre l’ottanta per cento delle specie viventi si sono estinte sotto il prepotente dominio dell’uomo, ma d’altronde non abbiamo interesse per i nostri simili come possiamo averne per altri esseri che spesso ritieniamo inferiori? Tutto questo che è drammatico, alcune regole di comportamento quando ci si trova in presenza di queste meraviglie bisogna conoscerle. In non toccare nulla, il reef e un ecosistema complesso e delicato e quello che a noi può sembrare niente, magari può generare una catastrofe, quindi occhi aperti e mani in tasca …..io sono comunque convinto che il giorno che la razza umana si estinguerà, la natura si riorganizzerà alla grande e festeggierà per secoli, sino al ritorno dell’uomo ….Buona giornata e Buon Viaggio

img477

Signals From The Planet ” Wyoming ” Part 2

Avevo già pubblicato un cartello dello stato dei Cowboys , ma questo ha un altro “incipit” , mentre il primo riportava ” Forever West ” , questo è ben più ambizioso : Like No Place on Earth ” . Il Wyoming vale quasi la metà dell’Italico stivale , in termini di estensione , ma ha una popolazione totale di meno di seicentomila persone , una densità di 2,97 persone per chilometro quadrato , ma attenzione , nel continente Nord Americano c’è chi fa meglio . Qui ci sono moltissimi animali , due dei parchi più belli del Paese , come Grand Teton e Yellowstone , moltissimi canyon e grandi vallate , insomma non sarà il meglio che il pianeta ha da offrire , ma non è niente male …..Buona giornata e Buon Viaggio

 

 

 

 

 

img568

World Famous Streets “Rue Citè ” Losanna Switzerland

Losanna è una delle città più belle della nazione elvetica , si trova nel cantone di Vaud , qui ha sede il Cio , comitato olimpico internazionale , le strade sulle sue colline ricordano molto San Francisco , almeno a me che sono Nord Americano nel cervello . La Rue Citè , si divide in due , Devant e Derrière , anche se sono due strade si affacciano entrambe sul meraviglioso centro medievale della città . Qui ci sono , a parte la meravigliosa Cattedrale di Notre dame di Losanna , alcuni degli edifici storici più belli della Svizzera , come Il castello di Saint-Marie e l’antico palazzo dell’accademia . Sulle due vie si trovano moltissimi negozi e ristoranti , una bella e indimenticabile passeggiata , tra il bellissimo quartiere della città vecchia …..Buona giornata e Buon Viaggio

In giro per i Fiordi Norvegesi

Una delle mete più apprezzate del pianeta , la Norvegia è i suoi fiordi . Spazi immensi che ricordano molto gli States , strade ancora in costruzione , molto spesso nella parte nord del paese si incontrano grandi cantieri , stanno modificando la struttura delle strade in modo da velocizzare gli spostamenti , oggi il modo più veloce per girare i fiordi è certamente il traghetto , che taglia da una parte all’altra il fiordo , mentre in macchina si è spesso obbligati a percorrere tutto il perimetro . Questo però a parer mio è il bello di un viaggio on the road in Norvegia , la possibilità , seguendo le strade secondarie di vedere per intero i fiordi e soprattutto i paesi che sono il cuore della nazione . Le cittadine affacciate sul mare e sui fiordi soprattutto sono uno spettacolo , specialmente quelle più piccole , vere e proprie comunità , qui nonostante il petrolio abbia arricchito il parse , si vive ancora di pesca e agricoltura , la tranquillità di questi posti è semplicemente incredibile , pochissimo rumore e poco traffico , in mezzo al nulla spuntano casette dai colori accesi che spiccano tra i prati verdissimi …..Buona giornata e Buon Viaggio

Signals From The Planet “ Norway Route Signals”

Forse sono troppo abituato ai cartelli americani , quindi mi sarei aspettato dalla Scandinavia , almeno in acume località , dei cartelli stradali degni di questo nome , in realtà c’è ne sono pochi e quelli che ci sono sono incredibilmente anonimi , esattamente come i nostri . Capo Nord e il circolo polare artico , sono a Nord dell’Europa dei fiori all’occhiello , ma neanche qui abbiamo trovato niente di affascinante , il paesaggio direte voi , certamente risponderei io , il paesaggio rimane la cosa più importante , però mi aspettavo qualcosa di più ….Buon pomeriggio e Buon Viaggio