Le Strade Più belle del Nord America Part 15 (The Million Dollar Highway Colorado)

Come spesso mi è capitato di raccontare, nel continente Nord Americano (non solo ovviamente), ci sono tantissime strade che sono diventate negli anni una sorta di mito, alcune più delle altre. Alcune di esse sono famose in tutto il mondo e non solo per le pellicole hollywodiane, altre lo sono per i paesaggi mozzafiato che spesso attraversano, strade per chi cerca l’avventura, tra un tornante montano ed un curva che costeggia la costa, negli States si trova proprio di tutto come la spettacolare Million Dollar Highway, una strada, di appena una trentina di miglia che si snoda, tra Silverton e Ouray, strade che ricordano il vecchio west nello splendido scenario delle Rockies in Colorado . Un susseguirsi di tornati, curve a gomito e cieche, salite e discese, con vista sulle montagne e sulle valli sottostanti da lasciare a bocca aperta, per gli amanti delle moto, ma anche per chi ama viaggiare on the road con qualsiasi mezzo. Uno dei tratti guidati più impegnativi degli States , ma uno dei più belli in assoluto…Buona serata e Buon Viaggio

Indovina Indovinello se il posto è sempre quello Shot 117

Finalmente alcune cose vanno al loro posto, il volo per Vancouver programmato per il 24 di Giugno del 2022 è ora ufficialmente spostato al 24 Giugno 2023, per quest’anno niente nordamerica, ma il rischio era di non fare nulla e invece qualcosa si è mosso e quindi… stay tuned. Questo invece è uno dei luoghi che ho amato di più al mondo, una delle città che non dimenticherò mai e che soprattutto vorrei visitare ancora qualche volta. Qui ci siamo persi insieme ad alcuni miei compagni di squadra di ritorno dalla Gothia Cup che si svolgeva e si svolge a Goteborg in Svezia, ci fermammo in questa grande città dopo aver trovato in una pozzanghera settanta marchi, che ci servirono per andare a mangiare un buon galletto con patate al forno e qualche pinta di buona birra. Usciti dal locale, non riuscimmo a ritrovare la strada per il pulman della squadra, incontrammo un signore di mezza età olandese altamente alticcio che ci raccontò che una volta giocava con Ruud Krol e Cruijff nelle giovanili dell’Ajax, indipendentemente da questa storia, in mezzo alle tante cupole verdi delle chiese di questa città Mr Frank ci portò ai piedi del nostro torpedone (eufemismo puro) e così riuscimmo a metterci al calduccio. Qualcuno è mai stato da in questa splendida città europea ? Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Photo by Sabine on Pexels.com

World Famous Street ” Elfreth’s Alley ” Philadelphia

Siamo nella città dell’amore fraterno, Philadelfia la più conosciuta città dello stato della Pennsylvania, qui tra i grattacieli e gli edifici storici che hanno fanno da sfondo alla nascita degli Stati Uniti d’America, si trova questo piccolo vicolo, costruito tra gli inizi del settecento e la metà dell’ottocento. Elfreth’s Alley è dedicata a Jeremiah Elfreth, che acquistò questo pezzo di terra per farne un vicolo di commercianti e artigiani, oggi attraversando questo piccolo vicolo vi sembrerà di essere in un luogo storico del vecchio continente piuttosto che di una grande città americana, qui le case e il manto di ciottoli la fanno sembrare veramente una via europea, questo piccolo capolavoro si trova non lontano dallo sfarzo del quartiere di Society Hill, altro luogo conosciutissimo in città. Se siete da queste parti non perdetevi questa piccola chicca. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

Tra Brampton e Wobinda

Mentre siamo a Brampton Island una spettacolare isola (parco nazionale) a largo del Queensland meridionale, lungo la barriera corallina, ci imbattiamo in un paio di splendide stranezze, un Emù che si è “accomodato ” al nostro tavolo al bar e si è servito tranquillamente nel mio piatto di patatine ( ve lo avevo già raccontato) e una bellissima colonia di canguri che si rilassavano nel campo da golf nel retro delle camere del resort. Il canguro è una di quelle cose per le quali entusiasmarsi e anche se in Australia non è per nulla raro vederli fuori dalle grandi città è uno spettacolo incontrarli dove vivono liberi di fare la loro vita, il mio ricordo dei canguri arriva dagli anni settanta quando un telefilm dal titolo Wobinda, che raccontava le storie di un veterinario australiano che ha portato questi splendidi animali nelle case degli italiani, era il 1978, un anno particolare per il nostro paese. Buona giornata e Buon Viaggio

img575

Indian Sacred land

La prima volta che venni in questi luoghi era il 1997, precisamente alla fine del mese 7 del calendario. Ci sono luoghi che ci entrano nell’anima, ci sono luoghi che ogni volta è la prima volta. La Monument Valley, mi ha regalato spesso belle avventure, come quella volta nel settembre del 2008. Non riuscimmo a trovare nemmeno una camera vuota nei tre Hotels di Kayenta e decidemmo di dormire in macchina, fuori nel parcheggio dell Holiday Inn, proprio di fronte al ristorante dove avevamo cenato. Notte insonne o quasi, anche perchè il caldo a volte diventa insopportabile, ma splendida alba, con le ombre rosse di John Ford. Qui in questo scatto invece, siamo nel settembre del 2010, l’ultima volta che ho visitato questa splendida area del nord dell’Arizona al confine con lo stato dei mormoni, lo Utah. Amo questi luoghi, li amo per il territorio e per la loro natura, una meraviglia …Buona giornata e Buon Viaggio

DSCF1233

Buona giornata

Proprio in questo giorno di guerra, mentre tutto il mondo cerca in qualche modo una via d’uscita, almeno apparentemente, lèggevo della probabile mancanza di grano per le produzioni future, questo secondo l’articolo causerebbe ulteriori problemi di fame specie in quei paesi dove probabilmente la fame sanno cos’è, noi per nostra fortuna non lo sappiamo o non c’è ne ricordiamo. Tutto questo perché in Ucraina si produce una percentuale molto alta del grano mondiale, avete notato i prezzi degli oli derivati di semi di ogni tipo ? Probabilmente si riconduce tutto a questo confitto o no ? Comunque vi lascio con la foto di queste immense praterie del Missouri dove di grano ne producono molto, ma anziché esportarlo esportano democrazia, buona giornata e Buon Viaggio

Scatto d’annata S come Sirens

Ovviamente non è ne il testo della splendida canzone dei Pearl jam, ne le classiche sirene che siamo abituati a leggere nei libri d’avventura, più che una sirena, quello nella foto sembra un capodoglio spiaggiato, ma il capodoglio mi piace.

Ci troviamo a largo della costa orientale dell’Australia, dove per oltre duemila chilometri si estende la barriera corallina, il mar dei coralli e ovviamente il nome di questo acquario enorme ricco di fauna e flora marina sempre in pericolo per via dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici. Lungo la costa che si affaccia appunto su questo tratto di mare ci sono località famose per il surf che hanno spiagge lunghissime e spesso assomigliano più alle coste del nord Europa piuttosto che ad un paese esotico e caldo come il grande paese dell’Oceania. Qui siamo appena sopra Brisbane, la capitale dello stato del Queensland, in una domenica qualsiasi di un mese di Novembre qualsiasi di uno qualsiasi degli anni novanta del novecento . Buona giornata e Buon Viaggio

Once upon e time

C’è stato un periodo della mia vita dove potevo fare viaggi lunghi, talvolta lunghissimi. Di quel periodo ricordo molte cose perché ero felice come lo sono oggi, ero giovane come non lo sono più oggi, ero ricchissimo, esattamente come oggi, ma non ricco economicamente, ricco di esperienze, di avventure vissute di racconti da tramandare e di immagini immagazzinate nel mio hard disk che è capiente, molto capiente. Immagino come questa splendida spiaggia di Moorea, tra le isole della società nel paradisiaco scenario della Polinesia e dei mari del sud. Mi sono ripromesso ed ho promesso a Rebecca di portarla da queste parti, quando sarà un po’ più grande e potrà capire e soprattutto vivere un’esperienza da sogno, in un luogo tra i più lontani da casa che ci siano al mondo. Intanto godiamoci questo affresco della natura, che con questo caldo ci sta bene. Buon pomeriggio e Buon Viaggio

What a Red Sky

Ormai si può dire che è iniziato l’orario estivo, la corsa alle cinque e qualche cosa diventa un obbligo, anche perchè le temperature durante l’arco della giornata sono improponibili, faccio fatica anche a fare i settecento metri che mi separano dalla scuola di Rebecca, non tanto al mattino, ma alle quattro a piedi è una tortura. Inutile dire che Alba e Aurora mi avvolgono nel loro caldo abbraccio e mi rimandano a casa più che soddisfatto. Buona giornata e Buon Viaggio

Have you seen a Wolf

Con queste belle temperature inizia ufficialmente la stagione della montagna e della ricerca delle temperature a me più consone. Inizierebbe dovrei dire, perché quest’anno sarà praticamente impossibile organizzare qualche escursione, ma bisognerà assolutamente inventarsi qualcosa. Intanto mi godo il fresco di questa fotografia dello scorso agosto, quando affrontavo una splendida giornata sul passo dello Stelvio con la felpa. Buon sabato e Buona giornata